News

Comunicato Stampa

giovedì 3 Aprile 2008

Comunicato Stampa

A Gavirate la regata internazionale di adaptive rowing

Domenica 6 aprile Gavirate sarà capitale internazionale dell’adaptive rowing, speciale disciplina remiera riservata agli atleti con disabilità fisica: nell’ambito della regata organizzata dalla Canottieri Gavirate, con il patrocinio di Regione Lombardia, Provincia di Varese, Comune di Gavirate e Comitato Lombardia FIC,  partecipano dieci squadre nazionali (Italia, Israele, Gran Bretagna, Olanda, Spagna, Russia, Francia, Ungheria, Polonia e Australia) che si misureranno nelle quattro specialità paralimpiche (singolo maschile e femminile, doppio e quattro con misti).

Questa mattina, presso Villa Recalcati (Provincia di Varese), è avvenuta la conferenza stampa di presentazione alla presenza del responsabile tecnico della Nazionale di Adaptive Rowing Paola Grizzetti,  del presidente della Canottieri Gavirate Giancarlo Pomati, del presidente del Comitato Lombardia della Federcanottaggio Antonio Bassi, del consigliere federale Enzo Molteni e del dirigente del settore sport della Provincia di Varese Angelo Gorla.

L’importanza di quest’appuntamento risiede nel fatto che si tratta dell’unica prova internazionale che precede le qualificazioni paralimpiche di Monaco (8 maggio), cui seguirà il test di Poznan (metà giugno): la Federazione Internazionale ha scelto Gavirate per diversi motivi, come ad esempio, le tranquille condizioni del lago, gli ampi spazi, le idonee strutture alla pratica agonistica dell’Adaptive Rowing, la recettività alberghiera e la presenza di un Comitato Organizzatore in grado di far fronte a tutte le esigenze organizzative.

Un riconoscimento importante, per la Canottieri Gavirate, è arrivato anche nel mese di febbraio direttamente dalla Federazione Italiana Canottaggio: proprio sabato sera, alle 18.30 presso il Chiostro di Voltorre, in occasione della serata di Gala dedicata a tutte le delegazioni straniere, avverrà la consegna della targa di Centro Federale per lo Sviluppo dell’Adaptive Rowing.

“Negli ultimi anni la Canottieri Gavirate ha riservato grande attenzione alla crescita di questo settore – racconta il presidente del club Giancarlo Pomati – nell’ombrello delle nostre attività siamo concentrati su varie dimensioni: il vertice agonistico (ai primi posti nelle due classifiche nazionali Trofeo D’Aloja under 14 e Coppa Montù over 14), l’ospitalità di nazionali in preparazione per Coppa del Mondo o Olimpiadi (da lunedì a domenica 13 la Gran Bretagna) e la promozione del canottaggio per i diversamente abili come superamento delle barriere fisiche e mentali. Da parte mia rivolgo il più sentito ringraziamento a tutti coloro che ci hanno sempre sostenuto, agli amici nuovi come il professore Franceschetti (già Direttore Tecnico della Nazionale di Ginnastica e scopritore di Jury Chechi) e agli sponsor della manifestazione Whirlpool, Kitchen Aid e bTicino”.

La regata di domenica prossima rappresenta una significativa verifica della preparazione degli atleti azzurri, allenati dal tecnico responsabile Paola Grizzetti in collaborazione con Renzo Sambo e Giovanni Calabrese, in vista delle Paralimpiadi (9-11 settembre): nel 2007 i Mondiali di Monaco si sono rivelati un successo per la nostra spedizione grazie alla qualificazione di tutti e quattro gli equipaggi presentati al via (solo gli Stati Uniti hanno eguagliato l’en-plein italiano).

“Stiamo lavorando bene, il gruppo è motivato e tutti gli atleti hanno l’obiettivo di mantenersi il posto in barca – sorride Paola  -  Quella delle Paralimpiadi di Pechino è davvero una grande occasione per tutti, alla quale nessuno vuole rinunciare”.

Paola Grizzetti scioglierà questa sera gli ultimi dubbi dopo le ultime tirate in merito alla composizione degli equipaggi che prenderanno il via domenica a partire dalle 9.30: da lunedì la Nazionale è in raduno proprio a Gavirate. Sono stati convocati i due singolisti (categoria A: vogata con il solo utilizzo della braccia) che hanno raggiunto la qualificazione in Germania: Simone Miramonti (Gavirate) e Agnese Moro (Ospedalieri Treviso). Nei doppi (categoria TA: voga con utilizzo di braccia e schiena) troviamo quattro canottieri pronti a battagliare per i due posti disponibili per Pechino: Stefania Toscano (Canottieri Milano), Daniele Stefanoni (Gavirate), Valeria Corazzin (Ospedalieri Treviso), Massimo Spolon (Gavirate). I primi due si sono piazzati al quarto posto al Mondiale.

Ci sarà una serrata competizione interna anche per salire sul quattro con (categoria LTA: gambe, braccia e schiena). Cinque uomini e quattro donne  per quattro posti a Pechino: Luca Agoletto (Aniene), Vittorio Bolis (Gavirate), Michele Frosi (Flora), Gaetano Marchetto (Varese), Daniele Signore (Flora), Paola Protopapa (Aniene), Graziana Saccocci (Gavirate), Donata Grizzetti (Gavirate) e Mahila Di Battista (Gavirate).Timonieri saranno il gaviratese Alessandro Franzetti e Davide Magni . Quest’oggi  hanno ricevuto il benvenuto in cinque lingue dai ragazzi dell’Istituto Rosetum di Besozzo che saranno protagonisti nel corso della cerimonia di sabato. 

Dando uno sguardo alla iscrizioni provenienti dall’estero si nota la presenza di quotati equipaggi che in Germania hanno vinto le medaglie: il singolo maschile della Gran Bretagna (oro), il singolo maschile dell’Israele (bronzo), il singolo femminile della Polonia (bronzo), il quattro con della Gran Bretagna (bronzo), il doppio dell’Australia (argento), il doppio della Polonia (bronzo). Per il resto ci sarà chi vorrà fare bella figura ed esperimenti sia in vista delle qualificazioni di Monaco, sia direttamente in vista delle Paralimpiadi.

Le regate, sulla distanza di 1000 metri, inizieranno domenica a partire dalle 9.30: le finali si terranno dalle ore 12, a seguire la cerimonia di premiazione. Il vincitore del singolo maschile riceverà il Trofeo Mirko Poretti, dedicato allo sportivo di Azzate prematuramente scomparso ed amico della Canottieri Gavirate.

Venerdì e sabato, relatori i membri della Commissione FISA Adaptive Rowing Judy Morrison e Simon Goodey, avrà luogo il Workshop aperto a tutti gli allenatori di canottaggio, fisioterapisti, osteopati e dottori in medicina: l’obiettivo è preparare i classificatori a conoscere e classificare gli atleti per l’adaptive rowing, per promuovere e sviluppare il canottaggio per disabili nelle proprie nazioni/regioni/società. Sabato, come già anticipato, ci sarà il Galà (ore 18.30) per tutte le delegazioni stranieri all’interno del Chiostro di Voltorre.

 

L’ADAPTIVE ROWING E LE PARALIMPIADI

Dal 9 all’11 settembre la nazionale italiana di adaptive rowing sarà impegnata con i suoi quattro equipaggi nell’ambito delle Paralimpiadi di Pechino: nel 2005 l’ICP (Internazionale Paralympic Committee) ha votato l’ingresso del canottaggio all’interno delle discipline dei Giochi Paralimpici. La prima edizione dei Mondiali di Adaptive Rowing si è disputata a Siviglia nel 2002: la prima partecipazione dell’Italia risale a Milano 2003.

Per informazioni sulla regata: http://adaptiveregatta.canottierigavirate.com/
Per informazioni sull’Adaptive Rowing in Italia:
www.canottaggio.org/adaptive/adaptive.html
Per notizie sulle storie degli atleti Adaptive:  www.canottaggio.org/risultati_2007/1_WCH_Monaco/articoli/0829_interviste_adaptive.shtml

Ufficio Stampa
Marco Callai

   
Torna indietro

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL