News

Quattro ori e un argento per i toscani alla Coupe de la Jeunesse

martedì 4 Agosto 2015

Quattro ori e un argento per i toscani alla Coupe de la Jeunesse

PISA, 04 agosto 2015 – Grande Toscana a Szeged, in Ungheria, dove lo scorso fine settimana il bacino remiero del Maty ha ospitato la trentunesima edizione della Coupe de la Jeunesse. L’Italia, opposta alle altre undici nazioni in gara, ha conquistato per il secondo anno consecutivo, undicesima volta nella storia della manifestazione, l’ambito trofeo continentale, alzato al cielo in fase di premiazione dal consigliere federale Luciano Magistri.

Un grande supporto al successo finale degli azzurri su Gran Bretagna e Ungheria, i paesi rispettivamente secondo e terzo classificato, lo hanno dato i quattro azzurri impegnati con la maglia dell’Italia in acque ungheresi: Emanuele Giarri (Arno Pisa) sul doppio, Andrea Cattermol e Edoardo Benini (VV.F. Tomei di Livorno) sull’otto, Emma Torre (Viareggio) sul singolo femminile, capaci di portare a casa nella due giorni di finali quattro ori e un argento.

Doppio oro sia per Giarri che per il duo Cattermol/Benini. Il doppio dell’atleta pisano domina letteralmente sia al sabato, su Polonia e Belgio, che alla domenica, su Gran Bretagna e Belgio; l’ammiraglia dei due livornesi vince nettamente il sabato, su Olanda e Gran Bretagna, mentre fatica leggermente di più domenica, nella gara di chiusura della Coupe, imponendosi comunque sul Belgio e sulla Gran Bretagna.

Per la viareggina invece, nominata per acclamazione alla vigilia della trasferta capitano della squadra femminile in gara a Szeged, c’è un grande argento, ottenuto alle spalle della portacolori della Gran Bretagna, che riesce sul filo a beffare l’azzurra per pochi decimi. La domenica invece, Torre paga il forte vento contro, e non basta tutta la sua grinta per andare oltre il sesto posto.

Per i risultati dei toscani grande soddisfazione dei tecnici regionali al seguito: Luigi De Lucia, Coordinatore Tecnico della trasferta, Riccardo Mazzoni al seguito del singolo e Federico Micaelli al seguito del doppio, mentre grande felicità c’è anche all’interno dello staff tecnico del Tomei, che pur non presente in Ungheria ha seguito l’otto in preparazione per la Coupe sulle acque di casa.


Niccolò Bagnoli – Ufficio Stampa Comitato FIC Toscana –

 

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL