News

Comunicato Stampa

domenica 16 Marzo 2008

Comunicato Stampa

Regata di apertura a San Giorgio di Nogaro

Una giornata intensa di gare di canottaggio, quella di domenica mattina sull’Ausa Corno in località San Giorgio di Nogaro, con quasi 700 atleti in acqua in rappresentanza di 30 società provenienti oltre che dal Friuli Venezia Giulia, da Emilia Romagna, Veneto, Lombardia, Puglia e Lazio, e dalla vicina Slovenia. La gara è stata impreziosita dalla presenza di numerosi atleti azzurri, primo fra tutti l’olimpionico Rossano Galtarossa, in preparazione per i Giochi Olimpici di Pechino che ha dominato la sua finale a spese dello sloveno Krek, bronzo ai mondiali juniores 2006.
Il battesimo per la stagione entrante vedeva confermarsi leader regionale il Saturnia, che conquistava 12 delle 63 gare in programma aggiudicandosi anche la classifica generale. Un confronto diretto in particolare nelle barche lunghe (4 di coppia e 4 senza), a turno con Nettuno e Cus Ferrara, mettevano in evidenza gli armi quasi tutti di nuova formazione ad opera del tecnico Barbo. Destavano impressioni positive alla prima uscita le vittorie di Sferza, Barro Savonuzzi, Panteca e Nessi (vincitori di 4 senza e 4 di coppia tra i ragazzi), e di Ferrarese, Grison, Morosetti, Tedesco (primi in 2 senza e 4 senza tra gli juniores). In netta ripresa anche il settore under 14, rinforzato rispetto la stagione precedente, e curato sotto il profilo tecnico, tanto che le vittorie dei due doppi cadetti (Peraz/Mariconda e Rocchetti/Brassi), di quello allieve B (Verrone/Lorenzi) e quello allievi C (Ferrari/Barro Savonuzzi), non sono un caso. Un po’ in ribasso rispetto agli standard abituali il gruppo senior che si è dovuto affidare in particolare all’abilità di Milos e Panteca nel 2 senza e di Ustolin, Nessi, Grbec e Pierobon nel 4 di coppia. Ancora in ritardo nella preparazione la Pizzamus vincitrice nel doppio con la laziale Pagliarella (Canottieri Sabaudia). Alle spalle dei barcolani del Saturnia, con 7 vittorie a ciascuno: la Nettuno e la Pullino. In ascesa i biancoverdi di Bosdachin con un gruppo di una decina di juniores bene impostati tecnicamente, grazie anche a dei nuovi importanti inserimenti. Maturato il quartetto della Nettuno tricolore ragazzi 2006 e vicecampione juniores 2007 (Miccoli/Zacchigna/Crevatin/Bon) che dominava la finale del 4 di coppia imponendosi sui veneziani della Giudecca tricolori 2007 tra gli under 16. Portano la firma del gruppo juniores i successi del doppio (Sverko/Bon) del singolo (Zacchigna) e del doppio senior (Minca/Miccoli). Alle spalle di questo manipolo di atleti molto promettenti, bene i ragazzi Donat e Duchic primi nel singolo e nel doppio.
In evidenza sul campo dell’Ausa Corno il lavoro dei muggesani della Pullino (terzi nella classifica generale dietro Saturnia e Padova) che per questa stagione possono fare affidamento su un discreto gruppo ragazzi che domenica mattina si metteva in evidenza imponendosi nel singolo (Palumbo), nel doppio e 2 senza (Baldini/Visintin), risultati che possono far presagire l’impiego dei ragazzi di Mosetti e Ciacchi anche su una barca più lunga. Tra i più giovani, buone le prestazioni degli allievi C Zullich, Piller e Lamesa e dei B Apostoli, Pertosi, Nicolini e Capraro.
Dopo una prima parte della stagione invernale che assegnava il titolo tricolore nel Gran Fondo con il quadruplo femminile, la Timavo di Monfalcone si presentava a San Giorgio con una squadra competitiva in particolare nei singoli juniores femminile (Locci) e senior maschile (Romano), e nel doppio ragazzi (Bellè/Scarpa) che si aggiudicavano le rispettive finali. Il resto lo faceva il forte gruppo allievi C che si imponeva nel singolo (Fabris) e nel doppio (Cernic/Barducci).
Per quanto riguarda gli altri club regionali presenti sul campo friulano, 1 vittoria a ciascuno per la Canoa San Giorgio (doppio allievi B – Bernardi/Nali), il Dopolavoro Ferroviario (singolo cadetti – Prodan), il Cmm “N. Sauro” (singolo cadetti – Mansutti), e l’Adria (singolo allievi B – Benco).
Molto bene i veneti presenti in forze sul campo della Bassa friulana, in particolare la Canottieri Padova, che si aggiudicava tre importanti finali e si piazzava al secondo posto nella classifica generale alle spalle dei triestini del Saturnia. Oltre alla vittoria di Galtarossa,  per la Canottieri Padova, due ori in campo femminile: doppio (Menegatti/Trevisan) e 4 di coppia (Menegatti/Trevisan/Grbec/Cibin – equipaggio misto) tra le juniores, a spese delle campionesse d’Italia della Timavo di Monfalcone.
Delle altre società venete: 2 vittorie per la Diadora nel singolo (Bellati) e nel doppio (Bellati/Biondi) tra le ragazze e per la Canottieri Sile singolo allievi B (Bacchin) e singolo pesi leggeri (Rigon), ed 1 ciascuna per Dopolavoro Ferroviario Treviso singolo ragazzi (Gatti), Padova Canottaggio singolo ragazzi (Montaguti), Giudecca doppio juniores (Boscolo/Ghezzo) e Querini singolo allievi B (Povolato).
Un contributo importante quello delle società dell’Emilia Romagna all’apertura della stagione nel FVG. 3 primi posti per il Cus Ferrara di Paolo Di Nardo, spesso in confronto a viso aperto con il Saturnia, in particolare nel 2 senza e 4 senza: 3 vittorie. Il 4 senza senior con un misto di buona fattura (Cecchin/Braghiroli/Savriè/Colella), la Gramatika nel singolo senior, ed un altro misto, il doppio PL di Balboni e Del Vecchio (Barion).
Dopo lo splendido bronzo dei suoi atleti alla Head of the River di sabato, 2 ori  per la Canottieri Ravenna a San Giorgio: quella dei due singolisti junior Summonte e Vicari.
1 vittoria per finire per la Canottieri Ferrara di Pareschi con il doppio cadetti (Rambaldi/Rizzier). 

Maurizio Ustolin

   
Torna indietro

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL