News

Mondiali di Bled: Sabrina Noseda in finale, Claudia Wurzel e Sara  Bertolasi in semifinale

domenica 28 Agosto 2011

Mondiali di Bled: Sabrina Noseda in finale, Claudia Wurzel e Sara  Bertolasi in semifinale

COMO, 29 agosto 2011 – Giornata decisamente positiva ai Mondiali di Bled per i colori della Canottieri Lario G.Sinigaglia, presente alla competizione iridata con ben quattro atleti, Claudia Wurzel e Sara Bertolasi (sul due senza, specialità olimpica), Sabrina Noseda (campionessa del mondo 2010 Under 23) sul quattro di coppia leggero e Luca Varesano, il giovane ospite dell’Istituto Villa Santa Maria di Tavernerio. Ieri Luca era l’unico sicuro di entrare in finale, nella sua categoria il quattro con di atleti con disabilità mentali sono solo quattro gli equipaggi iscritti. Domani mattina alle 9.54 è in programma una “sgambata” sul campo di regata per definire le corsie e la finale sarà giovedì alle 12.03. Luca è seguito a Bled dal terapista di Villa Santa Maria e allenatore della Lario, Fausto Panizza.

Ma torniamo alle gare di ieri. L’iridata 2010 Sabrina Noseda reduce da una stagione esaltante, anche se nella categoria Under 23 non è arrivata quest’anno la medaglia mondiale, e convocata anche per la Nazionale maggiore ha ritrovato sulla barca la Cernobbiese Giulia Pollini, con cui ha condiviso gran parte della carriera oltre ad Elena Coletti ed Erica Bello. Sono 12 le nazioni in gara nel quattro di coppia leggero. L’Italia è nella prima batteria. E lo smalto delle azzurre si nota fin dalla partenza bruciante che lascia di stucco le quotate avversarie australiane, americane e tedesche. La barca italiana prende la prima posizione e non la cede più, facendo gara solitaria con un vantaggio stabile attorno ai 3 secondi lungo tutta la regata. Sabrina, Giulia, Elena e Erica chiudono in scioltezza con un 6’36″14 che è anche il terzo tempo della giornata. L’altra batteria è molto più combattuta con le inglesi e le cinesi grandi protagoniste chiuderanno con un arrivo al fotofinish con la Gran Bretagna vincente 6’34″95 davanti alla Cina in 6’35″03. Potrebbero essere loro le avversarie di maggiore spessore nella finale in programma sabato alle 12.13. Ma in un Mondiale non esistono risultati scontati.

Come non era scontata la qualificazione in semifinale dell’equipaggio tutto Lario che sogna le Olimpiadi di Londra il due senza di Sara Bertolasi e Claudia Wurzel. Domenica una buona batteria, ma non sufficiente per la qualificazione. Sedici le nazioni in gara, 6 vanno in finale e 9 vanno alle Olimpiadi. Ma l’obiettivo dei ripescaggi è arrivare nei primi tre. Ai 500 metri l’Italia è proprio in terza posizione dietro Romania e Croazia, ma a metà gara Sara alza il numero dei colpi è l’Italia è seconda. Il distacco con il gruppo delle inseguitrici è incoraggiante, oltre 2″. Claudia e Sara non mollano e provano a prendere la quotata Romania. Ai 1.500 la gara è a due, con le ragazze dell’Est in vantaggio di 2″ sulle azzurre. Le due azzurre pagano un po’ lo sforzo con la Romania fa un “tempone” 7’09″70, l’Italia è seconda in 7’12″50, terza la Germania che ha rosicchiato tutto il vantaggio alla nostra barca in 7’13″66. Claudia e Sara sono in semifinale, l’avventura di Bled con lo sguardo alle Olimpiadi di Londra prosegue come da programma. Appuntamento mercoledì con le semifinali e giovedì con le finali A o B che siano, si deve qualificare la barca per Londra. E i riscontri cronometrici con le avversarie sono incoraggianti. Nelle batterie Claudia e Sara hanno ottenuto l’ottavo tempo, che se il canottaggio fosse solo una corsa contro il cronometro vorrebbe dire Londra 2012.


Nelle foto (D.Seyb © canottaggio.org) il due senza azzurro e i componenti del quattro di coppia leggero e del quattro con per disabilità intellettive (la didascalia nel nome file).

 

Paolo Annoni – Ufficio Stampa Canottieri Lario G.Sinigaglia

 

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL