News

Mondiali: due senza leggero in finale, quattro senza leggero  in semifinale

martedì 2 Novembre 2010

Mondiali: due senza leggero in finale, quattro senza leggero  in semifinale

KARAPIRO (NZL), 02 novembre 2010 – Il due senza pesi leggeri di Luca Motta e Giorgio Tuccinardi stacca il pass per la finale, il quattro senza pesi leggeri (Jirka Vlcek, Daniele Danesin, Andrea Caianiello, Martino Goretti) entra in semifinale. Va in archivio così la terza giornata dei Mondiali Assoluti di Lake Karapiro (Nuova Zelanda), una giornata caratterizzata dal sensibile miglioramento del bacino di gara con vento a favore di intensità pari a 3,8 metri al secondo nella prima parte della mattinata prima dell’abituale calo nel pomeriggio.

Motta e Tuccinardi battono il Canada ed eliminano il Cile dopo aver gettato cuore e anima nel loro recupero: viene cancellata l’opaca prestazione degli Europei, ora il due senza pesi leggeri pensa alla finale di venerdì (2:03, le 14:03 in Italia) dove, oltre ai canadesi, incontrerà i campioni mondiali della Francia, la Gran Bretagna, la Nuova Zelanda e la Germania.

Il quattro senza leggero modifica l’assetto della propria barca (leve più dure contrariamente alla batteria di ieri) e recupera convinzione nei propri mezzi rifilando oltre un secondo all’Australia e 2’’58 al Sudafrica: per Goretti e compagni giovedì ci sarà un’infuocata semifinale.

Nella categoria Adaptive il doppio di Silvia De Maria e Daniele Stefanoni passa il recupero dopo essersi classificato al terzo posto al termine di un equilibrato confronto con Brasile e Australia (tre barche in 1’82). Semaforo rosso per il quattro con (Daniele Signore e Luca Agoletto, Lucilla Aglioti e Mahila Di Battista, tim. Alessandro Franzetti), stoppato da Irlanda e Stati Uniti (1’’42) nonostante la perdita del terzo carrello comporti l’esclusione della Polonia, a lunga al comando della gara.

Nelle gare per le assegnazioni delle corsie, vince il quattro di coppia pesi leggeri maschile (Franco Sancassani, Pietro Ruta, Fabrizio Gabriele, Stefano Basalini), si piazzano terzi il due con (Paolo Perino, Pierpaolo Frattini, tim. Andrea Lenzi) e il quattro di coppia pesi leggeri femminile (Deborah Battagin, Enrica Marasca, Laura Milani, Erika Bello). Tra gli Adaptive, secondo posto per il quattro con “intellettivi” (Giorgia Indelicato, Elisabetta Tieghi, Francesco Borsani, Matteo Brunengo, tim. Andrea Lenzi) e quinto per Tiziana Leobruni nel singolo.

Questa notte altre quattro barche azzurre gareggiano nel recupero per centrare la qualificazione alla semifinale (doppio maschile) e alla finale (doppio femminile, quattro di coppia e quattro senza maschile). I due doppi pesi leggeri sono impegnati nelle semifinali.

Alle 23:29 (le 11:29 di mercoledì 3 novembre in Nuova Zelanda) tocca al doppio di Laura Schiavone ed Elisabetta Sancassani conquistare una delle prime due posizioni contro Repubblica Ceca, Cina, Stati Uniti e Danimarca. Alle 23:59 scatta la prova del doppio di Gabriele Cagna e Federico Ustolin che insieme a Egitto, Argentina, Svizzera, Australia e Slovenia lotterà per uno dei tre posti valevoli per la semifinale.
Cina, Grecia, Gran Bretagna, Stati Uniti e Nuova Zelanda nel doppio pesi leggeri sulla strada di Giulia Pollini ed Erika Bello per entrare in finale a mezzanotte e 11. Mezz’ora dopo scende in acqua il doppio leggero di Lorenzo Bertini ed Elia Luini contro Stati Uniti, Francia, Canada, Cina e Slovenia.

All’una e un minuto gli under 23 Mario Paonessa, Francesco Fossi, Vincenzo Capelli e Andrea Palmisano cercano l’impresa nel quattro senza: occorre mettersi dietro tre avversari tra Germania, Canada, Stati Uniti e Cina. Chiusura di giornata (h. 01:31) per il quattro di coppia dei finanzieri Luca Agamennoni, Simone Venier, Matteo Stefanini e Simone Raineri: per loro vale lo stesso discorso (primi due classificati in finale) contro Ucraina, Gran Bretagna, Cina, Nuova Zelanda e Stati Uniti.

Alle 23:53 la gara per l’assegnazione delle corsie dell’otto pesi leggeri: l’Italia campione del mondo, con Matteo Pinca (carrello numero 4) al posto dell’infortunato Emiliano Ceccatelli e insieme al capovoga Bruno Mascarenhas, Livio La Padula, Gennaro Gallo, Armando Dell’Aquila, Luca De Maria, Davide Riccardi e Luigi Scala (tim. Vincenzo Di Palma), sfida Germania, Cina, Australia e Stati Uniti.


Nelle foto (D.Seyb ©)
: il due senza leggero Motta-Tuccinardi; il quattro senza pesi leggeri; il doppio Adaptive Stefanoni-De Maria; il quattro di coppia pesi leggeri (cliccare sulle immagini per ingrandirle)

 

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL