News

Comunicato Stampa

sabato 9 Agosto 2008

Comunicato Stampa

SANCASSANI-SCHIAVONE, UNA BATTERIA DIFFICILISSIMA: “MEGLIO COSÌ

SHUNYI, 9 agosto 2008 – “Un’eliminatoria difficile la nostra, con avversarie molto forti ed un solo passaggio (chi vincerà la batteria) alla finale. Tutto sommato meglio così, affrontare subito i grossi calibri; siamo alle Olimpiadi, inutile illudersi di avere vita facile”.
Elisabetta Sancassani, già presente quattro anni fa ad Atene, e Laura Schiavone, new-entry ai Giochi, avranno contro fin dalle prime battute – nel doppio femminile – due degli equipaggi pronosticati sul podio olimpico, la Cina campione del mondo 2007 (e dominatrice delle due prove di Coppa del Mondo 2008 a cui ha partecipato) e la Gran Bretagna terza l’anno scorso nelle gare iridate di Monaco e prima (davanti alle azzurre) a Poznan nella terza tappa di Coppa del Mondo). Completano il campo delle partenti l’Australia qualificatasi in giugno in Polonia e composta da due esperte vogatrici e la Repubblica Ceca (“con la quale ci scorniamo da una vita con successi alternati”).
“Speriamo solo che il caldo sia più mite
(la gara è in programma a metà pomeriggio, alle 16’50) ed anche l’umidità, fino oggi veramente insopportabili tanto da avere difficoltà a respirare”.
Un veloce pronostico sulle medaglie della specialità (per scaramanzia le due azzurre non fanno previsioni sul loro piazzamento) vede – secondo Betta e Laura – favorite Cina, Germania (sempre tra le migliori in Coppa del Mondo), Gran Bretagna e Nuova Zelanda se le ventinovenni gemelle Evers-Swindell torneranno a brillare come nel passato.
“Un clima questo creatosi nella squadra azzurra qui a Pechino che davvero non regnava ad Atene nel 2004” assicura la Sancassani, ottava in Grecia assieme alla Bascelli. “Eravamo tutti tesi ed anche con scarso accordo fra gli atleti. Qui non vedo rose e fiori per noi due, la concorrenza fa paura, ma siamo ottimiste: alle Olimpiadi può accadere di tutto, speriamo che qualcuna patisca il caldo più di noi”.
“So che la percentuale rosa nella Squadra Italiana è aumentata, sono contenta: generalmente noi donne siamo sottovalutate ma invece abbiamo più aggressività, generosità e spirito di sacrificio dei maschi. Però anche un milione di problemi che gli uomini non hanno”,
conclude sorridendo la Schiavone.

(Cliccare sull’immagine per ingrandirla)


FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO
www.canottaggio.org
Ufficio Stampa
Tel. +39.335.6360335 – Fax +39.06.3685.8148
E-mail:
comunicazione&[email protected]