News

5 medaglie Europee, 2 ori, 1 argento e 2 bronzi, per l’Italia

domenica 2 Giugno 2013

5 medaglie Europee, 2 ori, 1 argento e 2 bronzi, per l’Italia

SIVIGLIA, 02 giugno 2013 – Quattro mesi di lavoro (febbraio-maggio) per un inizio di quadriennio olimpico siglato dalla vittoria di due titoli europei nel doppio senior, del vice campione olimpico Romano Battisti e Francesco Fossi (Fiamme Gialle), e del doppio pesi leggeri femminile di Elisabetta Sancassani e Laura Milani (Fiamme Gialle) che si riconfermano campionesse europee; dall’argento vinto nel due senza pesi leggeri di Guido Gravina (RCC Cerea) e Giorgio Tuccinardi (Forestale); e dalle due medaglie di bronzo vinte nel quadruplo maschile (Luca Rambaldi (SC Padova), Simone Venier, Matteo Stefanini, Simone Raineri (Fiamme Gialle) e nel quattro di coppia femminile (Laura Schiavone-CC Irno, Giada Colombo-SC Tritium, Sara Magnaghi-SC Moltrasio, Gaia Palma-Sisport Fiat). Alle medaglie vanno aggiunti i tre quarti posti, medaglie mancate per un soffio, nel due senza senior uomini (Castaldo e Di Costanzo), nel doppio pesi leggeri (Micheletti e Ruta) e nel quattro senza pielle di La Padula, Dell’Aquila, Luini e Goretti. E poi ancora quattro quinti posti nel due senza donne (Arcangiolini, Marzari), nell’otto senior donne (Bellio, Bergamasco, Menegatti, Paccagnella, Gigliobianco, Faggin, Vannucci, Noseda, Contini-timoniere), nel singolo pesi leggeri uomini (Molteni) e nel singolo pielle femminile (Marasca). A completare il quadro delle 13 specialità in finale, il sesto posto del quattro senza senior maschile di Vicino, Canciani, Paonessa e Capelli.

Le quattro barche nelle finali B si sono invece classificate: 8° l’otto senior (Sansone, Abbagnale, Liuzzi, Infimo, Parlato, Tranquilli, Caianiello, Agrillo e Barattolo-timoniere),  9° il doppio senior donne di Pollini e Trivella, 10° il singolo maschile senior (Cardaioli) e 11° il singolo senior donne (Patelli).

Al termine del campionato Europeo il Direttore Tecnico Giuseppe La Mura ha così commentato: “Statisticamente la metà degli equipaggi che va in finale vince la medaglia e quindi a noi ne è mancata almeno una. I tre quarti posti confermano la mia teoria. Ho visto una squadra molto combattiva e pronta a competere alla pari con gli avversari, ma in alcune specialità dobbiamo ancora lavorare soprattutto sulla lunghezza della palata, anche se ho potuto notare una tecnica accettabile. Nel complesso sono soddisfatto di questo primo test”.

Prossimo appuntamento internazionale i Giochi del Mediterraneo che si terranno a Mersin (Turchia) dal 21 al 23 giugno.

Nelle immagini (© Canottaggio.org – ph mimmo perna): il doppio Battisti-Fossi; il doppio PL donne Sancassani-Milani
 

 

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL