News

Europei di Gy_r. Le considerazioni finali del Coordinatore FIC Special  Olympics Ramoni

martedì 19 Gennaio 2016

Europei di Gy_r. Le considerazioni finali del Coordinatore FIC Special  Olympics Ramoni

ROMA, 19 gennaio 2016 “Una bella squadra!” Con queste parole esordisce Paolo Ramoni, Coordinatore Nazionale Special Olympics per la Federazione Italiana Canottaggio, che traccia un bilancio all’indomani della conclusione dell’avventura in terra magiara del gruppo LTA ID degli Special Olympics Italia per i Campionati Europei Indoor 2016. “Siamo partiti venerdì come delegazione composta da atleti, tecnici ed accompagnatori di diverse società e città italiane, siamo tornati una squadra, una bella squadra! Al termine della trasferta gli atleti si sono scambiati i rispettivi numeri di telefono e si sono riproposti di fare una foto tutti insieme alla prossima gara. Anche l’elezione del capo squadra, domenica sera, è stato un bel momento, vissuto da tutti con allegria e “tensione” per i risultati. Penso che più di ogni parola siano le foto a rendere al meglio il clima di questa trasferta.

Per quanto riguarda gli atleti:

Chiara Manganozzi: l’esuberante piccola Chiara, partiva in progressione, sonnolenta la mattina, vivace nel resto della giornata;

Cinzia Francesconi: il punto di riferimento del gruppo femminile, di supporto alle sue compagne;

Damiano Di Iorio: il nostro principe fiorentino, educato ed attento osservatore di ogni particolare;

Gloria Cattani: quante volte avrà nominato Mauro? Tantissime!!! concentrata nei momenti giusti;

Lorenzo Sforza: il motivatore della squadra, il suo caricarsi con “spacco tutto” è diventato il motto della squadra;

Luigi Sifanno: i sorrisi di Luigi hanno contagiato tutto il gruppo;

Michele Fedi: a volte silenzioso, a volte se la rideva, il leader informatico del gruppo;

Simone Marchiori: nonostante la paura in fase di decollo e atterraggio, le ha affrontato con coraggio;

Simone Venturini: il nostro “caterpillar”, poche parole e tanta potenza;

Vittorio Malacarne: eletto dalla squadra capitano, non aggiungo altro.

Complimenti allo staff tecnico composto da Giulia Magnatta (can. Firenze), Francesca Scotti (Tevere Remo) e Mauro Martelli (VVFF Tomei), professionali e disponibili, sempre attenti ad ogni particolare che riguardasse gli atleti.

Grazie a Federico Vicentini (vice presidente SOI), dirigente accompagnatore, con grande spirito di adattamento ed umiltà pronto ad ogni situazione.

Grazie a Debora Pennacchio (can. Lazio) e Patrizia Scialò (Concept2) per il supporto concreto all’organizzazione logistica della trasferta.

Grazie a Special Olympics Italia per le maglie, alla FIC per la rilevanza mediatica che ha voluto dare all’evento e grazie a Terna Spa ed Enel Cuore Onlus per averci dato la possibilità di realizzare questa bella avventura.

Per quanto riguarda l’europeo come evento, pensavo fosse maggiormente partecipato. Molto bella l’Arena, buona l’organizzazione anche se si faceva fatica a capire che gara fosse in corso e non erano ben visibili i numeri dei singoli remoergometri. Per quanto riguarda la nostra partecipazione, sono stati cortesi ad ammettere la nostra categoria ed accordarci i due minuti di gara, anche se non disponibili a farci fare la staffetta integrata; in fase di premiazione hanno effettuato due cerimonie di consegna delle medaglie, una generale ed una premiando i primi 3 classificati”.

LEGENDA PARA-ROWING
LTA (LEGS–TRUNK–ARMS): l’atleta utilizza tutto il corpo: gambe, tronco e braccia. Appartengono a questa categoria atleti ed atlete non vedenti, amputati ad un arto o con altre minime disabilità fisiche.
 

ID (INTELLECTUAL DISABILITY): atleti con disabilità intellettiva e relazionale.
 
  
 
  

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL