News

I campioni Laura Milani ed Elia Luini incoronano Varese: Ha tutto  per diventare un grande campo di gara””

sabato 7 Settembre 2013

I campioni Laura Milani ed Elia Luini incoronano Varese: Ha tutto  per diventare un grande campo di gara””

VARESE, 07 settembre 2013 – Appena rientrati dai Mondiali Assoluti & Pesi Leggeri di Chungju in Corea del Sud entrambi con la medaglia al collo – lei l’oro nel doppio PL femminile, il primo titolo mondiale nella massima categoria per un equipaggio rosa dell’Italremo, per di più in una specialità olimpica; lui l’argento nel due senza PL, al ritorno alla punta otto anni dopo il bronzo iridato sul quattro senza PL del 2005 – Laura Milani ed Elia Luini sono a Varese quest’oggi ad assistere alla World Masters Regatta, invitati dal Comitato Organizzatore assieme a Elisabetta Sancassani, compagna di Laura sul doppio d’oro.

Giustappunto rientrati da Chungju, dal Mondiale coreano alla World Masters Regatta in casa. Notate delle differenze?

Elia: “Questa è una festa, l’attenzione del pubblico è per il parente o l’amico, mentre in Corea ovviamente ogni gara per il pubblico era un qualcosa da vedere. E poi la goliardia, la rilassatezza, la possibilità di interagire e conoscere tante persone provenienti da altre realtà… Tutte cose che in un Mondiale per così dire vero, non ti puoi permettere, c’è solo la concentrazione per le tue gare”.

Laura: “L’atmosfera. Qui è giocosa, mentre quando c’è in gioco qualcosa, come diceva Elia, la rilassatezza non è concessa. Però è bello vedere gente di questa età fare le gare, a me diverte molto”.

In questo weekend a Varese è pieno di atleti Master che in passato, come voi oggi, hanno partecipato a Olimpiadi e Mondiali. Voi in futuro vi vedreste a gareggiare nelle competizioni riservate ai Master?

Elia: “Io no. Sono dell’idea che se in carriera hai raggiunto certi risultati e hai dato il massimo arrivando a determinati livelli, poi è difficile accontentarsi di altro. Credo che, abituato a tenere certi ritmi, certi colpi, ci rimarrei troppo male a rendermi conto che non riesco più farlo ma continuare lo stesso a gareggiare. Più volentieri da Master mi vedo impiegato in un altro sport, dove tutto è diverso e dunque ho nuovi obiettivi da raggiungere”.

Laura: “Anche io non mi vedo a gareggiare da Master. Di sicuro continuerò ad allenarmi in barca per restare in forma, ma gareggiare tra i Master no. Potrei farlo solo eccezionalmente, e in un gruppo in cui mi trovo bene e mi diverto”.

Varese e il suo campo di gara si stanno affermando come location di valore internazionale e continuano a crescere: Coupe de la Jeunesse 2007, Europei Assoluti 2012, quest’anno la World Masters Regatta, nel 2014 i Mondiali Under 23 e infine è fresca la notizia dell’assegnazione di una tappa di Coppa del Mondo del 2015. Tanta attenzione verso il bacino della Schiranna secondo voi è meritata?

Elia: “Direi di sì, non manca nulla di ciò che ci deve essere, addirittura oggi hanno organizzato il deposito gratuito delle borse, una cosa che per noi a certi livelli è sempre presente ma non so in quante altre regate di questa categoria a giro per il Mondo trovi. E poi tanti altri piccoli particolari, come la wifi gratuita ad esempio. Un italiano non ci pensa, qui ha la sua connessione col cellulare o l’iPad, ma per chi viene da fuori è fondamentale. Penso a noi in Corea, dove sul campo di gara, connettersi o telefonare costava due euro e cinquanta al minuto… Hanno curato i dettagli insomma. Varese ha investito sul suo bacino, e sta raccogliendo i frutti del proprio lavoro”.

Laura: “Gli Europei dello scorso anno mi colpirono, l’organizzazione fu davvero ottima e questa World Masters Regatta conferma quanto di buono sanno fare in termine di organizzazione. Potenzialmente Varese e il suo lago possono diventare uno dei principali campi di regata a livello internazionale”.

E se lo dicono due che di campi di regata in anni di carriera ne hanno visitati a decine, c’è da fidarsi, e Varese deve essere felice delle affermazioni di questi due grandi campioni.


Niccolò Bagnoli


Nelle foto canottaggio.org: Laura Milani  e Elia Luini; Laura Milani al secondo carrello mostra l’oro conquistato sul doppio PL femminile ai Mondiali in Corea (davanti la compagna Elisabetta Sancassani); Elia Luini (primo da sx) con il compagno di barca Martino Goretti mostra sul podio l’argento iridato conquistato a Chungju sul due senza PL.


 

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL