News

Comunicato Stampa

lunedì 11 Febbraio 2008

Comunicato Stampa

GILARDONI E DANESIN, ALTRI DUE PESI LEGGERI CHE SOGNANO I CINQUE CERCHI

SABAUDIA, 11 febbraio 2008 – Ancora due atleti in allenamento a Sabaudia che rispondono alle nostre domande dalle quali continua ad emergere la giusta determinazione di chi sa d’essere parte di un gruppo che ha davanti a sé un grande obiettivo: partecipare ai Giochi di Pechino. In questa occasione abbiamo sentito Daniele Gilardoni e Daniele Danesin al termine di una seduta d’allenamento in doppio e dopo aver rilasciato una marea di autografi agli alunni che hanno incontrato tutta la squadra olimpica che, agli ordini di Coppola, sta termimando la seconda settimana di allenamento sul lago pontino all’ombra del Circeo.  

DANIELE GILARDONI

Quanta importanza ha per lei questo raduno e quali sono le sue sensazioni?
Questa per me è una grande opportunità poiché mi permette di allenarmi con la squadra e prepararmi per tentare la partecipazione olimpica. Il gruppo pesi leggeri è molto coeso e condividiamo gli stessi obiettivi anche se sappiamo di essere antagonisti. Ho una sensazione positiva di questo periodo di allenamento in cui cerco di dare sempre il mio massimo.

Cosa significa per lei partecipare ai Giochi di Pechino? Una partecipazione olimpica, tenuto conto dei suoi risultati, la appagherebbe?
Prendere parte ai Giochi di Pechino da protagonista sarebbe il coronamento dei miei sogni di atleta e completerebbe anche la mia carriera agonistica. Da peso leggero ho vinto tutto quello che potevo vincere per cui ora il mio obiettivo è quello della partecipazione da protagonista alle Olimpiadi cinesi che saranno grandiose.

In che barca si sta allenando?
In questo periodo mi alleno in doppio con Danesin ma il Direttore continua a fare prove con formazioni diverse: sicuramente un buon modo per tenere alta la concentrazione. 

DANIELE DANESIN

Come vive questo periodo di allenamento con la squadra olimpica?
A 22 anni essere convocato nella squadra olimpica per effettuare la preparazione in vista dei Giochi è già un successo personale. Parteciparvi sarebbe il coronamento di un sogno ma credo che sarebbe solo l’inizio per cui sono sereno e mi alleno per questo obiettivo anche perché ho davanti ancora molti anni per tentare di farlo da protagonista.

Quali sono le sensazioni che prova uno come lei che per la prima volta è tra i probabili olimpici?
Essere inserito nella squadra pesi leggeri italiana è davvero una sensazione straordinaria perché ritengo che la nazionale azzurra sia la più forte in assoluto e quindi farne parte è un onore indescrivibile. Allenarmi con questi ragazzi è eccezionale anche perché tutti abbiamo lo stesso obiettivo e quindi ogni volta che si scende in barca o ci si sottopone ad una seduta di allenamento in palestra lo si fa con la massima professionalità. Per questi motivi ritengo che sia una grossa opportunità per me.

Su quale barca si sta allenando attualmente?
Le formazioni non sono sempre le stesse per cui non ho una barca ed un compagno fisso. In questo periodo mi alleno con Gilardoni e la barca sta girando anche abbastanza bene. Il percorso di avvicinamento alle Olimpiadi è ancora molto lungo e quindi tutto può accadere. Io mi preparo al meglio poi vedremo cosa deciderà il Direttore.


FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO
www.canottaggio.org
Ufficio Stampa
Tel. +39.335.6360335 – Fax +39.06.3685.8148
E-mail:
comunicazione&[email protected]
   

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL