News

Conclusi a Londra la Conferenza Allenatori ed il Congresso delle Federazioni Nazionali Europee

sabato 9 Dicembre 2017

Conclusi a Londra la Conferenza Allenatori ed il Congresso delle Federazioni Nazionali Europee


ROMA, 09 dicembre 2017 – È stato un programma intenso quello che questa fine settimana si è svolto a Londra con tre giorni di lavoro per i tecnici, che si sono riuniti per parlare di tecnica e di tanto altro ancora, e per i dirigenti delle Federazioni che hanno partecipato al Congresso delle Federazioni Nazionali Europee con 21 Paesi partecipanti. Durante il Congresso, tra gli argomenti trattati, è stato deciso che il Campionato Europeo Indoor si disputerà sempre nel periodo che va dal 1° dicembre al 28 febbraio. Nel programma del Campionato Europeo è stato inserito il quattro senza femminile e, in maniera transitoria per il 2018 e il 2019, il quattro di coppia pesi leggeri maschile, il quattro di coppia e il due senza pesi leggeri femminile. Per quanto riguarda il Para-Rowing dal 2019 sarà inserito nel programma dell’Europeo, limitatamente alle specialità attualmente paralimpiche. Nel 2021, durante l’Assemblea Generale, è prevista la revisione di tutte le specialità.


È stato stabilito anche il programma delle specialità under 23 e inserito il quattro con femminile nel programma della categoria junior. Sempre a Londra sono state gettate le basi per la costituzione della confederazione indipendente di federazioni nazionali europee in cui si trasformerà l’European Rowing Management Board (ERMB). A novembre 2018 si terrà l’Assemblea Generale Straordinaria per confermare questa iniziativa. Ieri, invece, sono stati presentati gli studi su argomenti sviluppati da alcune Federazioni Nazionali più grandi tra cui quella italiana. All’Italia era stato indicato di realizzare lo studio sullo sviluppo del Coastal Rowing illustrato dal Vice Presidente Luciano Magistri e visibile a questo link.


“L’Italia del canottaggio, con questa presentazione dello status quo del Coastal Rowing italiano, ha ricevuto applausi e consensi sia per come è stata sviluppata negli anni la disciplina e sia per come sta procedendo il suo sviluppo tra le Società dello Stivale – spiega Magistri, che aggiunge – nella presentazione sono state indicate anche alcune iniziative, che saranno sviluppate il prossimo anno, tra le quali una possibile promozione, analogamente a quanto avvenuto per l’acquisto dei singoli 7.20, per facilitare da parte di tutte le Società il rinnovo e/o l’implemento del proprio parco barche e le varie attrezzature. Continuando nel mio intervento, ho anticipato ai congressisti che la Federazione Italiana Canottaggio è molto interessata ad ospitare nel 2020 un campionato mondiale di canottaggio costiero. Se avremo l’onore di organizzare nuovamente il mondiale, questa sarà la terza volta dopo Sanremo e Bari e dopo aver ospitato, con successo, i World Rowing Tour del Lago Maggiore e di Genova”.


Per conoscere, invece, gli argomenti trattati durante la tre giorni di Coaches Conference 2017, abbiamo parlato con il Direttore Tecnico Francesco Cattaneo, presente a Londra insieme al Capo Allenatore Junior Maschile Valter Molea, il quale ha detto che: “Prendere parte a questi eventi tecnici internazionali è sempre molto importante poiché li ritengo un momento di confronto e aggiornamento per tutti i tecnici che vi partecipano. In questa conferenza il leitmotiv è stato quello della tecnologia applicata al canottaggio e molti dei sistemi tecnologici, per il monitoraggio dell’allenamento che ci hanno mostrato, noi in Italia già li conosciamo e li applichiamo quotidianamente alle nostre squadre nazionali per garantire ai nostri equipaggi il giusto know how a cui ormai non si può rinunciare per meglio comprendere il canottaggio del futuro”.


Cattaneo, continuando nella sua esposizione, ha sottolineato ancora che: “Per quanto riguarda gli interventi, che gli allenatori in ‘spotlight’ hanno portato alla platea, tutti sono stati incentrati su concetti di uso comune per uno sport come il canottaggio. Tra questi spiccano l’hard work, l’high intensity, l’high volume e la humility. Per quanto riguarda, invece, il Pararowing abbiamo compreso che, nel prossimo futuro, ci saranno molti aggiornamenti tra cui i sistemi di classificazione degli atleti poiché gli esperti presenti hanno confermato come oggi la classificazione sia una procedura molto complessa. Attualmente tale sistema è sotto la lente di ingrandimento poiché, nel prossimo futuro, l’obiettivo sarà quello di rendere la classificazione la più standardizzata e con meno variabili possibili”. Una sintesi della tre giorni di confronto che sarà ampiamente sviluppata durante la Conferenza Nazionale Allenatori, programmata nel mese di febbraio 2018, durante la quale saranno portati a conoscenza di tutti i partecipanti quello che la FISA sta studiando e che sarà fondamentale conoscere.

Speciale World Rowing Coaches Conference 2017

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL