News

Due ori, due argenti e tre bronzi: Sicilia da record al Memorial

giovedì 6 Aprile 2017

Due ori, due argenti e tre bronzi: Sicilia da record al Memorial


CATANIA, 10 aprile 2017 – Il Memorial Paolo d’Aloja si chiude con un grande successo per l’Italia e per la Sicilia. Ieri e oggi, durante i due giorni di finali della gara dedicata al presidente federale scomparso nell”84 e che apre la stagione remiera internazionale, la squadra azzurra ha conquistato 70 podi (24 medaglie d’oro, 26 d’argento, 20 di bronzo). Un contributo al successo italiano arriva dagli atleti siciliani che, in maglia azzurra, vincono due ori, un argento e due bronzi. Cui si aggiungono l’argento e il bronzo vinti per la Romania dall’atleta del Telimar, Ionut Vladut Brinza.


Le due medaglie più pesanti sono firmate “Giulia Mignemi“, talento del canottaggio catanese tesserata per l’Aetna: azzurra già agli scorsi Mondiali Junior, l’atleta Under 17 ha vinto prima il doppio con Silvia Crosio, imponendosi sulle due barche avversarie della Lituania, e poi, oggi, la finale del singolo: la sculler etnea ha rifilato quasi dieci secondi alla Lituania e addirittura 21 al Portogallo. Per lei, anche se siamo a inizio stagione, la strada verso i Mondiali Junior sembra spianata, con un ruolo di primo piano nella squadra azzurra. Possibile anche la partecipazione agli Europei. L’argento è merito di Emanuele Gaetani Liseo: ieri, nella gara del quattro senza Senior, il fortissimo atleta Under 23 del Telimar, già azzurro tra mondiali Junior e Under 23, ha strappato per pochi centesimi la seconda piazza alla Spagna: più forte dell’armo azzurro, solo quello romeno. Grazie a questo risultato, anche Gaetani Liseo è tra i papabili per vestire la maglia azzurra ai prossimi Mondiali Under 23.


Medaglie di bronzo: il primo l’ha vinto ieri Mirko Cardella (Telimar), sull’otto Senior. Per lui, una discreta soddisfazione: adesso, in vista dei Mondiali, ci sarà da lavorare duro per creare un equipaggio in grado di lottare per la medaglia. L’altro bronzo lo portano a casa, nel due senza Pesi leggeri, il titolatissimo messinese Giovanni Ficarra e l’augustano Sebastiano Galoforo: i due atleti del Peloro e della Nazionale italiana si sono arresi ad altri due armi azzurri, che già in passato avevano dimostrato di essere più veloci. Per loro c’è ancora da lavorare, ma i margini di miglioramento sono molto elevati: il che fa ben sperare in vista di una stagione in azzurro. Capitolo Ionut Vladut Brinza: con i colori della Nazionale romena, il forte atleta allenato da Marco Costantini ha vinto l’argento in otto Senior, davanti al compagno di società Cardella, e il bronzo nel due senza Senior.

Stefano Lo Cicero Vaina
Addetto stampa Fic Sicilia

Speciale 31° Memorial Paolo d’Aloja

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL