News

Seconda TRio 2016: in 141 a caccia delle maglie azzurre che contano

domenica 26 Aprile 2015

Seconda TRio 2016: in 141 a caccia delle maglie azzurre che contano

ROMA, 26 aprile 2015 – Con le convocazioni per la TRio 2016 diramate giovedì dalla Direzione Tecnica con a capo il ditti Giuseppe La Mura, è ufficialmente iniziata la settimana di cammino per 141 atleti e atlete verso il secondo appuntamento nazionale della stagione in corso, la TRio appunto, che si terrà insieme al secondo Meeting Nazionale per tutte le categorie da Ragazzi a Senior, con inizio venerdì prossimo sul lago di Piediluco,

Un appuntamento fondamentale. Per le società perché di fatto si tratta dell’ultimo impegno di rilievo precedente la prima tornata di Campionati Italiani: quando calerà il sipario sul Meeting mancheranno infatti 40 giorni esatti ai Tricolori Under 23, Ragazzi ed Esordienti, di scena sul rinnovato campo di regata di Lago Patria, a Napoli, e Piediluco resta l’ultima occasione per confrontarsi con gli avversari per i vari titoli. Per gli atleti di interesse nazionale perché, archiviato con successo il Memorial d’Aloja, sono alle porte le maglie azzurre che iniziano veramente a pesare in ottica mondiale e, per qualcuno, anche di qualificazione olimpica.

E dunque, in attesa dei numeri relativi al Meeting, grazie alle convocazioni già ufficializzate si può discutere di quelli della TRio 2016. Numeri mastodontici, che dimostrano come la Direzione Tecnica non voglia commettere errori di valutazione per il futuro: 24 Senior, 10 Pesi Leggeri, sei donne Senior, due donne PL, per un totale di 42 atleti a comporre il gruppo dei top, il Gruppo Olimpico; _16 Senior, 30 PL, 10 donne Senior, 14 PL, e così sono ben 70 gli atleti di interesse Nazionale, che cercheranno di insidiare le scelte dei tecnici azzurri in chiave olimpica e per gli impegni iridati Senior, PL e Under 23 maschili e femminili; sette Senior, 10 PL, tre donne Senior, due donne PL, ovvero 22 atleti individuati come riserve che cercheranno di sfruttare ogni occasione gli si parerà davanti per entrare o rientrare nel gruppo. Infine per le barche “con” sono a disposizione sette timonieri, tra cui una sola timoniera.

Il totale complessivo fa impressione: del giro azzurro Senior, PL e Under maschile e femminile sono a giocarsi i body dell’Italia la bellezza di 141 atleti da tutta la Penisola. _Dai 152 di fine marzo inizia a restringersi il gruppo di chi sogna l’azzurro. Il gruppo di chi, tra una settimana, e soprattutto più avanti, è chiamato a regalarci un grande spettacolo.

 

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL