Comitati / News

Premerl e Zerboni ancora sul tetto del mondo, Wiesenfeld di bronzo, avanzano Distefano, Dri e Gregorutti

lunedì 1 Agosto 2022

Premerl e Zerboni ancora sul tetto del mondo, Wiesenfeld di bronzo, avanzano Distefano, Dri e Gregorutti

Il titolo mondiale di Premerl e Zerboni ed una medaglia di bronzo di Wiesenfeld, l’eccezionale risultato dei canottieri regionali nella prima giornata delle finali ai Campionati del Mondo under 23 sul lago di Varese, mentre in quello U19, promossi in semifinale il 4 di coppia femminile con a bordo la Gregorutti ed in finale l’otto maschile sul quale è imbarcato Distefano. Bissavano il titolo mondiale 2021 Samantha Premerl e Maria Elena Zerboni nel 2 senza pesi leggeri. Le due atlete del Saturnia, allenate da Spartaco Barbo, partivano molto decise senza lasciare alle avversarie nessun dubbio su chi era il più forte in acqua, tanto che al primo intertempo era quasi una barca di vantaggio su Perù e Turchia, le più dirette inseguitrici. Premerl e Zerboni passavano nettamente in testa ai 1000 metri, mentre il Perù provava ad avvicinarsi alla barca Azzurra che con 34 colpi sul passo era sempre in netto vantaggio. 2’20” il distacco dalle peruviane nell’ultima frazione di gara, con il 2 senza leggero italiano che aumentava il ritmo, chiudendo con un efficace serrate gli ultimi 300 metri, transitando sul traguardo in testa con oltre 3” di vantaggio su Perù, quasi 5” sulla Germania. Un secondo titolo mondiale per Samantha e Maria Elena, che corona, assieme al nuovo record del mondo di specialità una stagione di alto livello, ma soprattutto di conferma a livello mondiale.

Commentava la Zerboni: “Una grandissima gioia per me e Samantha aver vinto nuovamente il campionato del mondo Under 23 nel 2 senza pesi leggeri. Abbiamo deciso di fare una gara decisa a colpi alti per contrastare fin da subito i pericolosi equipaggi del Perù, della Germania e degli Stati Uniti. Una scelta vincente coronata anche dal nuovo record del mondo nella specialità. È sempre una grande emozione ascoltare l’inno nazionale e vedere sventolare sul pennone più alto la bandiera italiana. Un risultato che voglio dedicare alla mia compagna Samantha, al nostro allenatore Spartaco, alla mia famiglia e a tutti i soci ed atleti del Saturnia che ci sostengono con il loro affetto e tifo.”

Secondo podio per gli atleti regionali quello di Filippo Wiesenfeld (Saturnia) al timone del 4 con assieme a Zaffiro, Sabbatino, Kuflyk, Galimberti. Partivano forte gli Azzurri in una specialità dove era necessario confermare il podio mondiale 2021, e passaggio in seconda posizione ai primi 500 metri a pochissima distanza dall’Australia battistrada, con Nuova Zelanda e Gran Bretagna che scalpitavano dalle retrovie. A metà gara erano gli inglesi che passavano al comando, con gli Azzurri che mantenevano la seconda piazza, l’Australia in terza posizione. Agli ultimi 500 metri, l’Italia ancora seconda con Gran Bretagna salda al comando, ma erano gli Stati Uniti che nel serrate si facevano sotto pericolosi e seppur di pochissimo superavano la barca italiana. Sul traguardo, prima la Gran Bretagna che siglava il nuovo record del mondo, secondi gli Stati Uniti e terza l’Italia medaglia di bronzo.

A caldo commentava Wiesenfeld:”Abbiamo fatto un’ottima gara, ai mille metri siamo passati primi, ma poi la Gran Bretagna ci ha attaccato e non siamo riusciti a riprenderli, e in chiusura gli USA hanno dimostrato di “averne di più”, sorpassandoci gli ultimi metri. Un ringraziamento speciale agli allenatori che ci hanno sempre seguito, e ai miei compagni di barca, nonché grandi amici anche fuori dall’acqua. È stato un vero piacere fare questo percorso insieme.”

Nel 4 di coppia femminile, 5° posto in finale per Alice Gnatta (Lignano).

Nei recuperi e nei quarti di finale della categoria U19, svolti a Varese sempre al mattino di giovedì, superavano il turno dei recuperi Giorgia Gregorutti (Saturnia) nel 4 di coppia femminile, che vincendo era promossa in semifinale, Antonio Distefano (Saturnia) sull’otto che piazzandosi al secondo posto passava in finale, ed friulano Marco Dri, che nel doppio, vincendo il quarto era promosso in semifinale.

Maurizio Ustolin

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL