News

Amarcord: i Mondiali del 1978 ricordati dalla FISA

mercoledì 3 Novembre 2010

Amarcord: i Mondiali del 1978 ricordati dalla FISA

KARAPIRO (NZL), 03 novembre 2010 – Su WorldRowing.com la giornalista neozelandese Melissa Bray ripercorre i Mondiali del 1978 attraverso le parole dell’allora presidente del Comitato Organizzatore: Don Rowlands, oggi 84 anni. “Eravamo tutti volontari, abbiamo trascorso un anno e mezzo tutti i week end e tutte le vacanze per preparare il campo di regata, sistemare le piattaforme per le gare maschili ai 2000 metri e femminili ai 1000 metri”.

Cinque week end per la torre d’arrivo, l’aiuto di un costruttore di case per la definizioni di strutture funzionali al Mondiale e poi rivendute a fine competizione. La logistica, il catering, le immagini tv d’epoca, la cerimonia di chiusura: tante immagini scorrono nella sua mentre. “L’entusiasmo dei kiwi fu indimenticabile per me” dice Denis Oswald, allora al primo mandato da segretario generale della FISA. “Io remavo per la Nazionale statunitense, invitammo molta gente al nostro party di Halloween”, sono le parole del vice-presidente FISA Anita De Frantz.

Tricia Smith, membro dell’esecutivo FISA, gareggiava nella specialità dell’otto con i colori del Canada e ricorda un pubblico di 40.000 persone. Svetla Otzetova (direttore eventi FISA) era in gara con il doppio della Bulgaria ed ammette di essere rimasta favorevolmente impressionata dall’atmosfera creata dal Comitato Organizzatore. “C’era vento anche allora, la mia gara fu posticipata di un’ora: ricordo spesso quell’episodio quando si tratta di decidere se posticipare una gara oppure no”.

 

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL