News

TRio2, l’ultima prova della due giorni di gare

mercoledì 1 Giugno 2016

TRio2, l’ultima prova della due giorni di gare

PIEDILUCO, 01 giugno 2016 – In perfetto orario, e con un leggero vento trasversale, si è svolta l’ultima tirata di questi trials che dovrebbero dare le indicazioni che la Direzione Tecnica sta ricercando. Ancora cambi sul due senza con incroci che riguardano le tre coppie, ad esclusione di quella di Montrone, Abagnale rimasta sempre immutata sin dalle prime gare. In acqua nei due senza sono scese, quindi, le seguenti formazioni: Tranquilli, Frattini; Paonessa, Capelli e Infimo, Stefanini. Tutti i due senza sono partiti ad handicap (un minuto) con la singolista pielle Giulia Pollini che si è fatta superare, dopo aver ricuperato l’handicap, da Montrone, Abagnale e Capelli, Paonessa. Una gara, quella dei due senza, che ha visto primeggiare, per la quarta volta in due giorni, la formazione di Domenico Montrone e Giovanni Abagnale. Alle loro spalle, nelle quattro gare, sempre la barca che aveva come capovoga Vincenzo Maria Capelli che oggi, in quest’ultima tirata, ha remato con Mario Paonessa. Terzo posto per Andrea Tranquilli e Pierpaolo Frattini, quarto posto, infine, per Matteo Stefanini e Fabio Infimo. Le posizioni si sono delineate nella seconda parte di gara anche se, già dalle prime palate, le barche di Montrone e Capelli sono risultate le più veloci: terzo posto per Tranquilli, Frattini e quarto per Sfefanini e Infimo.

La seconda, e ultima gara della giornata, ha riservato alcune sorprese. I via intanto sono stati due: i doppi senior e pielle insieme e, dopo diciassette secondi, il secondo via ha visto partire i tre quattro senza, pielle e senior, tutti insieme. Questa modalità di partenza ha fatto sì che si scatenasse da subito una bagarre infernale sia tra i doppi e sia tra i quattro senza. La gara dei doppi ha fatto registrare subito la partenza veloce di Micheletti e Miani che hanno sorpreso gli altri armi che si sono messi subito a inseguire. Una situazione rimasta pressoché invariata per metà gara. Dopo i mille metri il doppio di Fossi e Battisti ha superato prima quello senior di Rambaldi e Gentili e poi quello pielle di Magni e Ruta, mentre Miani e Micheletti continuavano a mantenere alto il ritmo di gara. Fossi e Battisti per superare i due pesi leggeri, negli ultimi 400 metri, hanno dato fondo a tutte le loro energie vincendo, così, la gara dei doppi. Terzo posto per Rambaldi e Gentili e quarto posto per Ruta e Magni.

Nell’ultima regata, invece, il quattro senza campione del mondo, partito insieme ai due quattro senza pesi leggeri, non è riuscito a ricuperare l’handicap né sulla formazione Cappelli, Di Seyssel, Ficarra e Di Girolamo, che oggi sono stati autori di una bella gara combattuta dall’inizio e alla fine, e né su quello di Tuccinardi, La Padula, Goretti e Oppo che hanno letteralmente dominato la competizione. Una condotta di gara, quella della barca di Tuccinardi, che non ha mai avuto tentennamenti e, seppur accusando stanchezza dopo le quattro tirate, ha portato a termine una competizione di altissimo livello producendosi, sul finale, in un bel serrate. Nelle prossime ore la Direzione Tecnica, fatte le dovute analisi dei risultati, prenderà le decisioni su come formare la squadra che parteciperà alla prossima Coppa del Mondo programmata a Poznan (Polonia) dal 17 al 19 giugno.

  

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL