News

Karapiro, Risultati e resoconti BATTERIE 1^ giornata

sabato 30 Ottobre 2010

Karapiro, Risultati e resoconti BATTERIE 1^ giornata

KARAPIRO (NZL), 31 ottobre 2010

 
Doppio Pesi Leggeri Femminile (i primi due in semifinale, gli altri ai recuperi)
Giulia Pollini (Cernobbio) ed Erika Bello (Lazio) trovano subito pane per i propri denti in una batteria di ferro. La Grecia di Tsiavou e Giazitsidou impone immediatamente il proprio ritmo: solo il Canada riesce a prendere il treno ellenico ed è una scelta felice perchè a metà gara il discorso qualificazione è già blindata. Grecia e Canada hanno già un vantaggio di oltre quattro secondi su Cina, Italia e Giappone. Giulia ed Erika passano la Cina ai 1400 ma poi non consumano troppe energie per difendere la posizione tagliando il traguardo al quarto posto. Canada (6’54”14) e Grecia vanno così subito avanti insieme a Gran Bretagna (7’02”12) e Austria, Stati Uniti (7’02”23) e Germania
(b2)
1) CAN (Lindsay Jennerich, Tracy Cameron) 6’54”14, 2) GRE (Christina Giazitzidou, Alexandra Tsiavou) 6’56”55, 3) CHN (Wenyi Huang, Feihong Pan) 7’03”53, 4) ITA (Giulia Pollini, Erika Bello) 7’04”86, 5) JPN (Akiko Iwamoto, Atsumi Fukumoto) 7’15”52
(b1)
1) GBR (Hester Goodsell, Sophie Hosking) 7’02”12, 2) AUT (Manuela Laimboeck, Michaela Taupe-Traer) 7’04”24, 3) NZL (Lucy Strack, Julia Edward) 7’06”86, 4) ESP (Maialen Arrazola Santesteban, Teresa Mas De Xaxars Rivero) 7’07”21, 5) AUS (Alice Mcnamara, Hannah Every-Hall) 7’13”28, 6) FRA (Eugenie Vince, Elise Maurin) 7’14”08.
(b3)
1) USA (Ursula Grobler, Abelyn Broughton) 7’02”23, 2) GER (Daniela Reimer, Anja Noske) 7’03”80, 3) BEL (Jo Hammond, Evi Geentjens) 7’13”80, 4) NED (Rianne Sigmond, Maaike Head) 7’14”84, 5) POL (Magdalena Kemnitz, Agnieszka Renc) 7’25”98.

Due senza Pesi Leggeri Maschile (primo in finale, gli altri ai recuperi)
Luca Motta (Armida) e Giorgio Tuccinardi (Forestale) aprono il Mondiale dell’Italia nella seconda batteria del due senza PL. Partenza abbastanza veloce e secondo posto dopo i primi 500 metri: 51 centesimi dalla Gran Bretagna, presto sfilata dalla Germania che comanda in modo autorevole. Ai 1000 Italia terza, a 1”29 dalla qualificazione che sfuma nel terzo parziale di gara. Tedeschi primi con 3”19 sulla Gran Bretagna e 3”56 sugli azzurri che comunque hanno la platonica soddisfazione di terminare la propria fatica in seconda posizione. Luca e Giorgio ai recuperi.
Insieme alla Germania (6’40”11) di Wisgott e Wichert, passa la Nuova Zelanda di Oberlin-Brown e Lassche (6’33”35) che, un po’ a sorpresa, spedisce i campioni del mondo Tilliet e Bette ai recuperi.
(b2)
1) GER (Daniel Wisgott, Lars Wichert) 6’40”11, 2) ITA (Luca Motta, Giorgio Tuccinardi) 6’43”11, 3) GBR (Chris Boddy, Adam Freeman-Pask) 6’47”04, 4) CAN (Matt Jensen, Rares Crisan) 6’52”77, 5) ESP (Arnau Bertran Sastre, Andreu Castella Gasparin) 7’00”00.
(b1)
1) NZL (Graham Oberlin-Brown, James Lassche) 6’33”35, 2) FRA (Fabien Tilliet, Jean-Christophe Bette) 6’36”48, 3) USA (Evangelos Tsourtsoulas, Michael Nucci) 6’41”73, 4) SUI (Patrick Joye, Raphael Jeanneret) 6’43”13, 5) CHI (Fabian Oyarzun Zbinden, Miguel Cerda Silva) 6’56”75, 6) DEN (Lasse Dittmann, Martin Kristensen) 6’57”41.
 

 

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL