News

YOG 2018: Risultati e resoconti 1° turno BATTERIE

lunedì 8 Ottobre 2018

YOG 2018: Risultati e resoconti 1° turno BATTERIE


BUENOS AIRES, 08 ottobre 2018 – Una splendida giornata di sole tipica di queste latitudini all’inizio della primavera australe, fa da cornice allo spettacolare Puerto Madero dove questo pomeriggio le gare di canottaggio entrano nel vivo con il primo round delle batterie eliminatorie. Come sempre i primi a partire sono i singoli maschili e femminili, seguiti dai due senza con in gara i due equipaggi azzurri con Alberto Zamariola e Nicolas Castelnovo prima e quindi Khadija Alajdi El Idrissi e Vittoria Tonoli. Poco dopo la fine di questo primo round si disputerà la seconda tornata di batterie con le griglie di partenza che verranno stabilite sulla base dei risultati della prima manche di gare. La somma dei due round determinerà il punteggio finale che verrà assegnato ad ogni equipaggi e che deciderà la starting list delle semifinali, in programma domani.


DUE SENZA MASCHILE
Prima batteria
: 1. Argentina 1:35.80 (punti 6), 2. Romania 1:36.33 (punti 4), 3. India 1:38.85 (punti 3), 4. Messico 1:41.21 (punti 2).
Seconda batteria: 1. Cile 1:38.55 (punti 6), 2. Gran Bretagna 1:38.56 (punti 4), 3. Turchia 1:40.17 (punti 3), 4. Germania 1:40.55 (punti 2).
Terza batteria: Italia in acqua 1 contro Croazia, Uzbekistan ed Egitto. Il campo di gara ha al momento un leggero vento contro, ma è pressoché perfetto. Al via il mulinare dei remi è frenetico con gli azzurri che partono al ritmo di circa 39 colpi di passo, con lotta serrata punta a punta per i primi 100 metri. Al via il mulinare dei remi è frenetico con gli azzurri che partono al ritmo di circa 39 colpi, con lotta serrata punta a punta tra gli equipaggi per i primi 100 metri. Sul passo sono Italia e Croazia a contendersi le prime due posizioni con Uzbekistan e Egitto che fino ai 250 metri cercano di mantenere il contatto con i battistrada. Italia leggermente davanti ma i croati non lasciano spazio agli azzurri e li attaccano aumentando il passo e transitando sotto il Ponte di Calatrava con un leggero vantaggio sull’Italia. Sul finale l’Italia prova a rientrare sula Croazia con un deciso serrate finale ma i croati rispondono bene e concludono primi il percorso davanti all’Italia, seconda a 1″79, con Uzbekistan e Egitto che terminano nell’ordine. 1. Croazia 1:35.43 (punti 6+2), 2. Italia (Alberto Zamariola, Nicolas Castelnovo) 1:37.22 (punti 4), 3. Uzbekistan 1:38.21 (punti 3), 4. Egitto 1:38.45 (punti 2).


DUE SENZA FEMMINILE
Prima batteria
: Sono Italia, Olanda e Repubblica Ceca le tre barche che si staccano più velocemente dal pontile con le ceche leggermente davanti inseguite da Olanda e Italia, sostanzialmente appaiate, con l’Algeria che comincia subito a perdere terreno dalle avversarie. A metà gara l’Olanda attacca per cercare di tenere il passo della Repubblica Ceca, che mantiene una punta di vantaggio, mentre le azzurre tengono duro per rimanere a contatto con le battistrada. Finale serrato con la Repubblica Ceca che la spunta col tempo di 1.45.56 distanziando l’Olanda di 1″88 mentre le azzurre concludono la loro prova in terza posizione, a 3″92. 1. Repubblica Ceca 1:45.56 (punti 6+2), 2. Olanda 1:47.44 (punti 4), 3. Italia (Khadija Alajdi El Idrissi, Vittoria Tonoli) 1:49.48 (punti 3), 4. Algeria 1:55.57 (punti 2).
Seconda batteria: 1. Romania 1:45.78 (punti 6), 2. Grecia 1:45.80 (punti 4), 3. Lituania 1:48.06 (punti 3), 4. Thailandia 1:58.97 (punti 2).
Terza batteria: 1. Cina 1:47.42 (punti 6), 2. Croazia 1:49.33 (punti 4), 3. Cile 1:49.96 (punti 3), 4. Stati Uniti 1:51.91 (punti 2).

Tabella Riassuntiva Risultati Azzurri
Speciale Youth Olympic Games 2018 – Buenos Aires

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL