News

Tricolori Fondazione Carit: a Piediluco la Canottieri Gavirate fa scintille nella Categoria Under 23 portando a casa sei successi

domenica 26 Giugno 2022

Tricolori Fondazione Carit: a Piediluco la Canottieri Gavirate fa scintille nella Categoria Under 23 portando a casa sei successi

PIEDILUCO. Nella prima finale in programma, quella dell’ammiraglia femminile, sono state le triestine del CC Saturnia Benedetta Pahor, Giorgia Gregorutti, Sofia Secoli, Maria Elena Zerboni, Ilaria Macchi, Alice Dorci, Giulia Barini, Milena Maciel Cardoso, tim. Filippo Wiesenfeld a trionfare sulle avversarie della Canottieri Gavirate, Federica Thomazetto, Giorgia Salice, Vittoria Calabrese, Caterina Monteggia, Matilde Barison, Elisa Marcon, Greta Schwartz, Alice Codato, tim. Martina Barili.

In quattro con maschile poi sono stati i vogatori della Canottieri Gavirate (Alessandro Timpanaro, Niccolo’ Bizzozzero, Elia Simonetta, Edoardo Caramaschi, tim. Ilaria Colombo) a dettare l’andatura durante il percorso, andando a chiudere in prima posizione davanti a CUS Ferrara (Victor Kushnir, Riccardo Venturi, Pietro Gilli, Simone Pappalepore, tim. Francesco Covezzi) e SC Firenze (Mattia Ferrini, Giorgio Cecchini, Guido Pagliaro, Lorenzo Rasoli, tim. Andrea Pagliaro).

Nella finale del singolo femminile, la vittoria è andata ad Alice Gnatta (CC Lignano), prima davanti a Vittoria Tonoli (Garda Salo’). Sul terzo gradino del podio si è poi posizionata Silvia Greco (SC Lario). Relativamente al Titolo in palio per la specialità del doppio maschile, sono stati Sebastiano Carrettin e Andrea Pazzagli (Gavirate) a laurearsi Campioni Nazionali, chiudendo davanti a Filippo Graziano e Leonardo Tedoldi (CUS Torino) mentre in terza posizione sono giunti Andrea Licatalosi e Guglielmo Melegari (SS Murcarolo). Alla Gavirate è andato, in occasione di questa finale, il Trofeo Vascotto.

In quattro senza femminile quindi le protagoniste sono state le portacolori di SC Lario, Serena Mossi, Ilaria Compagnoni, Greta Parravicini, Elisa Grisoni, prime davanti alle imbarcazioni di SC Arno (Clara Massaria, Chiara Di Pede, Emma Cuzzocrea, Nina Frati), seconda, e SC Cerea (Rebecca Lee, Anna Riccio, Gaia Vincenti, Irene Gattiglia), terza. Emilio Pappalettera e Alessandro Gardino (SC Armida) si sono quindi imposti in due senza, conquistando il Titolo davanti a Simone Fasoli e Simone Mantegazza (Moto Guzzi) con Francesco Bardelli e Stefano Pisone (SC Cerea) in terza piazza,

Poi a seguire nel doppio femminile, il successo ha sorriso alla SC Bissolati di Susanna Pedrola ed Elena Sali, campionesse d’Italia su Esperia (Giulia Bosio, Marta Falossi) e AC Flora (Giorgia Arata, Anna Scolaro). Grande successo nel singolo maschile per Marco Prati, portacolori della SC Ravenna che dopo aver vinto due settimane fa a Corgeno il titolo italiano della medesima specialità nella categoria Under 19, si è imposto anche tra gli Under 23, con Leonardo Tedoldi del CUS Torino a occupare il secondo gradino del podio, e Marco Dri (San Giorgio) terzo classificato.

Bella la prova in due con dell’equipaggio targato CRV Italia, grazie ai fratelli Marco e Luca Vicino, timonati da Michele Grosso, che hanno tagliato per primi il traguardo davanti alle imbarcazioni di Gavirate (Alessandro Tampanaro, Edoardo Caramaschi, tim. Martina Barili) e CN Stabia (Daniele Cascone, Lorenzo Gagliardi, tim. Alessandro Macera).

In quattro senza poi è stato l’armo dell’RYCC Savoia (Giorgio Maddaloni, Antonio Zaffiro, Aniello Sabbatino, Volodymyr Kuflyk) ad imporsi su SC Cerea (Francesco Bardelli, Stefano Pinsone, Paolo Borgna, Giacomo Gallo) e SC Firenze (Cosimo Chiappi, Gabriele Codecasa, Rocco Terramoccia, Marco Bizzarri), con a seguire la Canottieri Gavirate ad imporsi nel quadruplo femminile grazie a Caterina Monteggia, Linda Manzoni, Josephine Debelle e Sara Borghi, davanti a Esperia Torino (Giulia Bosio, Marta Falossi, Camilla Silvestri, Bianca Saffirio) e a SC Diadora (Vittoria Stangherlin, Milena Rajkovic, Sara De Battisti, Chiara Lastra).

Il successo del due senza femminile ha sorriso ancora alla Canottieri Gavirate di Greta Schwartz e Alice Codato prime su SC Caprera (Anita Rosa Boldrino, Anna Rossi) e CUS Torino (Khadija Alajdi El Idrissi, Lucrezia Baudino). Nella finalissima a tre per quel che riguarda la specialità del quattro con femminile, le prime a tagliare il traguardo sono state le portacolori del CC Saturnia, Sofia Secoli, Giorgia Gregorutti, Benedetta Pahor, Alice Dorci, tim. Filippo Weisenfeld., seguite dalle toscane del SC Firenze (Maria Orzalesi, Aurora Vassalli, Costanza Cola, Anxhela Gjondrekaj, tim. Fulco Mancuso) mentre terze si sono piazzate le atlete in forza alla società Amici del Fiume (Letizia Susenna, Sofia Paganotto, Benedetta Bonino, Chiara Galvagno, tim. Leonardo Ferrari).

In quadruplo maschile quindi oro e Titolo Nazionale ancora a Gavirate grazie a Sebastiano Carrettin, Elia Simonetta, Niccolo’ Bizzozzero e Andrea Pazzagli. Alle loro spalle si sono poi piazzati, nell’ordine, gli atleti di SC Varese (Giacomo Pappalardo, Luca Enea Mulas, Maichol Brambilla, Luigi Aloe) e CUS Torino (Tommaso Cerruti, Massimo Giacobbe, Tancredi Palumbo, Matteo Tonelli).

In otto infine è stata l’ammiraglia mista SC Lario/Gavirate a tagliare per prima il traguardo e quindi oro e Titolo Nazionale sono andati a Alberto Briccola, Manuel Caldara, Nicolas Castelnovo, Ivan Galimberti, Lorenzo Luisetti, Nicolo’ Gabriele Marelli, Michele Venini, Giulio Zuccalà, tim. Martina Barili. Dietro di loro prima i vogatori sul misto SC Armida/CUS Torino (Alessandro Gardino, Emilio Pappalettera, Andrea Garbo, Alberto Ciavarro, Andrea Bravi, Giuseppe Barbagiovanni, Elia Giannarelli, Pietro Barbero, tim. Alessandra Faella) e poi gli atleti del CUS Ferrara (Luca Dinardo, Andrea Rossetti, Daniele Corvasce, Filippo Dinardo, Victor Kushnir, Riccardo Venturi, Pietro Gilli, Simone Pappalettera, tim. Francesco Covezzi).

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL