News

Coppa del Mondo a Monaco: gli equipaggi da tenere d’occhio

giovedì 18 Giugno 2009

Coppa del Mondo a Monaco: gli equipaggi da tenere d’occhio

ROMA, 18 giugno 2009Il secondo appuntamento della Coppa del Mondo 2009 di Monaco, Germania, da il benvenuto ad un folto gruppo di partecipanti provenienti da tutto il mondo. Una partecipazione di massa quella della Cina e il suo spiegamento di forze è visibile nei rispettivi otto maschile e femminile iscritti. La Nuova Zelanda giunge per dare inizio al suo tour europeo sulla strada che la porterà ai Campionati del Mondo. L’India schiera la squadra più numerosa che abbia mai presentato ad un evento internazionale e la Gran Bretagna conferma la maggioranza della sua squadra che tanto si è ben comportata nella prima prova di Coppa del Mondo disputatasi lo scorso mese.

Singolo femminile (W1x)
Sebbene la regnante Campionessa del Mondo Ekaterina Karsten-Khodotovitch della Bielorussia fosse presente a Banyoles, non ha gareggiato in quanto stava riprendendosi da un infortunio. Monaco rappresenta quindi il debutto della stagione per la Karsten e vi sono tutte le indicazioni per poter dire che non l’attendono tempi facili. Mirka Knapkova della Repubblica Ceca da anche lei l’inizio alla propria stagione 2009 qui a Monaco e quando la sua gara va secondo i piani riesce a mettere la Karsten sotto pressione.

Le finaliste Olimpica di Pechino Emma Twigg (Nuova Zelanda) e Xiuyun Zhang (Cina) fanno la loro apparizione sulla scena internazionale per rivelare i miglioramenti frutto dei loro allenamenti fuori stagione.

Questo vuol dire che la vincitrice della prima prova di Coppa del Mondo, la britannica Katherine Grainger  dovrà spingere l’acceleratore un po’ più a fondo per mantenere la pettorina gialla di leader che attualmente indossa. La seconda classificata a Banyoles, Frida Svensson (Svezia) dovrà avere più di uno scudo per proteggersi dagli attacchi che le verranno inferti.

Singolo maschile (M1x)
Quando a Banyoles  il mese appena trascorso Alain Campbell della Gran Bretagna ha battuto il Campione Olimpico Olaf Tufte della Norvegia,  nessuno è rimasto sorpreso. Tufte spesso inizia la stagione in punta di piedi per poi terminarla il botto. Ma ora sia Campbell che Tufte non dovranno preoccuparsi solo l’uno dell’altro. Odrej Synek, che ha mancato la finale a Banyoles a causa di un problema alla deriva, farà sicuramente di tutto per mettersi in luce nella parte alta del campo di gara.

Poi c’è anche il regnante Campione del Mondo Mahe Drysdale (Nuova Zelanda) che farà la sua comparsa a Monaco. Drysdale scenderà dall’aereo che lo porta fresco fresco dall’allenamento invernale neozelandese, ed è risaputo dagli anni passati che al neozelandese occorrono un paio di gare per affilare la sua forma.

Tenete un occhio puntato per il duca del singolo, Jueri Jaanson dell’Estonia. Dopo essersi aggiudicato una medaglia d’argento Olimpica in singolo nel 2004, Jaanson, ora quarantatreenne ha optato per una barca di squadra e ha vinto di nuovo l’argento (in doppio) a Pechino. Torna ora al suo amato singolo e c’è grande interesse sulla prestazione di Jaanson a Monaco.

Due senza femminile (W2-)
Dopo la vittoria della Gran Bretagna alla prima prova di Coppa del Mondo di Banyoles, la gara ha inalzato notevolmente il suo livello. La Cina esce allo scoperto alla grande con vari equipaggi in gara in questa specialità. Quattro sono infatti le imbarcazioni cinesi iscritte, a guidarli quello composto dalla Tong Li e Meng Li, con le medagliate d’argento di Pechino You Wu e Yulan Gao presenza non costante in questa specialità. Le sorelle gemelle Li, 19 anni hanno gareggiato lo scorso anno sull’otto nazionale.

La Germania ha scelto Kerstin Hartmann e Marlene Sinnig per formare il loro due senza migliore seguendo le direttive emerse dalle rigorose selezioni. La forza dei due senza tedeschi è innegabile e fa si che questo duo possa potenzialmente salire sul gradino più alto del podio. Da tenere d’occhio anche la Romania, e le vincitrici della prima prova di Coppa del Mondo, Luisa Reeve e Olivia Whitlam della Gran Bretagna.

Due senza maschile (M2-)
Questa gara si presenta quasi del tutto nuova con soltanto la Gran Bretagna e la Serbia che schierano equipaggi ben noti. Da questo momento occhi puntati sulle nuove formazioni in arrivo.

La Gran Bretagna tuttavia sembra proprio l’equipaggio da battere. La vittoria avvincente di Pete Reed e Andrew Triggs Hodge in occasione della prima prova di Coppa del Mondo ha portato la stampa britannica a definirli come la nuova coppia Redgrave e Pinsent. Successivamente Reed  ha annunciato che la “definizione” per lui andava bene e ha precisato inoltre che è pronto per stabilire la miglior prestazione del Mondo in questa specialità. Questo sta a significare che la loro prova dovrà puntare molto, molto in alto.

Nikola Stojic e Goran Jagar della Serbia vantano una notevole esperienza insieme in barca ma sono incostanti nei risultati. Sono giunti quarti a Banyoles e hanno le potenzialità per potersimigliorare. Provenienti dal quattro senza Olimpico della Nuova Zelanda, Eric Murraye Hamish Bond  appena sbarcati dall’aereo, si dirigono diretti nella loro prima gara di questa estate.

Ha fatto registrare tempi incoraggianti durante il periodo di allenamento invernale ma potrebbe esserci  ancora qualche imperfezione dovuta dal cambiamento di emisfero.

Doppio femminile (W2x)
Sarà dura guardare oltre Annie Vernon e Ann Bebington della Gran Bretagna. Le due medagliate Olimpiche (sebbene in specialità diverse) hanno inscenato una prestazione da medaglia d’oro  alla prova di Coppa del Mondo di Banyoles e si sono potenziate per restare al capotavola della tavolata allestita per i doppi.

Ma le britanniche dovranno tenere d’occhio il ritorno della Germaniacon quella  Annewkatrin Thiele e quella Christiane Huth giunte seconde a Pechino in un finale prua a prua. Questo risultato è servito ad infiammare la  Thiele e la Huth che hanno intenzione di puntare all’oro ai Giochi Olimpici di Londra.

La Bulgaria  sta grescendo e migliorando in maniera interessante. La Campionessa Olimpica in singolo, Rumyana Neykova fa coppia in questa specialità con Miglena Markova. La Neykova ha già gareggiato in doppio nella sua lunga carriera ed ha sempre lasciato il segno. Attenzione alle finlandesi Sanna Sten e Minna Nieminen. La Sten e la Nieminen  medagliate a Pechino nel doppio pese leggere hanno deciso questo anno di gareggiare nella specialità senior.

Doppio maschile (M2x)
Una gara molto ravvicinata quella alla quale abbiamo assistito nella prima prova di Coppa del Mondo  portata a termine dai vittoriosi britannici Matthew Wells e Stephen Rowbotham, giusto per un soffio davanti alla Francia. Con la Francia che non sarà presente a Monaco, Wells e Rowbothan si troveranno di fronte un ondata di nuovi concorrenti con qualità del tutto o quasi sconosciute.

Occhi sui singolisti. Iscritto per il Belgio risulta Tim Maeyens (quarto posto per lui in singolo a Pechino. Maeyens gareggerà in coppia con il rappresentante under 23 Hannes De Reu e si è allontanato dal singolo per concentrasi in questo evento. Ma, poi che Maeyens risulta iscritto anche nella gara del singolo, potrebbe saltare  uno di questi due eventi. Il doppio svizzero segue un itinerario simile. Il singolista Olimpico Andre Vonarburg  farà coppia con Florian Stofer. Vonarburg,come Maeyens è anche lui iscritto nella gara riservata al singolo.

