News

Comunicato Stampa

venerdì 17 Ottobre 2008

Comunicato Stampa

INCIVILE AGGRESSIONE AL VARESINO LUCA BROGGINI

In che mondo viviamo. Un canottiere va tranquillo per la sua strada, un sabato di pomeriggio, quanto tutto sembra tranquillo e poi succede il finimondo. Il bello della zona della Schiranna è di essere dotata di importanti strutture per i pedoni ed i ciclisti, che magari ad un incrocio in curva potranno anche interferire col passaggio delle macchine. Dipende poi dalla buona educazione di chi utilizza questi strumenti di viaggio. E sabato alla Schiranna è successo appunto il finimondo, quando Luca Broggini, l’appassionato canottiere, che col suo microfono ha accompagnato lo sviluppo delle più recenti competizioni remiere nel varesotto, è sceso di macchina proprio davanti alla sede ed è stato aggredito da due energumeni in mountain bike, che l’hanno conciato per le feste, si sarebbe detto una volta. Ma altro che feste, sono andati giù di brutto e l’immagine è chiara, spalla ingessata e collare cervicale, ma anche qualche altro disturbo per le botte in testa. Una cosa inammissibile e vergognosa. Lo hanno accusato di non avergli concesso la precedenza: tutto può essere possibile, ma se anche fosse è un sistema di farsi ragione con le proprie mani da gente delle caverne e fortunatamente il successivo intervento delle forze dell’ordine ha consentito di arrestare i due individui, che saranno processati. Al caro amico Luca, che per una ventina di giorni sarà costretto alla schiavitù degli strumenti ortopedici tutti gli amici canottieri esprimono solidarietà, con gli auguri di pronta guarigione. Oddio, lo spirito e la passione per il canottaggio aiutano, tant’è, come risulta dalla foto, che la domenica non ha rinunciato a partecipare alla festa della Canottieri di Monate organizzata dal suo ex presidente Franco Ruspini.

Ferruccio Calegari
Ufficio Stampa FIC Lombardia

   
Torna indietro

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL