News

Avversari di qualità per verificare la condizione dei nostri atleti

giovedì 10 Aprile 2014

Avversari di qualità per verificare la condizione dei nostri atleti

ROMA, 10 aprile 2014 – I Pesi leggeri sono ormai entrati da tempo nella leggenda del canottaggio italiano e nell’ultima TRio hanno dimostrato il loro valore regatando ad armi pari con i compagni di squadra senior. La formula di queste regate si è rivelata particolarmente efficace per offrire stimoli agli atleti e dare al pubblico di Piediluco arrivi davvero entusiasmanti. Il Capo Settore Antonio La Padula è consapevole della forza dei suoi atleti e delle conseguenti aspettative.

Quali indicazioni sono emerse dalle regate TRio in relazione al prossimo Memorial Paolo d’Aloja? “Si stanno cominciando a vedere cose abbastanza interessanti dopo l’inserimento di nuovi elementi e il perfezionamento degli allenamenti. Partiti con i raduni di gennaio e febbraio eccoci ai primi risultati: si vedono più equipaggi che competono tra di loro e soprattutto si vedono nel settore equipaggi di buona qualità, anche se questa deve essere provata con il confronto nelle regate internazionali. Il tutto mi lascia ben sperare. I giovani si stanno distinguendo, nella Seconda TRio inseriremo anche gli atleti universitari che, a loro volta, stanno mostrando il meglio per cercare di entrare nella prima squadra. Negli Under 23 già abbiamo una formazione competitiva e ci apprestiamo a vararne altre ed anche negli assoluti mi sembra di vedere buone cose perché la base si è incrementata ulteriormente con la conseguente possibilità di inserire elementi di ricambio”.

A questo Memorial si sono iscritte 30 nazioni, ma è un test valido? “Non ho avuto modo di vedere chi sono gli avversari, sicuramente sarà un test valido a prescindere da questo perché sarà possibile osservare lo stato di forma degli equipaggi usciti dal raduno di due settimane effettuato a Sabaudia, anche se ci potrebbe stare qualche atleta particolarmente stanco. Certamente il Memorial ci aiuterà a chiarire ulteriormente le idee. Per questo motivo sarà importante avere avversari di qualità, lo spero vivamente per verificare i nostri valori”.
 
 

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL