News

Coupe: due ori e altre cinque medaglie per l’Italia nella prima giornata di finali

sabato 6 Agosto 2022

Coupe: due ori e altre cinque medaglie per l’Italia nella prima giornata di finali

L’Italia Under 19, nella prima giornata di finali della Coupe de la Jeunesse a Castrelo de Miño (Spagna), conquista sette podi – due ori, tre argenti, due bronzi – e nella classifica a punti provvisoria va ad occupare la seconda piazza, alle spalle della Gran Bretagna e davanti alla Francia. Le due medaglie d’oro arrivano dalle barche maschili, grazie al singolo di Marco Gilardoni (SC Menaggio) e al quattro di coppia di Nicola Speziani (Volontari del Garda), Emanuele Distaso, Martin Papa e Andrea Apollonio (SC Garda Salò).

Lo sculler impressiona negli ultimi 500 metri, superando quasi al fotofinish – appena 20 i centesimi di vantaggio – il singolista della Gran Bretagna, sino alle ultime palate sempre in prima posizione, mentre il bronzo va alla Svizzera. Più netta invece, e mai in discussione, la vittoria del quadruplo di Distaso e compagni, sempre in testa e medaglia d’oro sul traguardo davanti a Francia e Repubblica Ceca.

Tra gli argenti, arriva in rimonta quello del due senza maschile di Paolo Falossi e Federico Franco (SC Esperia), i quali si attaccano al treno della Gran Bretagna nella seconda parte di gara per concludere in seconda posizione alle spalle dei sudditi di Sua Maestà, mentre la Svizzera, in testa per gran parte del percorso, deve accontentarsi della medaglia di bronzo.

Giorgia Arata (AC Flora) è medaglia d’argento nel singolo femminile, al termine di una finale che la vede alternarsi al comando per oltre metà gara con la sculler inglese, che però nei secondi mille metri allunga andando a vincere davanti alla comunque ottima azzurrina, con l’Austria più distante a occupare il terzo gradino del podio.

Poco dopo è ancora la squadra femminile a centrare l’argento, questa volta con il quattro senza di Irene Gattiglia (RCC Cerea), Elena Demaria (SC Caprera), Benedetta Bonino (Amici del Fiume) e Bianca Francesca Radu (Marina Militare), che solo nella seconda parte di gara – dopo essere transitate in testa ai primi due intertempi – lasciano il passo alla Spagna trascinata dal pubblico di casa, e che va a vincere con poco più di un secondo e mezzo di vantaggio sulle bravissime azzurrine, che per un soffio (appena 41 centesimi) respingono il ritorno dell’Austria, terza classificata.

Infine, in apertura e in chiusura arrivano le due medaglie di bronzo. A inizio mattinata sono terzi Pietro Bianco, Simone Gianni (Amici del Fiume), Virgilio Sorrentino e Tommaso Ingallina (Tirrenia Todaro) nel quattro senza maschile, alle spalle di Gran Bretagna e Repubblica Ceca e in rimonta sul Portogallo che resta ai piedi del podio. Nell’ultima gara di giornata invece, dietro una imprendibile ammiraglia inglese e dopo una forsennata punta a punta con l’Olanda, che la spunta per 82 centesimi, è medaglia di bronzo l’otto maschile di Cosimo Chiappi, Marco Bizzarri, Giorgio Cecchini, Mattia Ferrini, Giovanni Paoli, Tancredi Mancuso, Guido Pagliaro, Lorenzo Rasoli ed il timoniere Andrea Pagliaro (SC Firenze).

Per quanto concerne invece le barche azzurre finaliste rimaste giù dal podio, quarto posto per quattro con, doppio e quattro di coppia femminili, quinto per quattro con e doppio maschili, sesto per otto e doppio femminili. Domani, giornata conclusiva in Spagna della Coupe de la Jeunesse 2022, con il medesimo programma gare di oggi: start alle ore 8.30 con le batterie, dalle ore 11.00 finali per l’assegnazione delle medaglie.

ph A.Carbonara

Galleria foto Regate e Premiazioni sabato (ph A.Carbonara)

Speciale Coupe de la Jeunesse – Castrelo de Miño

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL