News

Un giro turistico del Lario a remi per i 120 anni della Lario

giovedì 10 Marzo 2011

Un giro turistico del Lario a remi per i 120 anni della Lario

COMO, 10 marzo 2011 – Dopo il concerto al Teatro Sociale e la mostra nell’ex chiesa di San Francesco ecco un’altra straordinaria iniziativa per celebrare i 120 anni dello storico sodalizio remiero del Lago di Como, un giro del Lago a remi dal 19 al 22 maggio di quest’anno.

I mitici master della Lario Giovanni Tonghini e Cortelazzo Paolo – reduci del Raid Genova-Roma 2008 – con Eugenio Masola il sempreverde Gym (unitamente a uno staff di volonterosi e canottieri) hanno ideato e – chi ben comincia è già a metà dell’opera – Il Giro del Lago di Como (Lario) in edizione turistico croisiere, in 3 tappe di circa 60 km ciascuna. La logistica dell’evento è già allo stadio di messa in cantiere.

La Società Canottieri Lario di Como metterà inoltre a disposizione cinque barche per l’impresa: 1 coastal rowing a 4x , 2 jole da mare a 4+ di punta, 1 jole da mare a 4+ di coppia, 1 jole a 8+ di punta.

“Per omogenità di flotta sarebbe preferibile contare su barche da coastal rowing più affidabili in caso di lago disturbato” spiegano Tonghini, Cortelazzo e Masola. E l’attenzione per l’evento all’interno degli addetti al coastal, questa nuova disciplina del canottaggio è già alle stelle. “Speriamo – dicono gli organizzatori -nell’arrivo di uno o due equipaggi dalla Possillipo, uno dall’Ilva di Bagnoli, uno da Sanremo e almeno uno della Canottieri Luino e almeno uno della Lario, naturalmente, poi, gli altri ben vengano”.

Ecco in breve il programma della quattro giorni ai remi. Il ritrovo è a Como il 19 maggio (giovedì) nel pomeriggio (alla Canottieri Lario). Dove è previsto un briefing di benvenuto con illustrazione del percorso, delle tappe e sulle modalità di regata in flottiglia. “Si tratta di una regata non competitiva – precisano gli organizzatori – una crociera a remi con equipaggi maschili, femminili o misti. In serata è anche prevista una cena informale o più probabilmente una grigliata dei Master della Lario. La palestra della Lario sarà a disposizione degli ospiti per il pernottamento (con sacchi a pelo e materassini), verrà eventualmente allestita anche una tenda da campo, in alternativa, su richiesta, sono previste soluzioni alberghiere nei dintorni”.

La partenza del tour è fissata alle 7,00 di venerdì in flottiglia, con primo passaggio itinerante a Villa D’Este, Laglio -Villa Oleandra (dimora di George Clooney), Argegno, Isola Comacina, Punta Balbianello, Tremezzo, Villa Carlotta e sosta a Menaggio tra le ore 10 e le ore 11, con il primo punto di ristoro e la ripartenza ore 12,30 massimo. Quindi la prosecuzione per Acquaseria, Pianello Lario, Dongo, Gravedona, Gera Lario, Sorico via fiume Mera fino a Verceia dove si conclude la prima tappa. Il ritrovo serale sarà all’Hotel Saligari per la cena e il pernottamento.

Ospitalità a cura della Canottieri Retica con appoggio delle imbarcazioni.

Per chi lo volesse è prevista un “giro con pullmino per visita alla Abbazia di Piona Frati Cistercensi”. Sabato si parte sempre alle 7,00 in flottiglia, con passaggio itinerante da Colico, Piona esterno Olgiasca, Dorio, Dervio, Bellano (l’orrido è un luogo unico al mondo, da fotografare dal lago) Varenna (la Portofino del Lario) con sosta a Lierna (Riva Bianca) tra le 10 e le 11 per il ristoro.

Ripartenza alle 12,30 e prosecuzione per Olcio, Mandello del Lario (con passaggio dalla Canottieri Moto Guzzi) Abbadia Lariana, Lecco, giro del Lago di Garlate e arrivo a Pescate. Cena alla Canottieri Pescate ospitalità presso l’Hotel Le Torrette. E’ previsto un breve tour in pullmino dei luoghi Manzoniani.

Domenica, terzo giorno sveglia all’alba e partenza alle 7 in flottiglia, passaggio itinerante, Pescarenico, Valmadrera, Oliveto Lario, Limonta, sosta a Bellagio tra le 10 e le 11, ristoro a cura della Canottieri Bellagio e ripartenza alle 12,30, prosecuzione per Lezzeno, Nesso (dove c’è un altro orrido da fotografare), Pognana Lario, la Villa Pliniana, Torno, Blevio, arrivo e fine del giro a Como, con sfilata in porto Piazza Cavour in formazione, quindi l’approdo in Canottieri Lario per la Cena o in sede o a Brunate al “Falchetto”.La rotta è evidenziata nell’allegata cartina con le indicazioni delle progressive chilometriche.

Per la definizione dei costi, a carico dei singoli partecipanti, sono stati stimati 300,00 euro a persona per circa 40 persone. E’ richiesta la regolarità del tesseramento dei vogatori per l’anno agonistico 2011 o idonea certificazione sanitaria garantita dalla Società sportiva di appartenenza.

Il modulo di iscrizione allegato “A” deve essere compilato e spedito via mail a Canottieri Lario. Le società che non giungeranno con imbarcazioni proprie sono invitate a segnalare l’interesse e chiederemo la messa a disposizione delle barche federali appoggiate in Lombardia (l’eventuale contributo richiesto verrà addebitato agli equipaggi richiedenti).

Gli organizzatori ricordano che il giro è di circa 160 km e che necessaria una buona preparazione fisica. Gli organizzatori saranno a disposizione in primis per l’assistenza a terra, in gommone, e se necessario a dare il cambio in barca a chiunque ne farà richiesta. Sono graditi anche accompagnatori al seguito, sempre se segnalati per tempo, eventualmente disposti anche a remare per le mezze tappe. “Vi aspettiamo con panorami unici e con il calore della gente Lariana” concludono Tonghini e Cortelazzo.

Nelle foto: Due immagini di Tonghini (capovoga) e Cortelazzo (al secondo carrello) durante il raid Roma-Genova a remi del 2008

 

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL