News

Il FVG al Memorial Paolo d’Aloja””

domenica 9 Aprile 2017

Il FVG al Memorial Paolo d’Aloja””


TRIESTE, 09 aprile 2017
– Una pioggia di medaglie dei canottieri regionali nella XXXI edizione del Memorial P. d’Aloja sul lago di Piediluco, l’unica manifestazione remiera internazionale per squadre nazionali in Italia.1 oro, 1 argento ed 1 bronzo nella prima giornata sul lago umbro di Piediluco, presenti 22 nazioni con diversi medagliati a Rio 2016. Vittoria cristallina nel doppio juniores per il sangiorgino Luca Zemolin (Canoa San Giorgio) in coppia con il partenopeo Di Colandrea. Una gara sempre in testa, con la barca azzurra che passava il traguardo con oltre 2” di distacco dagli inseguitori. Ospite del College Nazionale della Federcanottaggio, l’atleta di San Giorgio porta la prima maglia azzurra nel canottaggio sulle rive dell’Ausa Corno, candidandosi per la squadra che a Krefeld a maggio parteciperà agli Europei juniores. Medaglia d’argento per Stefano Morganti (Saturnia) nel 4 senza, alle spalle di una coriacea Romania, con un arrivo al fotofinish con gli spagnoli.


Una prestazione di buon spessore agonistico per una barca azzurra under 23 quella dell’atleta del Saturnia, che sta rodando la formazione in vista dei prossimi impegni di categoria, in particolare il mondiale di Plovdiv in Bulgaria a luglio. Bronzo del 2 senza pesi leggeri di Piero Sfiligoi e Lorenzo Tedesco in una finale tutta azzurra, giunti in tre equipaggi in un fazzoletto di soli 4”. Un risultato che sta stretto alla barca del Saturnia che la scorsa settimana era oro al primo meeting. Una contrattura al sottoscapolare di Sfiligoi, nonostante l’intervento medico, non consentiva ai due azzurri di gareggiare nella finale della domenica. “Un Memorial in salita,” dichiarava Tedesco, “in cui gli acciacchi fisici non ci hanno consentito di fare delle prestazione degne del nostro equipaggio.”


2 argenti ed 1 bronzo per i triestini nella seconda giornata del d’Aloja, con spesso concorrenti diversi giunti alla finale rispetto al sabato ed esperimenti soprattutto per le imbarcazioni multiple. Pagavano un po’ la prima giornata di gare Zemolin e di Colandrea che dopo una partenza fortissima e passati in testa a metà gara, si facevano raggiungere dal secondo equipaggio azzurro che riusciva a precederli di 2”79 sul finish. 4° nel 4 senza Morganti in una gara dove la formazione più giovane era preceduta dalle barche sul podio a Rio, ma pronto riscatto dell’atleta del Saturnia nell’otto, finale nella quale conquistava l’argento a 3” dalla Romania, in una gara tiratissima fin sul traguardo. Nel singolo pesi leggeri, buona la prestazione di Donat (Sgt), che dopo il 6° posto del primo giorno, riusciva a salire sul podio domenica conquistando il bronzo; 5° nella stessa finale Duchich (Saturnia). Migliorava di due posizioni, da 6° a 4°, il triestino Martini (Canottieri Padova) nel singolo senior, dopo aver dato impressione a metà gara di riuscire a salire sul podio portandosi nelle primissime posizioni, giungendo a 2”44 dall’oro. Nella classifica a punti per Nazioni, l’Italia totalizzava 100 punti, aggiudicandosi il Trofeo davanti a Lituania (35) e Romania (14).

Speciale 31° Memorial Paolo d’Aloja

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL