Comitati / News

Ai Mondiali Under 19 un oro e due argenti per Aniene, Tevere Remo e Fiamme Gialle

lunedì 1 Agosto 2022

Ai Mondiali Under 19 un oro e due argenti per Aniene, Tevere Remo e Fiamme Gialle

Nelle Finali A del Mondiale Under 19 di Varese, festeggiano Canottieri Aniene, Tevere Remo e Fiamme Gialle grazie ai loro atleti capaci di vincere un oro e due medaglie d’argento. Sul “tetto del mondo” vola il “quattro senza” Azzurro con a bordo le laziali Lucrezia Monaci della Canottieri Aniene e Giorgia Sciattella tesserata per la Tevere Remo. Le due formidabili ragazze insieme a Benedetta Pahor (CC Saturnia) e Elisa Grisoni (SC Lario) sono state capaci non solo di conquistare la medaglia d’oro ma anche di far registrare il miglior crono del Campionato del Mondo di categoria. Una gara non adatta ai deboli di cuore che ha visto quattro equipaggi contendersi le posizioni che contano per tutto il percorso. Tutto si è deciso negli ultimi 400 metri, quando le Azzurre hanno sferrato l’attacco decisivo facendo crollare le avversarie diventando imprendibili. Sul traguardo vince l’Italia, argento alla Romania e bronzo alla Francia.

Splendida medaglia d’argento targata Canottieri Aniene quella conquistata da Angelica Erpini e Francesca Rubeo nella specialità del “doppio” Junior femminile. Nella prima frazione di gara le Azzurre transitano in quinta posizione con la Grecia che tenta la fuga in solitaria ma non demordono e, passati i 500 metri, inizia la loro scalata verso il successo. Nella seconda parte di gara, colpo sul colpo, iniziano a recuperare lo svantaggio iniziale fino a portarsi saldamente nelle prime posizioni. Negli ultimi metri sferrano l’attacco decisivo alla Germania che crolla sotto le bordate delle Azzurre che sul traguardo chiudono in seconda posizione, dietro alla Grecia e davanti proprio alla Germania.

Medaglia d’argento per Jacopo Sartori delle Fiamme Gialle a bordo del “quattro con”, insieme a Santo Zaffiro (RYCC Savoia), Nicola Mancini (SC Pontedera), Giulio Zuccalà (SC Lario) e il timoniere Lorenzo Fanchi (C Varese). La barca italiana per tutto il percorso imprigionata in quarta posizione, con sei equipaggi allineati in meno di 3 secondi. Il Sudafrica tenta disperatamente di andare in fuga sin dall’inizio tallonata dalla Turchia, sprecando però troppe energie tanto da crollare gli ultimi metri e chiudere in quinta posizione.  Negli ultimi 250 metri succede di tutto, gli Azzurri e l’Australia incrementano il ritmo e la velocità mentre crollano Sudafrica e Turchia. Sul traguardo oro all’Australia, argento all’Italia e bronzo alla Turchia.

Ufficio stampa FIC Lazio

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL