News

Mondiali Under23? La Lario c’è

mercoledì 20 Luglio 2011

Mondiali Under23? La Lario c’è

COMO, 20 luglio 2011 – C’è tanta Lario – e forse ce ne potrebbe essere anche di più – ad Amsterdam dove sono in corso i Mondiali Under 23 di canottaggio. Domani sarà la prima giornata di gara per le tre giovani dal body bianconero che hanno staccato il biglietto per la rassegna iridata. Riflettori naturalmente puntati sul quattro di coppia campione del mondo uscente.

Rispetto all’equipaggio di Brest in Bielorussia è cambiato un solo elemento. Giulia Pollini della Cernobbio è infatti passata nella categoria Senior, ma al suo posto è salita in barca un’altra Giulia del Lago di Como, Giulia Longatti della Lario, alla sua seconda esperienza nella categoria dopo l’ottima prova del 2010 nel doppio assoluto. Con la Longatti le tre ragazze d’oro 2010 ad iniziare dalla nostra Sabrina Noseda, quindi Eleonora Trivella (Lazio) e Deborah Battagin (Monate). L’equipaggio è parso particolarmente in “palla” nell’ultimo ritiro, ma si sa, ogni annata nella categoria Under 23 fa storia a sé e i primi reali riscontri della condizione della barca selezionata da Josy Verdonkschot si attendono domani dalle batterie. Sono otto gli equipaggi iscritti, l’obiettivo minimo delle azzurre è quindi la finale. Il programma prevede batterie domani alle 9.54 e alle 10. il recupero venerdì alle 9.42 la finale B alle 11.36 di sabato e la finale A alle 16.24 sempre di sabato.
 
E’ salita invece sul quattro senza Gaia Marzari che con i suoi 19 anni da compiere è una delle atlete più giovani dell’intero campionato del mondo. Dopo il settimo posto da Junior nel quattro di coppia cambio di barca e di remata quindi per Gaia che affronterà questo appuntamento con la solita grinta e serietà. Le compagne di avventura della Marzari sono Veronica Paccagnella (Sampierdarenesi), Laura Basadonna (Sisport Fiat) e Silva Torsellini (Gavirate).

Con sette equipaggi in gara Gaia cercherà quantomeno di migliorare il risultato dell’anno scorso. E l’equipaggio potrebbe avere i numeri anche per fare qualcosa di grande.

Il quattro senza sarà la prima barca a scendere in acqua domani (le batterie sono alle 9.30 e 9.36) l’eventuale recupero alle 9.30 di venerdì e la finale A alle 16 di sabato. Benissimo le donne della Lario, con Aurelia Wurzel che ha vissuto comunque gran parte dell’avventura azzurra quest’anno, qualcosa di più che un semplice rammarico invece per il settore maschile e per un altro Wurzel, Marius. Lo scorso anno a Brest era stata infatti protagonista anche un’altra barca della Lario, il 2- di Marius Wurzel e Carlo Stradella, che purtroppo quest’anno pur entrambi in categoria e in condizione non sono stati selezionati dal direttore tecnico Antonio Baldacci non senza qualche “mal di pancia” tra la dirigenza di viale Puecher.

 
Paolo Annoni – Ufficio Stampa Canottieri Lario G.Sinigaglia

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL