News

Il canottaggio ID da San Miniato a Gyor e poi a Boston

venerdì 8 Gennaio 2016

Il canottaggio ID da San Miniato a Gyor e poi a Boston

ROMA, 08 gennaio 2016 Durante la riunione tenuta dal Coordinatore tecnico nazionale Special Olympics per la Federazione Italiana Canottaggio, Paolo Ramoni, organizzata presso la sede del Comitato Regionale Lazio della FIC, alla quale hanno preso parte le Società che praticano il canottaggio per disabili intellettivi, è stata presa la decisione di partecipare a due manifestazioni internazionali Indoor Rowing Concept2: il Campionato Europeo a Gyor in Ungheria il 16 e 17 gennaio con una rappresentativa di 14 atleti ed il Campionato del Mondo di Boston negli USA a fine febbraio con una squadra di 9 atleti. Una partecipazione internazionale di prestigio che è anticipata dalla presenza in massa – ben 34 atleti LTA ID – al Campionato Italiano Indoor Rowing che si svolgerà nel weekend a San Miniato, organizzato dal vulcanico Enzo Ademollo, Presidente della Canottieri San Miniato.

“E’ un movimento in crescita, questo del canottaggio per atleti ID, che il Coordinatore nazionale Ramoni sta sviluppando in tutt’Italia – chiosa il Presidente Abbagnale, che aggiunge – “sono convinto che la nutrita partecipazione di atleti al Campionato Indoor e la successiva presenza agli Europei di Gyor ed ai Mondiali di Boston del Team Italia farà da ulteriore volano alla diffusione del canottaggio tra gli atleti di questa categoria”. Un inizio di anno molto impegnativo per il Coordinatore nazionale che, insieme al tecnico Giulia Magnatta, seguirà la squadra italiana nei due appuntamenti internazionali: “Entrambe queste opportunità si tramuteranno in una buona occasione per far conoscere anche all’estero la possibilità di praticare il canottaggio ad atleti con disabilità intellettiva – afferma Ramoni -. All’Europeo di Gyor in particolare, partecipano atleti ungheresi ed israeliani, che insieme agli atleti italiani rappresentano un’autentica ‘testa di ponte’ per il canottaggio Special Olympics. L’obiettivo è infatti quello di creare contatti e stimolare anche altri Paesi a portare avanti quello che in Italia accade da anni: dando la possibilità a tutte le persone con disabilità intellettiva, anche quelle con maggiori difficoltà, di praticare il canottaggio e l’indoor rowing.”
Le spese di queste ambiziose trasferte saranno sostenute da Terna Spa [Europei in Ungheria] e da Enel Cuore Onlus [Mondiali a Boston].

LEGENDA PARA-ROWING
LTA (LEGS–TRUNK–ARMS): l’atleta utilizza tutto il corpo: gambe, tronco e braccia. Appartengono a questa categoria atleti ed atlete non vedenti, amputati ad un arto o con altre minime disabilità fisiche.
 
ID (INTELLECTUAL DISABILITY): atleti con disabilità intellettiva e relazionale.


 

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL