News

Mondiali Assoluti: uno sguardo d’insieme alle specialità non olimpiche

sabato 1 Settembre 2018

Mondiali Assoluti: uno sguardo d’insieme alle specialità non olimpiche


ROMA, 01 settembre 2018 – I Mondiali Assoluti di Plovdiv, in Bulgaria, vedranno l’Italia impegnata in sei specialità non olimpiche, tutte Pesi Leggeri dopo che la FISA ha decretato la scomparsa dal programma iridato dell’unica specialità che era rimasta tra i Senior, il due con. Sul Maritza River sono attesi da un’accesa competizione i due singolisti leggeri azzurri, Martino Goretti (Fiamme Oro), tra i maschi, e Clara Guerra (Fiamme Gialle-Pro Monopoli), tra le donne. Martino, fresco vicecampione europeo, troverà tra i suoi avversari su tutti il tedesco Jason Osborne, oro nelle prime due tappe di Coppa del Mondo, e lo svizzero Michael Schmid, campione europeo proprio contro l’azzurro a Glasgow, vincitore nella terza tappa di Coppa del Mondo e secondo nelle prime due proprio alle spalle di Osborne. Ad alzare il livello della competizione per Goretti anche Hamish Parry dell’Australia, argento a Lucerna in Coppa del Mondo, e Samuel Mottram della Gran Bretagna, bronzo europeo in carica.


Forte dei tre bronzi conquistati in stagione – in Coppa del Mondo, ai Mondiali Under 23 e agli Europei – Clara Guerra sarà anch’essa tra le atlete da battere in una gara altamente competitiva. La principale minaccia per l’azzurra sarà rappresentata da Alena Furman, bielorussa campionessa d’Europa in carica e oro e argento quest’anno in Coppa del Mondo, ma attenzione anche a Francia (Laura Tarantola, argento agli Europei), Germania (Marie-Louise Draeger, oro in Coppa del Mondo a Lucerna), Australia (Alice Arch, argento a Lucerna) e Svezia (Emma Fredh, quinta a Sarasota 2017 nella specialità).


Nel due senza Pesi Leggeri maschile l’armo azzurro di Alfonso Scalzone e Giuseppe Di Mare (RYC Savoia) è certamente tra i più attesi, dopo gli exploit del 2017 dove vinsero prima il bronzo agli Europei Assoluti, poi l’oro ai Mondiali Under 23 e infine l’argento ai Mondiali Assoluti.


Nella medesima specialità al femminile, Italia in prima fila ancora una volta grazie alla presenza delle sorelle Lo Bue, Giorgia e Serena (SC Palermo), al debutto ai Mondiali Assoluti ma forti del ricco palmares da Junior nel due senza, dove vinsero ben due titoli mondiali consecutivi nel 2011 e nel 2012.


Venendo al quattro di coppia Pesi Leggeri maschile, l’Italia si presenta a Plovdiv con il medesimo equipaggio vincitore a Linz in Coppa del Mondo e poi a Glasgow del titolo europeo, formato da Matteo Mulas (CLT Terni), Andrea Micheletti (Fiamme Oro), Paolo Di Girolamo (Carabinieri) e Catello Amarante (Marina Militare), che troveranno sulla propria strada in primis Repubblica Ceca (prima in Coppa del Mondo a Belgrado e seconda agli Europei) e Germania (un oro e un argento nel circuito di Coppa del Mondo 2018), senza scordare Danimarca (seconda a Lucerna) e Norvegia (terza a Linz).


Nel quadruplo leggero femminile invece, dove l’Italremo schiera in toto l’armo che a fine luglio si è laureato campione mondiale Under 23 a Poznan – Arianna Noseda (SC Lario), Paola Piazzolla (Fiamme Rosse), Allegra Francalacci (SC Firenze), Giulia Mignemi (SC Aetna) – presente per intero il podio della terza e ultima tappa di Coppa del Mondo a Lucerna, composto nell’ordine da Cina, Danimarca e Germania.

Speciale Mondiali Assoluti, PL, Pararowing – Plovdiv

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL