News

Giulia Campioni oro nel primo Meeting Nazionale

martedì 5 Aprile 2011

Giulia Campioni oro nel primo Meeting Nazionale

SAN MINIATO, 5 aprile 2011 – Per il momento Campioni lo è di nome, e perché lo sia di fatto ci vuole ancora tanto duro lavoro. Le premesse però perché si avvicini a tale status potrebbero però esserci tutte, ed il Meeting Nazionale tenutosi sabato 2 e domenica 3 aprile a Piediluco ha dato la sua conferma.

E’ Giulia Campioni infatti a tingere d’oro la prima regata nazionale della stagione per la Canottieri San Miniato, grazie ad una vittoria sul quattro senza Junior femminile misto con le toscane Beatrice Arcangiolini e Sofia Ferrara della Firenze e con la lombarda Sara Magnaghi della Moltrasio.

Una vittoria che a dire la verità giunge senza troppi patemi, soprattutto visto l’alto valore delle altre iscritte: secondi e terzi sono arrivati altri due quattro senza misti con sopra ragazze già campionesse italiane e maglia azzurra. Anche Giulia era in buona compagnia (Magnaghi ha partecipato ai Mondiali Junior 2010, Arcangiolini è campionessa italiana e due volte oro alla Coupe de la Jeunesse, Ferrara ha vinto tre volte il tricolore), e ha dato il 100% per affiatarsi con le sue nuove compagne negli allenamenti pre-Meeting a Firenze e poi nelle uscite venerdì e sabato a Piediluco prima delle gare.

Con questo successo Giulia, ancora nella categoria Ragazzi femminile e dunque con ampi margini di crescita, si fa spazio agli occhi del Commissario Tecnico del settore femminile, Josy Verdonkschot, anche grazie al sesto posto in finale B (quattordicesima in totale, nella foto allegata un momento della sua gara) nel singolo Junior femminile, dunque gareggiando ancora con atlete più grandi di lei. Non si sa ancora se al prossimo Meeting, tra un mese, verrà riproposta la stessa imbarcazione, comunque sia adesso Giulia, già convocata ai raduni della Nazionale nel 2011, fa parte di quel ristretto gruppo di atlete che possono giocarsi qualcosa di importante.

Tra i maschi lo stesso discorso vale per Jacopo Mancini, anch’egli ancora nella categoria Ragazzi e impegnato a Piediluco in due gare Junior, nelle quali però non riesce ad esprimersi sui livelli mantenuti fin qui nel 2011 (campione italiano e toscano di Indoor Rowing, vittorioso nella gara Nazionale di fondo a Torino e nella Regionale del Lazio a Sabaudia).

Sul singolo infatti il ragazzo cresciuto a Calcinaia sotto l’attuale allenatore del club giallo-rosso Giorgio Bani agguanta la semifinale, ma manca poi l’ingresso in finale di poco meno di dieci secondi, ed alla fine, come Giulia, è sesto in finale B. Sul doppio, assieme a Matteo Freddi dei VV.F. Maggi di Ancona, è protagonista di una discreta batteria di qualificazione (entra in semifinale col sesto tempo assoluto), ma in semifinale, dopo una battaglia con l’Idroscalo di Milano, chiude terzo a circa quattro secondi dalla finale. Nella finalina arriva terzo (undicesimo totale), a un secondo e mezzo dalla vittoria.

Un weekend storto nulla toglie comunque alle ambizioni di Mancini, che dopo le gare è rimasto a Piediluco, dove continuerà ad allenarsi al College Remiero Federale di cui fa parte assieme ad altri quattro ragazzi da tutta Italia, con l’obiettivo di presentarsi in grande forma al prossimo Meeting a maggio, e nell’attesa che Bani, di concerto con chi segue Jacopo nel giro della Nazionale (il CT del settore Claudio Romagnoli e gli allenatori del College, Agostino Abbagnale e Alda Cama) non trovi per lui nuove soluzioni.

Niente finale invece per gli altri giallo-rossi presenti a Piediluco. Nel due senza Ragazzi i gemelli Giulio e Lorenzo Bartali sono i primi della loro semifinale a non qualificarsi per la finalissima, e in una combattutissima finale B, cinque equipaggi in quattro secondi, arrivano quarti (decimi assoluti); nel doppio Junior invece Michele Ferreli e Matteo Pergoli entrano bene in semifinale ma lì poi sono sesti, mancando l’accesso alle due finali, A e B. Insieme poi i quattro samminiatesi gareggiano nel quattro di coppia, senza però andare oltre la batteria di qualificazione.

A Piediluco c’è stato posto anche per le gare dei vari comitati con gli Allievi e Cadetti per il Trofeo delle Regioni. Nel quattro di coppia Cadetti femminile la Toscana ha presentato due barche, e su una hanno gareggiato le due giallo-rosse Soraya Corsoni e Chiara Yahya, assieme a Lucia Carmignani della Giacomelli di Pisa e ad Asia Manfredi della Cavallini di Calcinaia. Il risultato finale recita quinto posto, ma poco importa: le quattro giovani ragazze sono tutte categoria Allievi C, dunque per aver gareggiato contro imbarcazioni formate da atlete più grandi di un anno possono ritenersi soddisfatte.

 
Ufficio Stampa Canottieri San Miniato

 

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL