News

La passione e la buona volontà premiano D’Amico

lunedì 16 Febbraio 2009

La passione e la buona volontà premiano D’Amico

La passione e la buona volontà premiano D’Amico Il principale merito del canottaggio è sicuramente la sua predisposizione ad attirare ed appassionare tutte le diverse fasce d’età, ne è stato una dimostrazione il Campionato di Indoor Rowing regionale, a cui sono accorsi cadetti, senior ma soprattutto i master: “ Di solito le persone come me approfittano della domenica per stare a casa e riposare dopo un’intensa settimana di lavoro, io invece sono venuto da Roma pur di partecipare a questa gara!” commenta Giuseppe D’Amico, secondo classificato nella categoria master, e scherzando aggiunge: “avevo addirittura pensato di venire in moto, ma la temperatura frizzantina di questi giorni mi ha fatto cambiare idea, e alla fine ho optato per la macchina!”. Con i suoi cinquantaquattro anni, Giuseppe continua a dedicarsi anima e corpo a questo sport che oltre a regalargli grandi soddisfazioni e grandi gioie comporta anche qualche piccolo sacrificio: “Dopo aver lavorato tutto il giorno il mio primo pensiero non è quello di tornare a casa e godermi il meritato riposo, no, io vado al circolo ad allenarmi, che sia con il remergometro o con la barca, il canottaggio è il mio stimolo, la mia passione.”. Il suo impegno è comunque premiato, come ha dimostrato il risultato ottenuto nella gara indoor: “Oggi, infatti, ho battuto il mio record personale sui cento metri, ottenendo 1 minuto 44 secondi e 2 centesimi, purtroppo sapevo sin dall’inizio di non poter vincere, il mio avversario infatti era Marco Maddaloni, della Canottieri Civitavecchia, un giovanotto di trentacinque anni, nonostante ciò sono veramente soddisfatto, infatti questa medaglia d’argento segue il buon risultato ottenuto ai campionati europei di Indoor Rowing, dove sono arrivato dodicesimo su trentotto partecipanti.”. Bisogna anche ricordare che Giuseppe, insieme al presidente Marcello Scifoni, è anche attuale detentore del titolo di campione regionale nella categoria quattro di coppia master, ed è proprio al presidente del comitato regionale Lazio che D’Amico offre i suoi più sentiti ringraziamenti per l’impegno con cui si dedica nell’organizzazione di ogni manifestazione remiera. Alla domanda sui suoi prossimi impegni atletici Giuseppe spiega che: “ Il 22 marzo sarò impegnato nell’ Head of the river a Londra, a cui il mio circolo, il Circolo Canottieri Aniene, partecipa con due otto master maschile e un otto master femminile, questa gara si svolge sullo stesso percorso della Oxford Cambridge, però al contrario. Inoltre, come ogni anno (ormai è un a tradizione) la terza domenica di ottobre siamo impegnati in una regata a Boston. E come mancare alle gare regionali e nazionali? Non solo vi partecipiamo per passione, ma approfittiamo anche dell’occasione per poter ritrovare amici e compagni!”

Claudia Franceschi
Ufficio stampa Comitato Lazio

Nella foto: Giuseppe D’Amico e Marcello Scifoni