News

Jacopo Mancini è campione d’Italia Indoor per la San Miniato

lunedì 31 Gennaio 2011

Jacopo Mancini è campione d’Italia Indoor per la San Miniato

SAN MINIATO, 31 gennaio 2011 – Erano passate da poco le 11.20 del 3 luglio 2005: il due senza Ragazzi femminile della Canottieri San Miniato con a bordo Greta Frosini e Serena Cicerchia taglia il traguardo in scioltezza con oltre dieci secondi su Varese e Moto Guzzi, conquistando il titolo italiano in quel di Gavirate.

Era da allora che un boato tricolore non rimbombava sulle rive del lago di Roffia, quartier generale del circolo giallorosso tirato su con passione e sudore nei primi anni ’90 da Enzo Ademollo, oggi presidente e vero factotum della società.

Questo boato ha un nome e un cognome: Jacopo Mancini, classe 1994, da quest’anno tesserato per la San Miniato e già campione toscano Ragazzi di Indoor Rowing a Livorno il 13 gennaio, che domenica 30 a San Benedetto del Tronto, facendo registrare uno stratosferico 6’ 17” e 50 ha sbaragliato altri ventotto pretendenti al titolo diventando campione d’Italia Ragazzi di remoergometro, riportando a San Miniato un tricolore che mancava appunto da cinque anni e mezzo.

Una gara esplosiva quella condotta da Jacopo, che senza mai mollare dal primo all’ultimo dei 2000 metri di gara ha sfiancato gli avversari, conquistando quello che è anche il suo primo titolo italiano con quasi sei secondi di margine su Francesco Fragliasso del Posillipo e oltre nove su un altro napoletano, Renato Vatieri del Savoia.

Ademollo ed il suo allenatore, Giorgio Bani (che segue Jacopo da quando era tecnico del Club Remiero Calcinaia), adesso sanno di avere per le mani un talentino sul quale contare, non per niente il giovanissimo Mancini è uno dei cinque frequentanti del College Remiero Federale di Piediluco, dove studia e si allena sotto la guida di Alda Cama e del leggendario tri-campione olimpico Agostino Abbagnale.

La Canottieri San Miniato nelle Marche non è stata però solo Mancini: Giulia Campioni è stata brillante protagonista di una delle gare più tirate dell’intera manifestazione, quella Ragazzi femminile, chiusa come l’anno scorso con la conquista della medaglia di bronzo dietro Chiara Ondoli della De Bastiani Angera e l’altra toscana Sandra Celoni della Cavallini di Calcinaia. Tre dal titolo, due dall’argento, tanti sono stati i secondi che hanno separato la bravissima Giulia da una gloria maggiore, ma a conferma dell’altissimo livello di questa regata occorre sottolineare come la quarta classificata subito dopo di lei, un’altra toscana (Silvia Terrazzi dell’Arno Pisa) sia arrivata a soli due secondi e mezzo dallo scipparle il bronzo.

Non è finita qui: Chiara Yahya ha vinto l’argento nella gara Allievi C femminile, confermando di essere una valida atleta per il futuro dopo il toscano vinto a Livorno nella medesima categoria. Per il resto Dario Belardi è arrivato dodicesimo tra i Cadetti, mentre Rebecca Corsoni è ottava nella stessa gara della compagna Giulia Campioni.

 

Ufficio Stampa Canottieri San Miniato

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL