News

A Gavirate la riunione FISA sul Para-Rowing

domenica 14 Maggio 2017

A Gavirate la riunione FISA sul Para-Rowing


GAVIRATE, 15 maggio 2017 – Come da road map dettata dalla FISA, col calendario visibile a questo link, la FISA ha tenuto una riunione a Gavirate, in occasione delle regate internazionali Para-Rowing, durante la quale sono stati raccolti feedback e suggerimenti dalle Nazioni presenti a Gavirate e il gruppo di lavoro per lo sviluppo del para-rowing sul lavoro sviluppato fino ad ora. Tutto questo poiché la Federazione Internazionale si propone di migliorare gli eventi remieri del para-rowing, incrementare la partecipazione degli atleti, raggiungere l’equità dei numeri tra uomini e donne e ripensare le attrezzature, su tutto le barche, al fine di migliorare la resa in acqua nel rispetto della sicurezza.


Relativamente alle imbarcazioni, avendo portato la distanza del percorso dai 1000 ai 2000 metri, col conseguente allungamento delle tempistiche della gara, diviene una necessità il miglioramento delle prestazioni, nell’ottica della salvaguardia della spettacolarità. La volontà sarebbe quella di intervenire sulle stesse barche: quelle attuali, infatti, in virtù della loro struttura, prediligono la sicurezza a discapito della prestazione. L’idea è quella di mantenere le imbarcazioni attuali per la promozione, ripensandole invece per il canottaggio di vertice, ad esempio riducendo i galleggianti e ridefinendo la scalmiera. L’altra riflessione aperta è stata quella sugli eventi a disposizione del canottaggio Para-Rowing, ad oggi ritenuti insufficienti. Dalle testimonianze si è appreso che la preferenza cade sull’aggiunta di un appuntamento in occasione dei Campionati Europei.


Sempre in relazione al numero degli eventi a disposizione, si è aperto il fronte delle qualificazioni agli appuntamenti internazionali: anche in questo caso è emersa la necessità di aggiungere una data che offra la possibilità di definire la partecipazione. Inoltre si è delineata nettamente la necessità di pensare a criteri ben definiti per classificare gli atleti, sotto un profilo squisitamente medico, in base alla disabilità. Su questa linea d’onda è stata posta in essere la questione cruciale della sottodivisione della categoria PR1, ex AS, in base alla lesione. Si perverrebbe così ad una maggiore sensibilità rispetto alle possibilità fisiche degli atleti e, conseguentemente, si potrebbe arrivare a generare la possibilità di ampliare il numero dei partecipanti. In ogni modo la FISA continuerà a valutare tutte le proposte fino alla fine del mese di luglio.

Un quadriennio di cambiamenti per il canottaggio: Matt Smith, Direttore Esecutivo FISA, ne illustra alcuni aspetti
Speciale Gavirate International Para-Rowing Regatta
 

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL