Concluso al Circolo Velico di Reggio Calabria il progetto “Remare in Libertà”

giovedì 11 Luglio 2024

Si è concluso ieri, mercoledì 10 luglio, presso il Circolo Velico Reggio, il Progetto “Remare in Libertà”, che presso il club aveva preso il via nell’aprile 2023. Il Progetto, lanciato dalla Federazione Italiana Canottaggio, ha permesso a circa 50 minori in carico ai servizi della Giustizia Minorile e agli Uffici di Servizio Sociale di Reggio Calabria, di avvicinarsi allo sport del canottaggio.

Nella giornata di mercoledì, presso il sodalizio reggino si è svolto l’evento conclusivo, dove tutti i ragazzi che hanno partecipato al progetto si sono cimentati in una gara sul remoergometro della distanza di 500 metri, momento simbolico per raccogliere i frutti di tutti gli allenamenti svolti durante l’anno. Alla manifestazione hanno partecipato la Dottoressa Valeria Cavalletti, Direttore del Centro Giustizia Minorile di Catanzaro, la Dottoressa Rosa Maria Morbegno direttore dell’Ufficio Servizio Sociale per i Minorenni e Comunità Ministeriali di Reggio Calabria, il referente regionale del progetto la dottoressa Gioconda Caccia ed i referenti locali dell’USSM di Reggio Calabria Valeriano Morittu, Ilenia Cosenza, Claudio Aloisi e Simona Rizzo, che costantemente e con grande pazienza e collaborazione hanno seguito i ragazzi.

L’attività è stata curata dal tecnico della Federazione Italiana Canottaggio, Vincenzo Cirillo, che commenta così l’evento: “ Dopo 15 mesi, posso affermare che l’obiettivo è stato pienamente raggiunto! Nella prima parte del progetto i ragazzi erano scettici e titubanti, quasi timorosi di praticare uno sport cosi duro e faticoso, successivamente poi è stato quasi un problema contenerli in quanto, toccando con mano i progressi che di volta in volta vedevano con i loro occhi, non vedevano l’ora di salire in barca o sul remoergometro per migliorarsi sempre di più. La soddisfazione più grande, che rappresentava il nostro vero obiettivo, è stata quella di aver fatto “gruppo” e permesso a questi ragazzi di vivere grazie allo sport e quindi al canottaggio un momento costruttivo dall’alta valenza sociale”.

Ufficio stampa Circolo Velico Reggio