News

Coupe: a Szeged è poker di barche femminili in finale

sabato 1 Agosto 2015

Coupe: a Szeged è poker di barche femminili in finale

SZEGED, 01 agosto 2015 – Poker di barche in finale, è il bilancio del settore femminile impegnato questa mattina nelle batterie della Coupe de la Jeunesse a Szeged, in Ungheria. Sul Maty, è primo posto e accesso in finale per il due senza di Lavinia Martini ed Eugenia Masotta (CC Aniene), che controllano per gran parte della gara la loro prima posizione, chiudendo su Francia e Ungheria, seconde e terze rispettivamente per circa due e quattro secondi.

Con il terzo posto centrano l’obiettivo minimo della finale anche Emma Torre (SC Viareggio) nel singolo e Alice Stella (SC Telimar) e Beatrice Fioretta (CUS Torino) nel doppio. Torre, capitano della squadra femminile, lascia andare l’austriaca Kristof e l’ungherese Kremer, mantenendo salda la terza piazza distanziando la polacca Manikowska di quasi otto secondi. Per Stella e Fioretta gara quasi in fotocopia con il singolo: Austria e Francia si contendono i primi due posti, mentre l’Italia controlla a distanza l’Ungheria infliggendole circa cinque secondi.

Terzo posto e finale anche per il quattro senza di Valentina Gallo, Letizia Tontodonati, Khadija Alajdi El Idrissi e Diletta Diverio (CUS Torino), a cui non bastava il piazzamento per avere la certezza della qualificazione: con sette equipaggi iscritti viene eliminato l’ultimo tempo, e le azzurre, terze nella loro batteria alle spalle di Gran Bretagna e Polonia, beffano per un secondo e tre decimi l’Olanda, quarta nell’altra qualifica dietro Spagna, Ungheria e Francia.

Resta fuori invece dalla finale il quattro di coppia di Isabella Mondini, Arianna Bini (ASD Canottieri Gavirate), Sofia Tanghetti (Rowing Club Genovese) e Silvia Crosio (Amici del Fiume), quinto alle spalle di Gran Bretagna, Polonia, Austria e Svizzera.

 

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL