News

Molte soddisfazioni e qualche amarezza per il C.C. Barion a Sabaudia

martedì 29 Settembre 2009

Molte soddisfazioni e qualche amarezza per il C.C. Barion a Sabaudia

BARI, 29 settembre 2009 – Ultimo meeting nazionale del 2009 per la Canottieri Barion, che conferma la sua presenza con 17 atleti, dai piccoli Allievi B ai Senior.
Venerdì pomeriggio, prima giornata di gare, i colori del Circolo sono stati difesi dai Cadetti, che hanno portato a casa due bronzi, di Giuseppe Amoruso e Claudio Fiore nella specialità del 7.20, ed un quarto posto con Marco Raffaele e Onofrio De Tullio nel doppio.
Intenso sabato per gli Allievi, anche se con qualche piccolo imprevisto da parte degli Allievi C. Tagliano, infatti, per quarti il traguardo Giovanni Curcio, Dario Pisanò e Francesco De Bello nelle gare del 7.20. Quinto posto per Adriano Carenza, sempre 7.20 Allievi C.
Grandi soddisfazioni dai più piccoli, giunti primi con Massimiliano Fiore e terzi con Davide Iacuitti sul singolo 7,20 Allievi B Maschile. Determinazione e palata fluida rendono un argento al medagliere della Canottieri Barion da parte del doppio composto da Roberto Catalano e Luca Stramaglia.
Un ulteriore prova dell’esperienza e del grande lavoro dei nostri atleti è stata quella del doppio Master di Davide Daddabbo e Carlo Quaranta, aggiudicatosi la propria finale e il titolo di Campioni d’Italia. I due master, insieme ai Senior Gianfranco Fino e Alessio Iurilli si sono piazza settimi in finale A nella specialità del quattro di coppia, nella giornata di oggi. Soddisfacente anche la performance di Jacopo Di Capua, schierato dal proprio allenatore sul singolo Ragazzi (Categoria Open), il quale ha dovuto combattere duramente contro Junior e Senior per ottenere un buon piazzamento, nonostante l’eliminazione nella fase dei recuperi. Stamattina, invece, sono state disputate le gare degli equipaggi regionali. Ben quattro i Cadetti del Barion che hanno gareggiato, due dei quali hanno vinto un argento nel quattro di coppia Cadetti Maschile misto col C.U.S. Bari (Raffaele e De Tullio del C.C. Barion, Castoldi e Bisceglia del C.U.S. Bari), mentre gli altri due, Claudio Fiore e Giuseppe Amoruso, si sono cimentati nella voga di punta, piazzandosi in quinta posizione nella specialità dell’otto.
Il Presidente delle Sezioni Sportive del Barion, Fabio Di Cosmo, ha così commentato i risultati: “Grandi piazzamenti sono arrivati da tutte le categorie, e sono felice di vedere un vivaio in continua crescita: chi non ha ottenuto medaglia non deve scoraggiarsi, ma deve essere incentivato a migliorare, ad allenarsi assiduamente e a non perdere mai di vista il proprio obiettivo”.
Il medagliere finale conta due ori, due argenti e tre bronzi per un totale, quindi, di sette medaglie.
Dopo questo fine settimana intenso e proficuo per i canottieri bianco blu, il prossimo incontro a livello nazionale sarà il Kinder Skiff, per gli under 14, e il Silver Skiff a Torino il 7 e 8 novembre.

Onofrio De Tullio
Enrico Porfido