News

Comunicato Stampa

sabato 9 Febbraio 2008

Comunicato Stampa

MISSIONE PECHINO: ATTENZIONE AL TEATRO E NON SOLO AGLI ATTORI
Giancarlo Santalmassi, direttore di Radio 24, illustra così le sue linee guida in vista dei Giochi Olimpici

di Michele Corti

Giancarlo SantalmassiGENOVA, 9 febbraio 2008 – Da sempre avvenimento unico, che purtroppo è servito anche per contrapporre schieramenti politici mondiali (si pensi ai boicottaggi) le Olimpiadi di Pechino rappresentano un autentico evento: per i giornalisti, un’occasione per un ruolo da testimoni sul campo come raramente si ha la possibilità di fare in un paese in cui i diritti civili rappresentano un problema: come stai attrezzando la Missione Pechino?
“Scegliendo il collega da mandare con sensibilità non solo ai record o alle prestazioni sportive. Ed allenandoli a guardare con uguale intensità il campo e il fuori campo. Con grande attenzione al teatro e non solo agli attori. Facendo capire che gli attori sono anche in platea e fuori dal teatro.”
 
Temi che i giornalisti inviati alle Olimpiadi di Cina 2008 saranno osservati molto speciali? E c’è la consapevolezza che il concetto di libertà e diritto di critica, anche per chi vive lì e avrà occasioni di incontro con colleghi che vengono da tutto il mondo, creerà loro problemi? Insomma, due mondi sotto lo stesso tetto: cosa ne verrà a fuori secondo te?
“Osservati specialissimi e 24 ore su 24. sappiamo che i servizi segreti cinesi hanno risparmiato molto sui pedinamenti mettendo telecamere da per tutto. Una sorta di gigantesco e permanente grande fratello. Creerà molti problemi. E ne verrà fuori un confronto permanente e durissimo tra il nostro concetto di democrazia e il loro. Un occhio particolare anche a internet, non solo vittima delle censure, ma anche protagonista (basta ricordare cosa ha fatto yahoo – verificare se yahoo o google, non ricordo – per aiutare la censura cinese al fine di non compromettersi il vastissimo mercato cinese).”
 
Come sempre, ma ancora di piu’ nelle ultime edizioni, la Festa dello Sport è soprattutto uno show televisivo ma è chiaro che il racconto, la storia, l’aspetto curioso fanno la differenza tra un giornale e l’altro, che sia televisivo, radiofonico, scritto, via internet.
“Sì. Ma proprio per questo lo spazio della radio e della carta stampata sarà enorme. Già l’occhio umano ha una portata con dei limiti (pensate al peso che avranno gli odori, i rumori, le sensazioni). Ancor più ne ha l’occhio elettronico prigioniero delle regie e dei regimi. Saper leggere sarà più importante del leggere.”
 
Quale ruolo hanno in questo appuntamento così speciali le organizzazioni di categoria (sindacali, gruppi di specializzazione, associazioni per la libera stampa, Ordini professionali) e cosa si dovrebbe fare in sede preventiva?
“Il ruolo sarà importantissimo: il mondo attraverso noi entrerà in Cina, che non ha molta voglia di farsi osservare nell’intimo. E la cosa più importante sarà darsi un codice di comportamento che eviti il farsi cogliere di sorpresa da censure o ritorsioni sempre possibili.”

FONTE: USSI


FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO
www.canottaggio.org
Ufficio Stampa
Tel. +39.335.6360335 – Fax +39.06.3685.8148
E-mail:
comunicazione&[email protected]
   

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL