News

Szeged, Italia in finale con tutti gli equipaggi nella seconda giornata  della Coupe

domenica 2 Agosto 2015

Szeged, Italia in finale con tutti gli equipaggi nella seconda giornata  della Coupe

SZEGED, 02 agosto 2015 – Percorso netto dell’Italia durante le batterie della seconda e ultima giornata della Coupe de la Jeunesse a Szeged, in Ungheria. Tutti e nove gli equipaggi azzurri impegnati nelle qualifiche hanno guadagnato l’ingresso all’ultimo atto, dove sono già presenti in finale diretta due senza, quattro con e otto.

Sul Maty, Lavinia Martini ed Eugenia Masotta (CC Aniene) fanno ancora la voce grossa nel due senza femminile, archiviando l’oro conquistato ieri e andando vincere nettamente la propria batteria su Belgio e Olanda, accedendo così alla finale. Dopo l’argento di sabato, inizia con il piede giusto anche l’avventura domenicale del quattro di coppia di Michele Rebuffo, Giacomo Costa (Rowing Club Genovese), Matteo Spreafico (SC Varese) e Alessandro Ramoni (ASD Canottieri Gavirate), che con una bella chiusura accede alla finale battendo Gran Bretagna e Spagna, con i primi tre equipaggi racchiusi in appena sei decimi.

Con il secondo posto alle spalle dell’Ungheria accede in finale il quattro senza di Jacopo Migliaccio, Nicolò De Sangro (CC Aniene), Mattia Magnaghi e Matteo Della Valle (SC Moltrasio), alle spalle dell’Ungheria e davanti alla Spagna. Secondo posto e ingresso in finale anche per il singolo di Davide Iacuitti (CC Barion), che dopo l’argento di ieri, oggi in batteria chiude a ridosso del francese Garcia e davanti al portoghese Oliveira, e per il doppio di Marcello Caldonazzo (SC Baldesio) ed Emanuele Giarri (SC Arno), oro ieri sul Maty e oggi in batteria battuti dalla sola Gran Bretagna, con il Portogallo terzo.

Proseguendo con gli equipaggi femminili, va in finale il capitano Emma Torre (SC Viareggio). La singolista azzurra, argento ieri dietro la portacolori della Gran Bretagna, chiude alle spalle dell’austriaca Kristof, bronzo al sabato proprio alle spalle del capitano del gruppo femminile a Szeged, e nettamente davanti alla polacca Manikowska.

Terzo e ultimo piazzamento utile per la finale per il doppio femminile di Beatrice Fioretta (CUS Torino) e Alice Stella (SC Telimar), vicinissimo al Belgio vincitore e all’Irlanda seconda, e per il quattro di coppia femminile di Silvia Crosio (Amici del Fiume), Sofia Tanghetti, Rowing Club Genovese, Arianna Bini e Isabella Mondini (ASD Canottieri Gavirate). Una bella notizia quell’accesso in finale del quadruplo rosa, terzo dietro Gran Bretagna e Austria, dopo che ieri non era riuscito ad agguantare il pass per la finalissima.

Infine, con il quarto posto, centra la finale anche il quattro senza femminile di Diletta Diverio, Khadija Alajdi El Idrissi, Letizia Tontodonati e Valentina Gallo (CUS Torino). Come al sabato, il quattro senza rosa italiano è quarto nella sua batteria di qualificazione, alle spalle di Spagna, Polonia e Francia, ma per effetto dei tempi, essendo sette gli equipaggi iscritti, entra in finale con l’ultimo pass utile, beffando l’Olanda, terza nell’altra batteria, per quattro secondi e mezzo.

Dalle 10.30 le finali, al termine delle quali sarà assegnata l’edizione 2015 della Coupe de la Jeunesse, della quale l’Italia è detentrice e che farà il massimo per confermarsi, forte dall’avere in finale tutti e dodici (finale diretta per due senza, quattro con e otto più i nove entrati dalle batterie) gli equipaggi in gara quest’oggi sul Maty.

 

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL