News

Dario Galli: il canottaggio è una leva strategica per la promozione  del territorio

sabato 7 Settembre 2013

Dario Galli: il canottaggio è una leva strategica per la promozione  del territorio

VARESE, 07 settembre 2013 – È lapidario il Presidente del Comitato Organizzatore e della Provincia di Varese, Dario Galli, nel dire che: “Il Canottaggio è un’eccellente leva strategica per la promozione del territorio immerso in un contesto agonistico”. Come dargli torto quando si vede in giro una moltitudine di persone arrivate sulle rive del Lago di Varese da ogni parte del Mondo per disputare la World Master Regatta?

Persone che si divertono ammirando un territorio tra i più belli e spettacolari della Penisola. Un’iniezione di positività alla quale questo comprensorio è già abituato: “Stiamo raccogliendo i frutti di un lavoro iniziato nel 2008 – dice Galli – un lavoro che ci ha fatto assegnare nel 2011 la Coach Conference, nel 2012 il Campionato Europeo, nel 2014 il Campionato del Mondo Under 23 e, notizia della scorsa settimana arrivata da Chungju, l’organizzazione della II Prova di Coppa del Mondo nel 2015. Dopo il mondiale 2003 all’Italia non era stato più assegnato nessun evento internazionale. Noi con grande perseveranza abbiamo prima ricuperato i rapporti con la FISA e poi ci siamo proposti. Insomma, non siamo più sorvegliati speciali ma sicuri partner della FISA nell’organizzazione di grandi eventi remieri”.

Ma il Presidente Galli va oltre e allarga il discorso anche su altri aspetti molto importanti che, seppur collaterali, sono fondamentali in un’organizzazione di un evento come la World Master Regatta: “Varese è sì una piccola città, ma nel suo cuore è possibile trovare tutto il Made in Italy, e poi la vicinanza con l’aeroporto di Malpensa fa diventare questo incantevole posto un’eccellente meta da raggiungere velocemente”.

Insomma, Galli è davvero soddisfatto di come sta proseguendo questo evento sportivo poiché la gente è vicina al canottaggio e lo sport del remo è insito nel tessuto sociale del varesotto: “Nel comprensorio della Provincia di Varese vi sono ben 13 società e ogni 6 atleti tesserati alla Federazione Italiana Canottaggio uno proviene da questa zona, per cui ritengo che tutto il successo che stiamo riscuotendo è frutto del territorio grazie alle sue bellezze naturali e alla grande disponibilità della gente del posto che è riuscita a esprimere ben 500 volontari provenienti dalle scuole Superiori. Volontari preziosi che stanno vivendo un’esperienza indimenticabile poiché ognuno di loro parla almeno una lingua straniera”.

Nel concludere Galli ringrazia gli sponsor, anche loro parte del territorio: “Sono tutte aziende private che hanno creduto nel nostro progetto e oggi, complice anche il bel tempo, posso affermare che con il loro aiuto stiamo vivendo uno spettacolo unico al mondo fatto di gioia, felicità, e soprattutto sorriso, quel sorriso che è patrimonio di questo sport e che vedo nei visi di questi atleti, ma anche in quelli che sono tornati dai recenti mondiali di Chungju. Un sorriso che farà ritornare in questi luoghi parte di queste persone per rivivere questi momenti indimenticabili per loro ma anche per tutti noi”.
 

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL