News

Il Silver Skiff parla piemontese

lunedì 28 Novembre 2011

Il Silver Skiff parla piemontese

TORINO, 28 novembre 2011 – Si è tenuta domenica una edizione piemontese del Silver e del Kinder Skiff. Stavolta è stata la nebbia a mettersi di mezzo, ma con una pazienza tipicamente torinese i partecipanti hanno atteso che sparisse e sono poi partiti con il Kinder Skiff.

Tutte le società torinesi, di Casale e Omegna, hanno aderito con favore e tanti atleti e Master sono scesi in acqua anche per dare sfogo alle tante ore di allenamento frustrare tre settimane fa dalla piena del fiume. “Per la Kinder abbiamo avuto un’ottantina di partecipanti, per la Silver circa 120 – spiega il presidente Umberto Dentis – Non ce la siamo sentita di allargare questo “recupero” anche alle regioni limitrofe o alle altre società italiane perché non saremmo stati in grado di sostenere nuovamente una complicata e onerosa organizzazione. Così abbiamo deciso di non pubblicizzare prima l’evento per non essere costretti a dire di no alle società extra piemontesi che magari avrebbero voluto partecipare”.

I risultati della giornata, seppur importanti, possono passare in secondo piano .”Volevamo solo dare ancora una volta la dimostrazione che i canottieri sono gente tosta che non si arrende di fronte alle difficoltà. Adesso possiamo a lavorare per il 2012 con una ritrovata serenità”.

 

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL