News / Responsabilità sociale

Canottaggio agonistico e Canottaggio Sociale al Trofeo San Giovanni-Challenge Canottieri Firenze

giovedì 27 Giugno 2024

Canottaggio agonistico e Canottaggio Sociale al Trofeo San Giovanni-Challenge Canottieri Firenze

Questa sera alle 21.00, sul tratto di Arno a ridosso della sede della SC Firenze del Presidente Michele Nannelli, scenderanno in acqua due equipaggi varati dalla Federazione Italiana Canottaggio per onorare l’iniziativa del Sodalizio Remiero Biancorosso del Cantiere Filippi, partener federale, che a Firenze metterà a disposizione tutti gli otto che si sfideranno in un’emozionante battaglia navale di 500 metri. Un percorso che va dal Ponte Santa Trinita alla spalletta degli Uffizi, dove sarà posta la linea del traguardo. Le formazioni delle ammiraglie prevedono a bordo quattro uomini e quattro donne e le nazioni in gara per il Challenge sono: Belgio (equipaggio federale), Francia (SN Vichy), Germania (Università di Marburgo), Gran Bretagna (con la prestigiosa formazione della Cambridge University), Olanda (Università di Delft), Slovenia (RC Bled), Spagna (CN Siviglia) e naturalmente l’Italia paese ospitante, con una formazione Under 23 selezionata dal Direttore Tecnico Francesco Cattaneo e affidato dal capoallenatore maschile del settore Spartaco Barbo e da quello femminile Benedetto Vitale.

L’armo azzurro, che a Firenze sarà seguito tecnicamente dal collaboratore federale Under 23 maschile Luigi De Lucia, sarà formato da Isabella Bianchi, Federica Chisena (SC Pontedera), Veronica De Martino (SC Cavallini), Vittoria Caterina Card (SC Firenze, che sostituisce Lucrezia Monaci-CC Aniene, convocata per l’evento ma assente per sindrome influenzale), Francesco Garruccio, Leonardo Pioli (SC Pontedera), Emanuele Meliani (SC Cavallini), Giorgio Cecchini e il timoniere Andrea Pagliaro (SC Firenze). L’ammiraglia del Canottaggio Sociale sarà timonata da Alessandro Piccardi (SC Firenze), e formata da persone che remano da circa un anno come Claudia (50 anni), Simona (55), Susanna (84) tutte approdate al canottaggio a livello amatoriale (una peraltro è la mamma di Margherita di quasi 13 anni che fa parte anch’essa dell’equipaggio avendo seguito la passione del genitore) e poi ancora Giordana, Stefania e Alessia e Nicolò Cavalcanti Responsabile federale dell’Area Canottaggio Sociale nonché allenatore di questo straordinario equipaggio che dimostra come il canottaggio sia uno sport davvero adatto a tutti.

Un gruppo di donne reclutate per il Trial di ricerca sui benefici del gesto tecnico del Canottaggio in Pazienti oncologici a rischio linfedema. Una ricerca importantissima che è stata promossa dall’IDI IRRCS in collaborazione con la Federazione Italiana Canottaggio, con il Policlinico Università A. Gemelli, con il Policlinico Università. La Sapienza e con l’Ospedale Cristo Re di Roma. L’armo rappresenta, infine, la trasversalità della nuova Area Federale, la quale abbraccia tutte le categorie sociali andando oltre lo Sport e diventando Disciplina di formazione e rieducazione sociale. L’equipaggio agonistico sfoggerà il body azzurro, mentre l’armo del Canottaggio Sociale, accolto da Leyla Bezzi Responsabile Progetti Canottaggio Sociale, indosserà magliette e cappellino Filippi con bandiera dell’Area visibile a poppa dell’imbarcazione.