Società

GLI STUDENTI DEL CAMPUS FIAMME GIALLE TRA LE BELLEZZE DEL TERRITORIO PONTINO

giovedì 6 Ottobre 2022

GLI STUDENTI DEL CAMPUS FIAMME GIALLE TRA LE BELLEZZE DEL TERRITORIO PONTINO

Oggi giornata dedicata alla scoperta delle bellezze naturalistiche e storiche del territorio pontino per i 15 studenti dell’Istituto “Crotto Caurga” di Chiavenna (SO), impegnati a Sabaudia per il Campus Fiamme Gialle “Sport e Legalità – La Scuola in cattedra”.

Partiti alla buon’ora dalla Caserma “Spiridigliozzi”, sede del III Nucleo Atleti, hanno raggiunto l’Abbazia di Valvisciolo dove sono stati accolti dal Priore. Fondata nel VIII secolo da monaci greci e, successivamente, occupata e restaurata dai Templari nel XIII secolo. Proprio in merito alla presenza dell’ordine dei Cavalieri Templari, esiste una leggenda medioevale dove si narra che nel 1314, quando venne posto al rogo l’ultimo Gran Maestro Templare Jacques de Molay, gli architravi della chiesa si spezzarono. Ancora oggi, osservando attentamente l’architrave del portale principale dell’abbazia, si riesce a intravedere una crepa.

Lasciata Valvisciolo, i ragazzi sono stati accompagnati per una visita guidata al Giardino di Ninfa, monumento naturale della Repubblica Italiana. Grazie alla Fondazione Roffredo Caetani, che gestisce oltre al Giardino di Ninfa anche il Castello Caetani di Sermoneta e il Complesso Monumentale Tor Tre Ponti, gli studenti hanno potuto ammirare le oltre mille specie arboree presenti al suo interno, i numerosi ruscelli che lo attraversano e i ruderi della città di Ninfa che ebbe il suo massimo splendore nel XIV secolo.

Raggiunto il Comune di Sermoneta, situato ai piedi dei monti Lepini, gli studenti hanno pranzato nel suggestivo “Giardino degli aranci”, oggi un giardino spettacolare mentre un tempo veniva utilizzato per la coltivazione della frutta, in particolare le arance, per questo il suo nome.

Successivamente la passeggiata per le bellezze di Sermoneta si è conclusa con la visita al Castello Caetani, costruito per volere della famiglia degli Annibaldi, agli inizi del III secolo come fortezza militare. Un tuffo nel passato dove i ragazzi hanno potuto respirare la storia medievale che nel tempo ha caratterizzato il territorio di Sermoneta.

Andrea Tranquilli