La Cina schiera tre equipaggi e potrebbe usufruire di Monaco per individuare quale sia il migliore tra i suoi.

Quattro senza maschile (M4-)
La Repubblica Ceca si è messa discretamente in luce alla prima prova di Coppa del Mondo giungendo dietro il potente quattro senza britannico. Questi equipaggi si affronteranno nuovamente a Monaco con l’elemento aggiunto della Germania. I tedeschi hanno messo insieme Philip Adamski, Urs Kaeufer, Florian Menningene e Gregor Hauffe in rappresentanza del loro equipaggio numero uno e il gareggiare sulle acque di casa potrebbe rivelarsi cosa a loro favore.

Non dimentichiamoci anche della Slovenia che con regolarità frequenta la finale di questa specialità ed anche della Croazia che ha mostrato un buon potenziale lo scorso mese a Banyoles. Ma tutti questi equipaggi dovranno condurre una gara straordinaria per sfidare la Gran Bretagna.

Doppio pesi leggeri femminile (LW2x)
Le tedesche Marie-Louise Draeger e Anja Noske dopo aver gareggiato a Banyolas  indossano attualmente la pettorina gialla che caratterizza le leader della Coppa del Mondo e gareggiando davanti al pubblico di casa sarà sicuramente di buon auspicio in vista di un ulteriore successo qui a Monaco.

Il potere cinese tuttavia non è da sottovalutare. La Dongxiang Xu è  costantemente la peso leggera migliore della Cina, avendo gareggiato in questa specialità nelle due ultime edizioni delle Olimpiadi, nell’arco delle quali ha vinto un Campionato del Mondo. La cinesi stanno crescendo in vista dei loro Giochi Nazionali che si svolgeranno più avanti nel corso dell’anno e che vedono in gara province  contro provincie e la compagna di barca della Xu è la Shimin Yan, con la quale ha vinto il titolo di Campionessa del Mondo nel 2006. Insieme guarderanno in direzione dei Giochi Nazionali e Monaco sarà un passo di avvicinamento in quella direzione.

Dopo che un incidente ha forzato un cambiamento nella formazione britannica a Banyoles, l’equipaggio originario di Hester Goodsell e Sophie Hosking torna insieme. Ci sono tutte le premesse per poter dire che sono un equipaggio da medaglia.

Doppio pesi leggeri maschile (M2x)
Elia Luini e Marcello Miani dell’Italia hanno iniziato la stagione ottenendo un voto alto grazie alla vittoria della prima prova di Coppa del Mondo, ma a Monaco dovranno affrontare un campo di gara di maggior talento che si lancerà sugli italiani sin dalla prima batteria.

La potenza del canottaggio danese nei pesi leggeri sta a significare che debbano essere tenuti sempre sotto controllo e con tre iscritti è facile che vi sia una gara interna oltre a quella di Coppa del Mondo. L’equipaggio top della Danimarca comprende Henrik Stephansen più famoso per il record mondiale da lui stabilito al remoergometro.   Stephansen sarà in gara con Steffen Jensen.

Ci sono un paio di nomi noti con nuovi compagni di barca. Il Campione Olimpico della Polonia Robert Sycz torna con un nuovo partner, Lukasz Siemion, e l’ungherese Tamas Varga gareggia ora con Peter Galambos.

Occhi puntati anche sugli Olimpionici di Pechino Storm Uru e Peter Taylor della Nuova Zelanda. Questa è la loro seconda stagione insieme e i miglioramenti continuano con regolarità.

Quattro senza pesi leggeri maschile (LM4-)
La prestazione offerta dalla nuova formazione 2009 della Danimarca in occasione della prima prova di Coppa del Mondo è stata illuminante e il loro primo posto ha stabilito quale sia il livello dell’equipaggio per questa stagione. Ora Joergensen, Winther, Vilhelmsen e Pedersen non dovranno voltarsi indietro. Ma ci saranno i tedeschi a valutare la genuinità dei danesi. L’equipaggio formato da due coppie di fratelli che ha Banyoles si è guadagnato la seconda posizione sarà di nuovo di scena a Monaco.

Chi si augura di essere in gara con i danesi e i tedeschi sono la Cina e la Gran Bretagna. Sebbene i britannici siano giunti attardati nella finale A di Banyoles, questa nuova formazione 2009 continuerà senza dubbio a migliorare col passare del tempo che trascorreranno in barca.

Quattro di coppia femminile (W4x)
La Gran Bretagna ha fatto suo questo evento alla prova di Coppa del Mondo dello scorso mese, ma giunge a Monaco con un formazione rimaneggiata. Annie Vernon e Anna Bebington lasciano questa specialità per concentrarsi sul doppio, quindi Katie Greves e Beth Rodford gareggeranno adesso con Sarah Cowburn e Rosamund Bradbury. Questa nuova formazione probabilmente resisterà alle sfide provenienti da Cina e Germania.

Le tedesche e le cinesi sono entrambe medagliate in questa specialità a Pechino ma a Monaco gli equipaggi che vedremo in acqua sono sostanzialmente differenti. La Cina schiera atlete relativamente nuove mentre la Germania rimette in barca Peggy Waleska che va ad unirsi alla capovoga Olimpica Sthephanie Schiller. Julia Lepke e Tina Manker completano questa formazione.

Quattro di coppia maschile (M4x)
I Polacchi sono inarrestabili? Insieme dal 2005  hanno mancato solo una gara nell’arco di questo quadriennio. L’equipaggio Campione Olimpico di Pechino resta intatto e si è aggiudicato l’oro al primo appuntamento della Coppa del Mondo 2009  del mese scorso. La Gran Bretagna ha dato ai polacchi del solido filo da torcere e tornano per fare la stessa cosa a Monaco con una maggior esperienza a loro attivo.

Potrebbero esserci nuove sfide alla Polonia. La Germania ha messo il suo miglior singolista l’intrepido Macel Hacker  seduto al posto del capovoga con un gruppetto assai forte al seguito. Poi c’è la Slovenia che ha iscritto due equipaggi sui quali ha introdotto furtivamente i suoi migliori singolisti: Iztok Cop in uno e Luka Spik nell’altro.

Otto femminile (W8+)
Poco rumore intorno alla gara dell’otto femminile di Banyoles che ha visto solamente due equipaggi iscritti con la Gran Bretagna vincitrice. Le cose sono definitivamente cambiate per ciò che riguarda Monaco. Torna la Gran Bretagna che ha dalla sua parte la fiducia della pettorina gialla sulle spalle. Di fronte a loro ci sarà la Romania medagliata regolare di questa specialità.

La Romania da la priorità al suo otto e questa nuova formazione sarà l’inizio della loro campagna verso il ritorno alla medaglia d’oro Olimpica ai Giochi del 2012, medaglia da loro persa lo scorso anno. La Cina e la Germania sono anch’esse presenti, entrambe hanno un manipolo di nomi nuovi sulle rispettive imbarcazioni 2009.

Otto maschile (M8+)
La Polonia fiduciosa del secondo posto ottenuto alle spalle dell’Italia nella prima prova di Coppa del mondo disputatasi lo scorso mese cercherà a Monaco, in assenza degli italiani di fare ancora meglio. Ma lo stesso farà la Gran Bretagna. L’equipaggio di Sua Maestà la Regina giunto terzo a Banyoles fa parte di quell’ondata di entusiasmo che aleggia nella squadra britannica.

Attenzione alla nuova formazione della Germania. Hanno come obbiettivo una medaglia ai Giochi Olimpici del 2012 e già fanno piani per far si che ciò accada, passo dopo passo. I tedeschi hanno molti nomi nuovi sulla loro ammiraglia e l’entusiasmo di un fresco ciclo Olimpico appena iniziato.

Fonte FISA, traduzione FIC

 

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL