News

L’Italremo Under 19 e Under 23 in vista dei prossimi impegni internazionali

giovedì 23 Maggio 2024

L’Italremo Under 19 e Under 23 in vista dei prossimi impegni internazionali

Anche quest’anno, il Secondo Meeting di Piediluco è stato una fondamentale opportunità di valutazione per i Capi Allenatori Under 19 e Under 23 che, dopo l’evento sul lago del Centro Nazionale di Preparazione Olimpica e Paralimpica, sono chiamati a stilare le prime convocazioni degli atleti e delle atlete che rappresenteranno l’Italia ai prossimi appuntamenti internazionali. Ad aprire le danze sarà la categoria Under 19, impegnata il primo fine settimana di giugno a Kruszwica, in Polonia, con i Campionati Europei. Sabato 1 e domenica 2 giugno, gli azzurrini proveranno a difendere il successo dello scorso anno, quando a Brive la Gaillarde, in Francia, dominavano il medagliere per nazioni davanti a Romania e Turchia, grazie alle 13 medaglie suddivise in sette ori, due argenti e quattro bronzi.

Dopo i tour nazionali, dove i Capi Allenatori Under 19 Massimo Casula, donne, e Valter Molea, uomini, hanno incontrato gli atleti e le atlete di tutte le regioni, l’appuntamento sulla long distance a Torino, i due Meeting di Piediluco e il Memorial Paolo d’Aloja, è stata definita la squadra che gareggerà in Polonia. Dal 27 maggio gli azzurrini saranno impegnati nel collegiale a Piediluco, prima di partire il 30 maggio alla volta di Kruszwica. Casula e Molea, sotto le indicazioni del Direttore Tecnico Francesco Cattaneo, si presenteranno in Polonia con tutte le specialità previste dal programma gare. Per i Campionati del Mondo bisognerà invece aspettare ancora un po’: l’evento a Santa Caterina in Canada, che vedrà coinvolte le categorie Under 19, Under 23 e Assoluti, è infatti previsto dal 18 al 25 agosto, con gli azzurrini Under 19 che gareggeranno dal 21 al 25 agosto. I Campionati Italiani di Varese si presentano quindi come un’ulteriore opportunità per gli Under 19 di rientrare tra i convocati al Matrix, il primo step del raduno premondiale.

Per quello che riguarda gli Under 23, il prossimo appuntamento sarà proprio il Mondiale di Santa Caterina. L’evento, che metterà alla prova gli azzurri dal 18 al 23 agosto, sarà anticipato dal collegiale che, a partire dalle prove remoergometriche e da quelle in barca, definirà la squadra ufficiale. Il Capo Allenatore maschile Spartaco Barbo e quello femminile Benedetto Vitale, dopo i Meeting Nazionali hanno delineato buona parte dei convocati e delle convocate al Matrix. Tra conferme di quanto visto fino a questo punto della stagione e nuove sorprese positive, anche i tecnici Under 23 avranno a disposizione i Campionati Italiani per procedere con le ultime convocazioni in vista dei Mondiali di categoria. Il sistema di selezione, che dimostra ancora una volta di essere aperto fino all’inizio del raduno, è pronto ad accogliere anche gli atleti che studiando all’estero rientreranno in Italia al termine del semestre. In occasione degli appuntamenti Tricolori, anche loro avranno la possibilità di conquistarsi il pass per il collegiale premondiale.

I Campionati del Mondo non saranno però la prima uscita internazionale degli Under 23. Oltre al Memorial Paolo d’Aloja, l’Italia ha infatti già debuttato con l’otto, sia al maschile che al femminile, in occasione della prima Coppa del Mondo di Varese e alla Windermere Cup di Seattle, ospite della University of Washington. Due esperienze significative per la squadra Under 23, che sicuramente daranno lo spunto, per il futuro, per lavorare maggiormente sulle ammiraglie già a partire dai mesi invernali.
 Per l’appuntamento continentale, successivo ai Campionati del Mondo, gli Under 23 dovranno aspettare sabato 7 e domenica 8 settembre per disputare a Edirne in Turchia i Campionati Europei. Un evento importante, quello di settembre, in una stagione che vede lo svolgimento del Campionato del Mondo in un altro continente.