News

Aga, Bea e Allegra guidano la Toscana alla TRio 2016 e  al secondo Meeting

martedì 5 Maggio 2015

Aga, Bea e Allegra guidano la Toscana alla TRio 2016 e  al secondo Meeting

PISA, 05 maggio 2015 – Luca Agamennoni e Beatrice Arcangiolini, un livornese e una fiorentina. Sono loro i principali protagonisti per la Toscana del remo alla TRio 2016, la seconda della stagione, tenutasi lo scorso fine settimane sulle acque del lago di Piediluco, in Umbria. L’alfiere delle Fiamme Gialle, l’unico atleta nella storia azzurra a conquistare medaglie olimpiche sia di coppia che di punta, dimostra di aver messo nel mirino i Giochi di Rio nella coppia: a Piediluco trionfa al venerdì in doppio, con la giovane promessa padovana Francesco Cardaioli, mentre sabato e domenica si prende la vittoria nel quattro di coppia, con cui fu argento a Pechino nel 2008. Con questo stato di forma Agamennoni si candida fortemente a un posto di prestigio nella punta azzurra, che sia un quadruplo o addirittura sul doppio, che potrebbe essere oggetto di nuovi esperimenti.

Per la portacolori della Canottieri Firenze invece le vittorie sono due, in quattro senza venerdì e, più prestigiosa, in due senza con la trevigiana Alessandra Patelli, la domenica. Arcangiolini grazie a questi due successi può dirsi stabilmente rientrata nel gruppo olimpico, e può ambire anch’essa a maglie azzurre importanti, oltre a quella per il Mondiale Under 23 che appare ormai scontata. Insieme alla TRio 2016 si è svolto naturalmente il Meeting Nazionale per le categorie Ragazzi, Junior, Senio & Esordienti, che ha portato una pioggia di medaglie lungo e largo il Granducato. Già dal sabato, quando le finali in programma sono state appena otto, arrivano un oro tre argenti e un bronzo.

L’oro lo firma la bravissima Allegra Francalacci della Cavallini, vincendo il singolo Junior femminile, una gara tiratissima che la vede primeggiare per appena un secondo. I tre argenti sono dell’Accademia Navale Livornese grazie a Michele Puccini secondo nel singolo Esordienti, del misto Limite/Arno di Sarah Caverni e Chiara Cianelli nel due senza Junior femminile e della Firenze con Dario Favilli e Leonardo Pietra Caprina nel due senza Junior. Da quest’ultima gara arriva anche il bronzo: è della Limite, con Lapo Londi terzo in equipaggio misto con il CUS Ferrara.

Contando le finali della domenica, le vittorie toscane diventano undici complessivamente. Sugli scudi la Cavallina. Il club calcinaiolo realizza il personalissimo poker di successi, contando quello di Allegra del sabato, grazie a Serena Cicerchia nel singolo Pesi Leggeri femminile, di nuovo Francalacci nel doppio Junior femminile (misto Padova), e Sandra Celoni nel quattro di coppia Senior femminile (misto Vittorino da Feltre e Padovacanottaggio). Due vittorie per l’orbetellano Gianluca Santi, da anni al CUS Pavia, oro prima nel doppio PL e poi nel quadruplo leggero, dove con lui rema il calcinaiolo Edoardo Margheri, ora al club torinese dell’Esperia. Fa doppietta anche la Firenze, che vince prima nel due con grazie a Niccolò Mancusi Lotti al timone (misto Elpis Genova) e poi con i già citati Favilli e Pietra Caprina nel quattro senza Junior (misto Marina Militare e Savoia). Le ultime tre vittorie portano la firma di Heni Semandi per l’Orbetello nel quattro di coppia Ragazzi (misto Monate), dei pisani Luca Romani e Mirko Fabozzi nel due senza PL per il CUS Pavia e del duo Caverni/Cianelli (Limite/Arno) nel quattro senza Junior femminile (misto Pro Monopoli e Aniene).

Per la Toscana a Piediluco anche sei argenti (Romani e Fabozzi nel quattro senza PL; Limite con Tommaso Borsini e Sasha Puccioni nel quattro senza Senior e Londi nel quattro senza Junior; misto Firenze/Limite sull’otto Junior con i fiorentini Niccolò Mori, Federico Dini e il timoniere Mancusi Lotti per Firenze e Iacopo Cinelli e Andrea Nepi per la Limite; Pontedera nel quattro di coppia Senior con Alessandro Augusti, Andrea Califano, Manuel Igneri, Lorenzo Tinagli; Viareggio con Emma Torre nel doppio Junior) e sette bronzi (Orbetello con Dino Pari nel singolo Senior; misto Limite/Firenze con Tommaso Borsini e Damiano Sibillo nel due senza Senior; Firenze con lo stesso Sibillo più Lorenzo Lopez e Giacomo Braghiroli nel quattro senza Senior; Margheri nel doppio PL; il viareggino Davide Babboni, ora alla Marina Militare, nel doppio Senior; Arianna Mazzoni nel doppio Junior femminile; VV.F. Tomei con Andrea Cattermol e Edoardo Benini nel quattro senza Junior).

Niccolò Bagnoli – Ufficio Stampa Comitato FIC Toscana –


 

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL