News

Comunicato Stampa

venerdì 29 Febbraio 2008

Comunicato Stampa

DAL 6 ALL’8 MARZO PALERMO OSPITA L’ANNUALE FISA JOINT COMMISSIONS MEETING
Giuseppe Cudia: “Siamo orgogliosi che l’evento si tenga in Sicilia. Per l’Italia è la prima volta. Presenti oltre 100 delegati provenienti da tutto il mondo

Il giudice di gara siciliano Giuseppe CudiaROMA, 29 febbraio 2008 – Per tre giorni, dal 6 all’8 marzo 2008, Palermo diventerà la capitale mondiale del remo. Il capoluogo siciliano, infatti, ospiterà – per la prima volta assoluta in Italia – il FISA Joint Commissions Meeting: la tradizionale riunione annuale delle 14 Commissioni della Federazione internazionale.
Brillante artefice di questa iniziativa il palermitano Giuseppe Cudia (foto a lato), architetto e amministratore delegato della P.R.C. Repubbliche – società specializzata in advertising, marketing e organizzazione di eventi internazionali – nonché (dal 1995) apprezzato giudice arbitro internazionale di canottaggio.
“Lo scorso anno – spiega Cudia, che oltre allo sport del remo ha praticato con successo in passato anche pallavolo, pallacanestro, vela e tennis – venni a sapere da Fabio Bolcic (il rappresentante italiano in seno alla Commissione internazionale arbitri) che gli sarebbe piaciuto poter candidare per il 2008 l’Italia ad ospitare il meeting. L’idea mi piacque subito anche se, per il momento, finì tutto lì. Successivamente, nel mese di agosto, durante i Mondiali assoluti a Monaco di Baviera dove facevo parte della Giuria, venni contattato anche da Matt Smith, il Direttore esecutivo della Federazione internazionale, ed anche lui mi ripeté che gli sarebbe piaciuto portare la riunione in Italia, ed a Palermo in particolare: una città ricca di fascino e splendida culla d’arte. Ne parlai con il presidente federale Renato Nicetto che manifestò anch’egli tutto il suo pieno apprezzamento e la disponibilità a sostenere la candidatura nel caso in cui fossimo riusciti a trovare adeguata copertura economica.
Decisi allora di mettermi subito in moto ed al mio rientro in Italia investii subito della cosa Totò Sammartano, Assessore allo sport della Provincia di Palermo con la delega ad interim sull’Azienda provinciale del Turismo; e anche lui – un amico del canottaggio avendo contribuito in precedenza alla realizzazione del Centro remiero di Piana degli Albanesi – si dichiarò immediatamente entusiasta dell’idea”.
“Di lì a poco –
continua Cudia – quel progetto che sembrava di difficile realizzazione si è trasformato in certezza, con grande soddisfazione della FISA, organizzatrice ufficiale dell’evento, e della Federazione che lo ha appoggiato con fiducia, convinta che saremmo stati in grado di organizzarlo al meglio. Anche dal punto di vista finanziario abbiamo avuto risposte positive riscuotendo consensi da tutti coloro ai quali ci siamo rivolti: Istituzioni e società sportive. Sento, quindi, il dovere di ringraziare tutti quelli che ci hanno dato una mano: l’Assessorato allo sport della Provincia che si è fatto carico dell’ospitalità per tre giorni di tutti i partecipanti al Meeting – un centinaio di persone provenienti da tutto il mondo -, il Comune di Palermo, il Coni Sicilia, l’Assemblea regionale siciliana, il presidente del Comitato regionale Sicilia della Federcanottaggio Andrea Vitale, e le società remiere Telimar e Roggero di Lauria”.
“Un sentito grazie a tutti coloro – Cudia in testa – che hanno permesso l’organizzazione di questo grande evento, ed è significativo il fatto che tutto ciò avvenga nell’anno in cui si terranno le celebrazioni per i 120 anni dalla nascita della Federcanottaggio”:
questo il commento soddisfatto del presidente federale Renato Nicetto.


FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO
www.canottaggio.org
Ufficio Stampa
Tel. +39.335.6360335 – Fax +39.06.3685.8148
E-mail:
comunicazione&[email protected]
   
Torna indietro

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL