Le dichiarazioni dei protagonisti del tricolore coastal rowing


GENOVA, 13 ottobre 2013 - Pubblichiamo una carrellata di dichiarazioni rese dai protagonisti, che hanno gareggiato nel Campionato Italiano di Coastal Rowing 2013, al collega Marco Callai il quale ha seguito per canottaggio.org le varie fasi dell’evento che si è chiuso nel tardo pomeriggio a Genova.

Benedetta Bellio (doppio – Sportiva Murcarolo): "È l'ennesimo successo in questa stagione, c'è più gusto questa volta a vincere in casa nella nostra Genova. Il Coastal in centro città? Un ottimo veicolo di pubblicità perché per tre giorni tutti i passanti sono entrati a contatto con le nostre barche".

Denise Zacco (doppio – Sportiva Murcarolo): " È stata una gara molto divertente, con il mare grosso era tutto in forse. Non vinceva il più forte ma chi sopravviveva e si destreggiava meglio tra le onde. Siamo partite un po' dietro e dopo i tre giri di boa siamo passate in vantaggio. Dedica a Stefano Melegari, nostro coach, ed a Gianni Costa, nostro presidente, oltre a Nicolò Sortino che ci segue sempre con attenzione".

Annalisa Cozzarini (quattro di coppia – CC Saturnia): "Non siamo abituate a onde così alte, ma al giro di boa ci siamo sempre comportate bene affrontando ogni palata con grande attenzione".

Anna Rosso (quattro di coppia – CC Saturnia): " È il terzo anno che partecipo ai Campionati Italiani Coastal, mi diverto sempre molto. È un'esperienza diversa rispetto ai campi di regata olimpici, un’emozione diversa ma ugualmente bellissima"

Elena Waiglein (quattro di coppia – CC Saturnia): "Genova mi porta bene, mi sono ripetuta dopo la vittoria di domenica scorsa ai Campionati Italiani in Tipo Regolamentare. Sono contenta, è andata tutto bene anche se mi è capitato pure di perdere il remo ma ciò non ha influito sul nostro generale rendimento".

Veronica Pizzamus (quattro di coppia – CC Saturnia): "La dedica va a Spartaco Barbo, ci porta ancora a remare ai Campionati Italiani anche se siamo vecchie... Scherzi a parte, noi non manchiamo mai  a una regata in cui oltre all'agonismo c'è anche un sano divertimento".

Cesare Gabbia (doppio – Elpis Genova): "L'allenamento con il nostro coach Bruno Lantero, la barca Filippi e l'affiatamento tra me e Davide: questi i motivi del nostro successo, oltre alla massima concentrazione profusa in tutta la gara per raggiungere l'obiettivo".

Davide Mumolo (doppio – Elpis Genova): "Problemi alla partenza, abbiamo dovuto rimontare e impegnarci moltissimo per passare al comando contro avversari di ottimo livello. Sono contento non soltanto per noi ma anche per tutte le medaglie conquistate dalla nostra Regione, capace globalmente di esprimersi molto bene nel Coastal Rowing".

Marco Fabbi (singolo – Rowing Club San Michele): “È stata una gara bellissima. L'emozione mi ha portato a commettere degli errori inizialmente ma gli innumerevoli allenamenti nel mio golfo del Tigullio mi hanno consentito di prendere bene le onde a favore e giocarmi tutte le chance nell'imboccatura del porto con Giuseppe Alberti. La voglia di riconfermarmi era tantissima, credo abbia fatto la differenza. Voglio salutare tutta San Michele, tutti i miei ragazzi che hanno gareggiato in finale. Vincere al Porto Antico era un sogno, Genova è nel mio cuore facendo da tempo parte dell'equipaggio del Galeone".
 
Lorenzo Tedesco (quattro di coppia – CC Saturnia): "Siamo partiti bene decisi, abbiamo tenuto d'occhio subito l'equipaggio A dell'Elpis. Dopo una decina di palate li abbiamo sfilati e poi ci siamo limitati a controllare per tutto la gara. Panorama diverso, qui al Porto Antico, rispetto al solito teatro dei Campionati Italiani Coastal. Molto suggestivo".

Alessandro Mansutti (quattro di coppia – CC Saturnia): "Bene l'ultimo scorcio di stagione, con tre titoli italiani conquistati a Genova nel giro di sette giorni. Ho chiuso in bellezza. Ho avuto la fortuna di salire in barca con due atleti già protagonisti ai Mondiali, Simone e Lorenzo, e li ringrazio per aver consentito a me e Federico di inserirci nel migliore dei modi".

Simone Ferrarese (quattro di coppia – CC Saturnia): "Poco tempo per preparare i Campionati Italiani, importante il giro di ricognizione di ieri. Ci siamo imposti in campo maschile e femminile, non era scontato perché queste gare non sono mai semplice".

Federico Duchich (quattro di coppia – CC Saturnia): "La dedico alla mia ragazza Cristiana, a tutti coloro che ci appoggiano giornalmente e ringrazio i miei compagni, Spartaco Barbo e la Società".



  

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.