News

Tre ori nel Meeting Nazionale per la Firenze

lunedì 9 Maggio 2011

Tre ori nel Meeting Nazionale per la Firenze

FIRENZE, 09 maggio 2011 – Non è stato un Meeting Nazionale facile per la Canottieri “Firenze” quello dello scorso weekend a Piediluco, a causa dell’incidente stradale che ha messo fuori gioco Giacomo Martinelli il giovedì prima della partenza, mentre sul campo di gara un forte mal di schiena ha messo ko Niccolò Ramella a metà del programma gare.

Il Direttore Tecnico biancorosso Luigi De Lucia è dovuto dunque correre ai ripari tra cambi e sostituzioni, ma alla fine tutto è scivolato liscio, e i risultati sono arrivati quasi tutti come ci si aspettava.

Sono tre le medaglie d’oro conquistate dalla “Firenze”, e la palma di protagonisti va a Bernardo Nannini e Pietro Zileri, capaci di conquistare la vittoria prima nel quattro con Junior e poi nel quattro senza Junior. Due barche miste con Paolo Di Girolamo e Matteo Lodo delle Fiamme Gialle (e il giovane fiorentino Niccolò Maggioni al timone del quattro con) formate su indicazione del CT della Nazionale Junior Claudio Romagnoli, due vittorie tutto sommato tranquille per Nannini e Zileri, che nel primo caso hanno regolato il Saturnia Trieste sul traguardo di circa nove secondi, mentre nel secondo l’argento finisce al collo dell’Aniene di Roma per sei.

Per l’universo-“Firenze” particolarmente significativa è la gara del quattro con Junior, perché il bronzo finisce all’equipaggio societario biancorosso formato da Guido Giordano, Lorenzo Pietra Caprina, Lorenzo Fossi e Niccolò Ramella, timoniere Dario Favilli, bravi a inserirsi tra i triestini secondi classificati ed il Posillipo, quarto a un secondo e mezzo dai quattro fiorentini.

Da sottolineare che al termine di queste due gare, Romagnoli ha trattenuto per il raduno nazionale in programma fino al 10 maggio gli stessi Nannini, Zileri ed il timoniere Favilli, oro all’esordio al timone sempre sul quattro con Junior nella gara Nazionale del 3 aprile.

Il terzo oro è frutto sempre di un quattro senza Junior, stavolta femminile, e sempre di un’indicazione giunta dal CT del settore, in questo caso Josy Verdonkschot. Le due fiorentine d’oro sono Beatrice Arcangiolini e Sofia Ferrara, che in formazione tutta toscana con Sandra Celoni della Cavallini Calcinaia e Silvia Terrazzi dell’Arno Pisa vincono la regata con otto secondi sul misto torinese Cus Torino/Esperia.

Soddisfazione alle stelle per Beatrice e Sofia, che si confermano due colonne del quattro senza più forte (erano sulla barca vincente anche al Meeting di aprile, con Giulia Campioni della San Miniato e sara Magnaghi della Moltrasio) e si levano lo sfizio dell’oro dopo l’argento conquistato in apertura con il due senza Junior, dietro la Canottieri Palermo e davanti proprio al misto Cavallini/Arno delle compagne Celoni e Terrazzi.

Da notare come la gara del quattro senza Junior femminile sia stata una sorta di fotocopia del quattro con Junior maschile, dal momento che quì il bronzo è finito al collo delle biancorosse Lucrezia Fossi ed Elisa Muccini, in gara nel misto con Gaia Nencini (Arno Pisa) e Claudia Papenti (Cavallini Calcinaia).

Il circolo del Ponte Vecchio torna da Piediluco con altre quattro medaglie: la già citata Fossi nel singolo Ragazzi femminile resiste all’assalto della portacolori del Padova (meno di quattro decimi il distacco) e si prende il bronzo dietro Lega Navale Barletta e Speranza Prà Genova; sempre nel singolo femminile, categoria Senior, gara al cardiopalma per Gioia Sacco, argento dietro Marta Novelli del Sisport FIAT Torino e davanti a Claudia Fascoli del CUS Pavia, con le tre atlete che finiscono in un fazzoletto di appena due secondi e mezzo; nel due con Senior bronzo per Andrea Marcaccini ed Edoardo Gattai, timoniere Maggioni, dietro Saturnia e Posillipo, con i due fiorentini primi tra gli Under 23; è d’argento il quattro con Ragazzi di Neri Muccini, Guido Scalini, Matteo Pola e Alessandro Calabrese, timoniere Maggioni, dietro Stabia e davanti al CUS Bari.

Non soddisfa purtroppo, tra le barche che mancano la medaglia, la prova dell’otto Junior: Lorenzo Pietra Caprina, Lorenzo Fossi, Guido Giordano, Niccolò Del Bravo, Duccio Romei, Lapo Corenich, Leonardo Sarti, Stefano Morganti della Tremezzina con Dario Favilli sono solo sesti, a dodici secondi dal podio. C’è da dire che i campionati italiani Junior distano ancora sei settimane e sulla barca, se De Lucia deciderà di proseguire su questa strada, ci sono da inserire Nannini, Zileri, Ramella e Martinelli, quest’ultimo se il ginocchio infortunato recupererà in tempi brevi.

Infine, spazio per un altro oro, nell’otto Cadetti della Toscana in gara per il Trofeo delle Regioni: sull’ammiraglia vincente con il body del Pegaso ci sono i fiorentini Leonardo Pietra Caprina, Andrea Ferrara, Arturo Pallanti, Pietro Susini e Favilli al timone.

 

Niccolò Bagnoli – Ufficio Stampa Società Canottieri “Firenze” –


 

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL