Coastal Rowing / News

Europei di Danzica. Nel Baltico al via le prime eliminatorie del Coastal Endurance

giovedì 20 Giugno 2024

Europei di Danzica. Nel Baltico al via le prime eliminatorie del Coastal Endurance

Questa mattina nella Brzeźno Beach di Danzica (Gdansk) al via le prime eliminatorie dell’Europeo di Coastal Rowing Endurance. Vediamo come sono andare le gare degli italiani:

SINGOLO MASCHILE NAZIONALI
Prima batteria – tutti gli equipaggi in finale A: mare tranquillo e leggera increspatura con onda lunga per questa batteria del singolo che vede impegnata Italia2 di Gabriele Loconsole (SC Cernobbio). Al via scattano tutti nel gruppo che resta compatto sino alla prima boa, quando le barche cominciano a sgranarsi. Loconsole non si fa sorprendere dagli avversari e tiene bene il ritmo, piazzandosi subito a ridosso delle due barche svedesi e di Gran Bretagna1, che conducono la regata sin dalle prime fasi. Le posizioni si mantengono sostanzialmente inalterate per tutto il percorso di gara con i due singolisti svedesi, compagni nel doppio argento lo scorso anno ai Mondiali di Barletta, che lottano per aggiudicarsi il successo parziale di giornata. Sul traguardo vince Dennis Gustavsson (Svezia1) con 4″73 su Eksil Borgh (Svezia2), mentre il terzo posto va a Charles Cousins (Gran Bretagna1), bronzo iridato 2023 a Barletta, con l’azzurro Loconsole che chiude in quarta posizione, staccato di 34″58. 1. Svezia1 19.17.25, 2. Svezia2 19.21.98, 3. Gran Bretagna1 19.31.67, 4. Italia2 (Gabriele Loconsole-SC Cernobbio) 19.51.84, 5. Finlandia1 20.01.33, 6. Polonia1 20.12.76, 7. Austria1 20.28.61, 8. Irlanda1 20.39.87, 9. Spagna2 20.52.11, 10. Germania1 20.57.98.

DOPPIO MASCHILE SOCIETA’
Prima batteria – i primi 9 equipaggi in finale A, gli altri in Finale B
: 1. Francia3 (Societe Nautique De La Baie De Saint-Malo) 18.06.31, 2. Francia2 (Club D Aviron De Mer De Barneville Carteret) 18.28.55, 3. Azerbaigian1 (Rowing Club Baku) 18.30.50, 4. Spagna2 (Club De Mar Clot De L Illot El Campello) 18.42.49, 5. Portogallo1 (Associacao Naval De Lisboa) 18.45.28, 6. Danimarca1 (Danske Studenters Roklub) 19.20.19, 7. Ungheria1 (MEC – Tata) 19.33.46, 8. Austria2 (Wiking Bregenz) 20.06.56, 9. Germania1 (RG Wiking Berlin) 20.26.09, 10. Danimarca2 (Danske Studenters Roklub) 20.58.87.
Seconda batteria – i primi 9 equipaggi in finale A, gli altri in Finale B: sono Spagna1 e Francia1 gli equipaggi che cercano subito di scappare via, mentre alle loro spalle lottano per le posizioni di rincalzo Danimarca3, Irlanda1 e la barca della SC Palermo di Luca Francaviglia e Federico Amato, che non vogliono correre rischi per la qualificazione. La gara si sviluppa in modo regolare con spagnoli e francesi bene davanti a tutti, mentre la Canottieri Palermo tiene bene il ritmo dei danesi, cercando nel contempo di tenere a bada gli inseguitori che si fanno sempre più incalzanti per sopravanzarli. Sul traguardo si afferma Spagna1 davanti a Francia1, ma chiudono bene Francaviglia e Amato che ottengono un promettente quarto posto che li qualifica per la Finale A di domani. 1. Spagna1 (Real Club Regatas Alicante) 17.38.19, 2. Francia1 (Association Sportive Corbeil Essonnes) 17.44.51, 3. Danimarca3 (Danske Studenters Roklub) 17.55.79, 4. Italia1 (SC Palermo-Luca Francaviglia, Federico Amato) 18.08.09, 5. Irlanda1 (Ring Rowing Club) 18.14.68, 6. Spagna4 (C.D. De Remo Guadalquivir) 18.15.11, 7. Svezia1 (Kungalvs Rk) 18.18.41, 8. Austria3 (Erster Wiener Ruderclub Lia) 18.23.19, 9. Spagna5 (Club Remo De Mar La Linea) 18.44.43, 10. Lettonia1 (Rigas Airetaju Klubs) 18.50.38.

SINGOLO FEMMINILE NAZIONALI
Prima batteria – tutti gli equipaggi in finale A
: bella e combattuta questa gara del singolo femminile con la campionessa mondiale irlandese Monika Dukarska e la vicecampionessa iridata l’azera Diana Dymchenko, che vogliono dare un segnale forte in vista delle finalissime di domani, e impongono il loro ritmo alle avversarie. Alle loro spalle ben si comportano la finlandese Eeva Karppinen e la francese Jessica Berra, che lottano per la terza piazza. L’azzurra Annalisa Cozzarini (CC Saturnia) si mantiene nelle posizioni centrali cercando di non perdere troppo contatto dalle battistrada, ma badando anche a non sprecare inutili energie in vista della finalissima di domani. All’arrivo la spunta la Dymchenko per soli due secondi e mezzo sulla Dukarska, il terzo posto va alla Finlandia davanti alla Francia, mentre Annalisa Cozzarini chiude in settima posizione. 1. Azerbaigian1 21.07.72, 2. Irlanda1 21.10.31, 3. Finlandia2 21.17.10, 4. Francia1 21.22.85, 5. Finlandia1 21.44.58, 6. Austria01 21.51.96, 7. Italia2 (Annalisa Cozzarini-CC Saturnia) 21.58.89, 8. Francia2 22.17.46, 9. Irlanda2 22.20.43.

DOPPIO MISTO NAZIONALI
Prima batteria – tutti gli equipaggi in finale A: ultima batteria di giornata con armi azzurri in gara. Partenza regolare con Francia2 e Olanda1 sempre nelle posizioni di testa, mentre alle loro spalle si mantengono in contatto Simone Martini (SC Padova) e Elena Joana Armeli (C Mondello) che ingaggiano un duello con Finlandia1 e Gran Bretagna1, con Rosario Sebastiano Panteca (Rowing Club Peloro) e Violante Lama (DiBi Rowing) che sono leggermente attardati nelle posizioni di rincalzo.

La regata si sviluppa senza particolari scossoni, con l’Olanda che è brava a prendere la testa respingendo tutti i tentativi di rimonta dei francesi, concludendo al primo posto davanti ai transalpini, con Martini e Armeli che chiudono quarti subito alle spalle della Finlandia ma davanti ai britannici. Decimo posto sul traguardo, infine, per Italia2 di Panteca-Lama, che cercheranno di recuperare posizioni nella finalissima in programma domani pomeriggio alle 15.20. 1. Olanda1 17.59.44, 2. Francia2 18.12.52, 3. Finlandia1 18.22.75, 4. Italia1 (Simone Martini-SC Padova, Elena Joana Armeli-C Mondello) 18.29.44, 5. Gran Bretagna1 18.36.21, 6 10 Francia1 18.44.36, 7. Svezia1 18.56.30, 8. Spagna2 19.01.15, 9 Polonia1 19.03.83, 10. Italia2 (Rosario Sebastiano Panteca-Rowing Club Peloro, Violante Lama-DiBi Rowing) 19.35.05.