News

Gavirate: tutti i vincitori delle batterie

sabato 4 Giugno 2011

Gavirate: tutti i vincitori delle batterie

GAVIRATE, 04 giugno 2011 – Cinquantaquattro regate in mattinata a Gavirate, sotto la pioggia, per le batterie del Campionato Italiano Under 23, Ragazzi, Adaptive ed Esordienti. Sono oltre mille i canottieri iscritti alla rassegna tricolore ed alcuni equipaggi hanno già dimostrato di possedere le carte in regola per il successo finale.

Il piatto forte, la specialità del singolo, ha visto primeggiare Giuseppe Alberti (CUS Pavia), Francesco Cardaioli (Padova) e Marco Calamaro (Napoli). Il peso leggero più veloce è stato Tommaso Sacchini (Pontedera) che si è qualificato per le finali insieme a Leonardo Boccuni (Elpis), Davide Babboni (Marina Militare) e Andrea Micheletti (Gavirate). Nel singolo femminile, il pass per la finale è stato immediatamente centrato da Alessandra Patelli (Sile Treviso) e Giada Colombo (Tritium). Tra le peso leggero, convincenti prestazioni per Elena Coletti (Lavoratori Terni) ed Elisa Scapolo (Gavirate).

Il doppio under 23 della Baldesio è stato quello più in forma con Manzoli e Chiodelli Palazzoli. Tutto liscio come l’olio e finale già in cassaforte, per loro e per il CRV Italia (Bianco, Vicino). Sarà una bella battaglia anche il doppio pesi leggeri dove Sisport Fiat (Tolu, Zeppegno), Baldesio (Margheri, Lupi) e Telimar (Di Liberti, Provenzano) hanno guadagnato l’accesso alla semifinale con il primo posto in batteria. Tra le donne, invece, subito bene Gavirate (Calabrese, Torsellini) e Varese (Lemoine, Pozzan). Bene il quattro senza under di Lazio (Rocchi, Tabacco, Tenaglia, Acerra) e Lario (Corti, Durini, Stradella, Wurzel), vincitori della batteria.

Il miglior tempo nel singolo Ragazze è stato quello della salernitana Carmela Pappalardo (8’23’’80). Con lei, promosse direttamente in semifinale anche Martina Maddaloni (Civitavecchia), Chiara Ondoli (De Bastiani Angera) e Valentina Rodini (Bissolati Cremona). Sono subito scattati avanti anche otto singolisti: Stefano Morganti (Tremezzina), Francesco Gabana (D’Annunzio), Giovanni Ficarra (Peloro), Antonio Vicino (CRV Italia), Federico Goi (Eridanea), Marco Raffaele (Barion), Jacopo Mancini (San Miniato) e Alberto Di Seyessel (Armida).

Nel doppio Ragazzi si sono subito messi in evidenza Lavoratori Terni (Brizi, Mazzarini), Sebino (Gatti, Saloni), Lario (Coan, Malacrida), Timavo (Barducci, Cernic), Lago d’Orta (Congiu, Zaneboni) e Lecco (Colombo, Crippa). In campo femminile è iniziata sotto i migliori auspici l’avventura di Aniene (Dusmet Farina, Serafini), Corgeno (Broggini, Macrì) e Fiamme Gialle (Cattaneo, Stirpe). Nel due senza la Canottieri Limite (Borsini, Puccioni) ha confermato i recenti progressi delle gare nazionali e ha realizzato il miglior tempo (7’34’’30), buona anche la prova della Moltrasio (Tettamanti, Piffaretti).

Hanno agevolmente conquistato il pass per la finale il quattro senza del Posillipo (Noia, Maestrale, Fragliasso, Minichini) e della Firenze (Pietra Caprina, Scalini, Cheli, Corenich). Nel quattro di coppia, invece, la Canottieri Lario (Lorenzo e Davide Gerosa, Guanziroli, Masperi) ha gettato le basi per riconfermare il titolo italiano anche se Esperia (Gaiano, Paolucci, Turbiglio, Viora) e Varese (D’Oria, Benini, Pagano, Isella) proveranno a metterne in discussione la leadership.

Nel singolo Esordienti successo per Callegari (Monate), Aiello (CC Napoli) e Laezza (RYC Savoia). Nel doppio, invece, affermazioni per CUS Pavia (Zamboni, Bacheca) e Canottieri Padova (Nicoletti, Obayagbona).

Attualmente sono in corso di svolgimento i recuperi, ecco i risultati in tempo reale.

 

Nelle immagini: Elena Coletti e Andrea Micheletti
 

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL