News

TRio 2016, le finali del venerdì mattina: Lodo/Vicino oro nel due senza,  Miani torna al top nel singolo PL, conferme Magnaghi e Cardaioli

venerdì 1 Maggio 2015

TRio 2016, le finali del venerdì mattina: Lodo/Vicino oro nel due senza,  Miani torna al top nel singolo PL, conferme Magnaghi e Cardaioli

PIEDILUCO, 01 maggio 2015 – Sette le finali della TRio 2016 previste nella prima mattina di regate sul lago di Piediluco, tutte riservate alle sole specialità del singolo e del due senza. La prima finale è quella del singolo Pesi Leggeri femminile, gara che vede la vittoria di Giulia Pollini (SC Cernobbio), brava a contenere il tentativo di rientro di Federica Cesarini (Gavirate). Terzo posto per Elisabetta Sancassani (Fiamme Gialle). La finale successiva è quella del singolo Senior femminile, gara nella quale non si registrano sorprese: domina Sara Magnaghi (Moltrasio). L’atleta lombarda trionfa su Laura Schiavone (SC Irno) e su Sara Bertolasi (SC Lario).

La terza finale è quella del due senza Senior femminile, dove l’equipaggio più in forma si conferma essere quello delle portacolori del Gavirate Ilaria Broggini e Veronica Calabrese, che rifilano circa tre secondi all’equipaggio formato da Beatrice Arcangiolini (SC Firenze) e Alessandra Patelli (SC Padova). Più staccate chiudono al terzo posto le toscane Sara Barderi (SC Pontedera) e Silvia Terrazzi (SC Arno).

Nella finale del due senza PL ottima prestazione di Stefano Oppo (CS Forestale) e Martino Goretti (Fiamme Oro), in testa dal primo all’ultimo colpo e che piombano sul traguardo con un discreto margine su Lorenzo Tedesco (CC Saturnia) e Armando Dell’Aquila (Fiamme Oro) e su Livio La Padula (Fiamme Oro) e Alberto Di Seyssel (SC Armida). Nel due senza pesante invece affermazione di prestigio per Matteo Lodo (Fiamme Gialle) e Giuseppe Vicino (Fiamme Gialle): i campioni mondiali Under 23 della specialità sorprendono in partenza il favorito equipaggio di Matteo Castaldo (RYC Savoia) e Marco Di Costanzo (Fiamme Oro) e non mollano più la leadership della regata, chiusa dai vincitori con circa nove secondi e mezzo di vantaggio sull’armo di stampo campano. Terzi Giovanni Abagnale (MM Sabaudia) e Vincenzo Abbagnale (MM Sabaudia).

Da campioni del mondo a campione del mondo: la vittoria del singolo PL se la accaparra Marcello Miani (CS Forestale), iridato in carica della specialità con tanto di record mondiale fatto siglare in finale ad Amsterdam nel 2014, che batte Pietro Willy Ruta (Fiamme Oro) e Federico Gherzi (Esperia Torino). L’ultima finale della mattina, quello del singolo Senior, se la aggiudica Francesco Cardaioli. Conferma dunque per il singolista della SC Padova, che batte Francesco Fossi (Fiamme Gialle) e Paolo Perino (Fiamme Gialle), il quale conclude a un soffio, 27 centesimi, dall’argento del compagno di squadra.

Nelle immagini (E.Artegiani): Sara Magnaghi; il due senza PL Oppo-Goretti; il due senza senior Vicino-Lodo; Marcello Miani.

  

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL